Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Artemia congelata


Mustang

Recommended Posts

Avendo quasi finito i cubetti di artemia liofilizzata, volevo provare a crescerla e poi somministrarla ai discus...

 

l'idea era :

bidone da 80lt

50-60gr di cisti ( quante artemie potrebbero nascere? )

mettere tutto in giardino con areatore per movimentare

e lasciare fare alla natura ( magari dando ogni tanto un po di lievito come cibo)

 

Dopo 2-3 settimane svuoto il bidone e congelo le artemie ( così da "sterilizzarle" un minimo )...

Sbaglio qualcosa o potrebbe funzionare?

Qualcuno che ci ha provato ha consigli da dare? soprattutto sulla quntità di cisti, non vorrei avere 100milioni di artemie da sfamare, non avrei un freezer abbastanza grande in cui "ucciderle " =))

 

vorrei mettere però una zanzariera sul bidone per evitare che zanzare o altri insetti depongano le loro uova nell'acqua o sui bori ( vd quei msocerini neri che riempiono i bordi dei secchi con vermetti neri e pelosi )

 

 

Se 80lt sono troppi avrei anche 2 acquareitti da 40lt ognuno, così potrei vedere anche il progressosulla crescita e lasciare filtrare il sole attraverso i vetri

Edited by Mustang
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 21
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Mustang

    6

  • tatore

    5

  • tony81

    4

  • Wado

    2

Top Posters In This Topic

lo vedi tu stesso quante ne nascono facendo una bottiglia per sfamare gli avannotti, comincia con un acquario da 40l(e poi ti regoli di conseguenza) lo prepari lo lasci al sole così si riempie di alghe si nutriranno anche di quelle e poi ti fai qualche schiusa di artemie con la bottiglia e poi le metti nella vaschetta,nn esagerare con il mangiare fai si che l'acqua rimanga sempre limpida, una volte adulte (8 giorni) poi dovrebbero riprodursi tra loro

Link to comment
Share on other sites

per i piccoli uso la decorticata che ha una schiusa molto inferiore alle cisti ... ma se ricordo bene le artemie adulte in valori buoni di acqua partoriscono direttamente i piccoli e non producono cisti giusto?

Link to comment
Share on other sites

Ma le artemie adulte non hanno bisogno di acqua salata?

 

Io in un bidone 60 litri lasciato fuori sul terrazzo allevo le dafnie. Non metto nulla da mangiare perchè le alghe che crescono con la luce bastano e mantengono il tutto in perfetto equilibrio. Una volta alla settimana raccolgo con un retino finissimo, sciacquo in acqua di rubinetto, metto in vasca e ... la caccia comincia!

Link to comment
Share on other sites

Metti il bidone fuori subito in modo che possa prendere sole (diretto) solo alla mattina e alla sera, per evitare i sbalzi di t°.

Ci metti il sale (non iodato) e un po' di carne cruda o dell'erba per fare venire l'acqua verde.

Dopo poche settimane (3 o 4) avrai un acqua bella verde se va tutto bene. Fai schiudere quante artermie vuoi e trasferisci il naupli nell'acqua verde fuori, cresceranno da sole e la coltura andrà avanti da sola. Ci sarà molto probabilmente un crollo d'inverno ma se non tocchi niente riparte da sola non appena le condizioni giuste tornano.

 

Con un retino a maglia larga vai a raccogliere le artemie ogni tanto (maglia larga = solo adulti)

 

Io ti direi invece di usare un bidone più grande per avere una produzione maggiore.

 

E non ti preoccupare per le zanzare, non depongono nell'acqua salta!

Link to comment
Share on other sites

entrambe le cose, per accoppiamento con il siffredi della situazione :eek: =)) , o se ci sono solo femmine fanno direttamente i piccoli..all' inizio nn è semplice qualche coltura ti potrà collassare

Link to comment
Share on other sites

entrambe le cose, per accoppiamento con il siffredi della situazione :eek: =)) , o se ci sono solo femmine fanno direttamente i piccoli..all' inizio nn è semplice qualche coltura ti potrà collassare

 

Praticamente per le artermie è lo stesso discorso che per le dafnie: quando le condizioni sono normali si riproducono partorendo direttamente i piccoli già formati, ma non appena le condizione non permettono più la sopravvivenza della specie o se sono solo femmine, genialità della natura, partoriscono uova (cisti) che praticamente possono resistere a tutto.

Poi, non appena le condizioni tornano favorevoli, le uova si schiudono e la vita va avanti.

 

Per questo motivo, d'estate o d'inverno, quando le mie colture di dafnie crollano non tocco niente, alla primavera seguente riparte tutto da solo! :D

 

C'è da notare però che se il problema è troppo veloce le colture non hanno il tempo di adattarsi.

Ad esempio, l'errore più comune per un "principiante" con le dafnie e di dare troppo da mangiare. La coltura crolla subito e non ripartirà mai, praticamente sono state uccise tutte.

Se il cambiamento è lento. allora si possono adattare (abbassamento della t° a fine stagione, meno luce quindi meno cibo ecc)

Link to comment
Share on other sites

Io ho provato molti anni fà con le artemie, ed era perché non mi andava di buttare le artemie schiuse che avevano assorbito il vitellino. E allora avevo preparato un acquarietto con sale e acqua. Francamente non credo ne valga la pena se non si hanno accortezze determinate, perché: va bene la densità che aumenta con la temperatura, va bene che aumenta il calore (le saline sono pianure con tonnellate di artemia e mezzo palmo di acqua e sale), ma se c'è ammoniaca in vasca t'ammazza tutto, e quando ti collassa la coltura ti girano i maroons.

Inoltre dopo aver provato l'artemia congelata arricchita che prendo a blister da mezzo chilo l'uno su Aquariumline, rossa come il fuoco, mi chiedo chi me lo farebbe fare?

Lo farei solo per dare del vivo ai pesci, ma allora cambierei portata di allevamento. E l'arricchirei io persino con (una tantum) astaxantina in polvere e tutto quello che vorrei fosse veicolato tramite alimentazione nell'organismo degli animali.

Link to comment
Share on other sites

ho visto su aquariumline e come dice Salvo i prezzi sono davvero buoni... con 35 euro ti consegnao 240blister di artemia ....

 

Cmq io sono per il fai da te e ho pensato ad una cosa ancora più interessante...

@@tatore ha detto:

tatore[/color]' timestamp='1339697113' post='63183'] Inoltre dopo aver provato l'artemia congelata arricchita che prendo a blister da mezzo chilo l'uno su Aquariumline, rossa come il fuoco

qui mi ha fatto riflettere...

Ho spirulina in povlere, astaxantina e chlorella... le utilizzo nel apstone,ma perchè non darle anche in altro modo??

 

L'idea è arricchire ,come ha detto Salvo, l'artemia che cresco...

avevo pensato a 2 possibili percorsi, ma non sono sicuro se le tappe sono giuste o devo ivnertire qualcosa:

 

Percorso 1

  • Riempio l'acquario di 30-40lt fuori...
  • aggiungo 1kg di sale..
  • lascio riposare 1 giorno..
  • metto un po di astaxantina e spirulina in acqua così da nutrire le alghe e i microrganismi che si sviluppano con le alghe che mi interessano
  • dopo 5 giorni inserisco i naupli gia schiusi da 24h
  • gli lascio mangiare ciò che c'è in vasca ( alghe e microgranismi ricchi di astaxantina e spirulina )
  • se il cibo scarseggia somministro lievito, astaxantina e spirulina
  • una volta semi-adulti / adulti svuoto la vasca e congelo tutte le artemie pescate..

 

Così facendo le artemie saranno ricche di astaxantina e spirulina??

 

Percorso 2

 

vd il percorso 1, ma l'astaxantina e la spirlina le somministro solo all'inizio e poche ore prima della raccolta così da avere artemie con pancia piene di alghe... durante la crescita somministro solo il lievito

cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites

ciao mustang, anno scorso mi sono divertito un po con allevamento di artemia salina e ti poso dire che non e tanto semplice avere tante artemie adulte in un contenitore piccolo.(40 l)vorrei far ti presente che in 1 g di cisti ci sono almeno 200000 naupli che hanno bisogno di spazio per diventare grandi. Come per i pesci anche per artemie ci vuole tanta acqua pulita e del ottimo cibo in giusta quantita. La prima settimana e il periodo critico per la loro sopravivenza perche mangiano solo cibo che filtranno dal acqua. Dopo una settimana iniziano brucare anche le alghe che crescono sulle pareti del contenitore e a questo punto aumenta la loro posibilita di sopravivenza. Secondo me non dovresti introdurre piu di 1 g di naupli per 40 l di acqua perche ti moriranno quasi tutte. Se ti puo essere di aiuto, ce ottimo articolo sull allevamento di artemia qui ... http://www.tropicalfish.it/livefood/html/artemia.htm

Link to comment
Share on other sites

Le artemie in teoria dovrebbero diventare rosa, e considera che i fenicotteri hanno questo colore strepitoso per l'ingente quantitativo di artemie che mangiano quotidianamente. Ecco perché ti dico che quella presa in Germania da @@Matthias Bayer e da Aquariumline è la VERA artemia, rossa. Ma se tanto mi da tanto, penso che l'astaxantina è, come la spirulina, un insieme di organismi di origine vegetale che dovrebbe essere adatta all'uopo, anche se secondo me alla fine è meglio usarla diversamente, perché non so se lo spreco giustifica la cosa.

Però in teoria mettendo astaxantina e spirulina le artemie dovrebbero essere "portatrici" di questi alimenti. Certo.

Link to comment
Share on other sites

sono organismi filtratori assorbono tutto ciò che c'è in acqua o che ci metti tu, la puoi lasciare anche un paio di settimane l acqua prima di cominciare in modo che si formino alghe, io l ho fatto in una vaschetta da 10l e sono riuscito a farle diventare adulte, ma è difficile le prime volte perchè è probabile che nn tutte vivranno quindi dovrai rinfoltire la popolazione..

Link to comment
Share on other sites

grazie a tutti per i consigli... sepcialmente @@dubravec mario che mi ha dato un ottima dritta sulla quantità....

a questo punto procederò direttamente così... avendo gia lo schiuditoio in funzione per i piccoli nati 15gg fa , quando sarà il momento di far partire la coltura, verso direttamente le artemie dallo schiuditoio alla vasca aspirandoli con una siringa..

 

Cmq Salvo hai perfettamente ragione, molto meglio quella congelata, ma proverò comunque , mal che vada se sopravvivono poche artemie le pesco, le pulsico sotto un flusso d'acqua e le somminsitro vive ai dischetti.. se vanno matti per il krill congelato, impazziranno nel vedere gamberi vivi nuotargli attorno :P

 

mi linki le artemie congelate di aquariumline che prendi te?? c'è ne sono di varie marche e vorrei anche io quelle belle rosse ... qui da me trovo solo blister di artemia giallognola ...

Link to comment
Share on other sites

Mustang[/b]' timestamp='1339780392' post='63308'] le pesco, le pulsico sotto un flusso d'acqua e le somminsitro vive ai dischetti..
E te pare poco? Sai quanto stimola il cibo vivo?
Mustang[/b]' timestamp='1339780392' post='63308'] mi linki le artemie congelate di aquariumline che prendi te?? c'è ne sono di varie marche e vorrei anche io quelle belle rosse ... qui da me trovo solo blister di artemia giallognola ...
Volentieri: eccolo, la foto è di repertorio, in realtà sono dei blister unici grandi. Come queste che Matthias ha sulla destra nostra (sinistra sua)

DSC_2383-574x381.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.