Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Alzare kh con bicarbonato di sodio


Wado

Recommended Posts

Ciao a tutti,

 

Con i cambi non riesco ad alzare il mio kh che rimane sempre a 0/1.

Vorrei alzarlo a 2 o 3.

Cambio l'acqua 2 volte alla settimana ma non basta, probabilmente tra un cambio e l'altro i filtri mi mangiano i carbonati e non riesco ad alzarlo

 

Secondo voi posso utilizzare dei sali di bicarbonato di sodio per alzarlo senza pericoli?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 32
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Wado

    13

  • tatore

    10

  • tony81

    8

  • titi

    2

Top Posters In This Topic

prova a fare dei cambi più ravvicinati ogni 2 giorni e vedi come va altrimenti, puoi provare con della sabbia corallina..

Link to comment
Share on other sites

No, ti sballa la conduttività in maniera impressionante, oltre ad urtare terribilmente i pesci, che con la sola presenza del bicarbonato di sodio vedono il pH arrivare da acido ad alcalino in un nanosecondo. Uno choc per la salute degli animali.

Cambi ravvicinati, ripristina un KH di 2°. E' la maniera migliore, naturale e duratura. Altro consiglio: se hai uno o più filtri (me li descrivi?), puliscili alternandoli. Togliendo fanghiglia e rimasugli biologici sicuramente inizierai a dare anche una battuta di arresto al consumo dei carbonati, che non avviene sempre ad opera diretta dei batteri ma anche per la presenza di sostanze acide (inclusi acidi nucleici) che risiedono nelle aree filtranti. Io almeno faccio così, quando vedo che il viraggio verso il basso è troppo repentino.

Ma bicarbonato di sodio no, mai.

Link to comment
Share on other sites

sono d'accordo con Tatore . anche a me succede la stessa cosa avendo tanti filtri in vasca, i batteri consumano i carbonati i fretta e per questo faccio dei piccoli cambi quasi giornalieri. ogni tanto aggiungo ne la tanica mezza bottiglia di acqua minerale

Link to comment
Share on other sites

Spesso anche i sedimenti fungono da reattore di calcio, facendo precipitare i carbonati ed il calcio. Ecco perché molte volte non è detto che sia imputabile al consumo biologico, ma ad uno spettro ionico che piano piano va ripristinato. I carbonati che precipitano non tornano più in soluzione.

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per vostre spiegazioni @@tatore e @@titi.

 

Cambierò ogni giorno 25 litri di acqua fino a raggiungere un kh di 2.

E magari stasera apro completamente il filtro interno e sifono tutta la melma in fondo.

È da molto che non lo apro questo, potrebbe esserci tanta di quella roba dentro che non vi dico!

 

Anzi penso che inizierò proprio da li, tolgo le spugne e sifono l'acqua direttamente da l'interno del filtro, così sono sicuro che non rimane nulla dentro.

Cosi do un'occhiata alle spugne quelle in basso, non le ho viste da mesi e mesi.

Risciacquo e via

Link to comment
Share on other sites

Bravissimo. Ovviamente occhio al materiale poroso biologico, io lo sciacquo riversandolo in un secchio con acqua di acquario, e senza andare troppo a fondo lo rimetto a posto. Così, l'acqua nel secchio diventa nera per il flocculato che si era creato, e il filtro respira nuovamente. Da qui in avanti vai bene.

E' importante capire che non dobbiamo avere squisitamente una lettura giusta. Ma un equilibrio corretto. E non costi quel che costi. Meglio andare a gradi e fare le cose *naturalmente*, che costa meno e rende di più.

Link to comment
Share on other sites

Bravissimo. Ovviamente occhio al materiale poroso biologico, io lo sciacquo riversandolo in un secchio con acqua di acquario, e senza andare troppo a fondo lo rimetto a posto. Così, l'acqua nel secchio diventa nera per il flocculato che si era creato, e il filtro respira nuovamente. Da qui in avanti vai bene.

E' importante capire che non dobbiamo avere squisitamente una lettura giusta. Ma un equilibrio corretto. E non costi quel che costi. Meglio andare a gradi e fare le cose *naturalmente*, che costa meno e rende di più.

 

 

Fatto!

 

Speriamo i pesci non se ne risentono troppo!

Ora aspetto un mese e faccio lo stesso con il filtro esterno. o no?

Link to comment
Share on other sites

nn esagerare con il mangiare oggi, continua con cambi ravvicinati,fra un paio di settimane vedi come sei messo con il kh magari se è il caso pulisci anche il filtro esterno anche se ricordo che l hai fatto recentemente,ne è uscita di roba dal filtro?

Link to comment
Share on other sites

nn esagerare con il mangiare oggi, continua con cambi ravvicinati,fra un paio di settimane vedi come sei messo con il kh magari se è il caso pulisci anche il filtro esterno anche se ricordo che l hai fatto recentemente,ne è uscita di roba dal filtro?

 

Ricordi benissimo, ed è pesci sono stati irritati per un paio di giorni.

Però avevo si risciacquato i cannolicchi, ma non avevo aspirato la melma depositata sul fondo all'interno.

 

Ma per un filtro esterno è più semplice, basta togliere tutto e svuotarlo nel lavandino!

 

Quindi aspetterò un mesetto e procederò alla stessa operazione con il filtro esterno.

 

Però mi viene una domanda adesso, quanto serve tutto questo fango all'equilibrio della vasca?

Link to comment
Share on other sites

in quei fanghi c'è di tutto innazitutto composti organici degradati dai batteri, i batteri stessi, anche protozoi, c'è chi segue la teoria dei fanghi di Kassebeer che si autoregolano che possono denitrificare e quindi diminuire la presenza di no3 grazie a condizioni anaerobiche,c'è chi pulisce invece 'spesso' il filtro perchè ha paura che i fanghi intasino il filtro che lo facciano collassare perchè nn è in grado di nitrificare e quindi pulendolo si creano condizioni più aerobiche per favorire la nitrificazione

Link to comment
Share on other sites

@@tony81 mi hai aperto un mondo!

Non conoscevo proprio la teoria di Kassebeer, (così come non conoscevo il Dott. Kassebeer)!

Sono andato a leggermi qualcosa in rete, adesso capisco il discorso iniziale di @@tatore :)

 

Grazie mille!!!

Link to comment
Share on other sites

Ma non è mai stato confermato in quanto ad utilità, @@Wado. Te lo dico perché i più importanti acquariofili tedeschi (vecchia leva) non sostengono tutti l'efficienza e l'utilità della denitrificazione. Quindi, come si suol dire, tanto traffico per nulla. Tutti, oriente e occidente, convengono sul punto che bisogna offrire agli animali un continuo apporto di acqua con corretto bilanciamento di sali. Accanirsi sul nitrato come satanico interruttore della crescita e del benessere, è aleatorio. Non è proprio così. Ho provato anni fà, ne parlavo in qualche topic, ma sebbene i risultati del nitrate-free erano tangibili, penso che se tornassi indietro tornerei ai cambi classici.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

@@tatore @@tony81 @@titi

Ragazzi dopo una settimana i pesci stanno visibilmente meglio ma non ancora al massimo.

Non rimangono più sotto a i rami in fondo ma escono un po' in centro, inoltre non scattano più ad ogni movimento davanti alla vasca.

Però non mangiano ancora tutti e uno dei responsabili è uno dei rossi che mena tutti appena escono a mangiare, non vedo l'ora di inserire altri esemplari per cambiare gli equilibri interni al gruppo...

 

Comunque dopo aver sifonato tutta la melma nel filtro interno e continuato con i cambi regolari, il mio kh adesso è di 1 (miracolo!), ma il ph anche è salito... adesso continuo i cambi con acqua prefiltrata su torba in modo da ripristinare i parametri un po' più acidi (ph 6).

 

Però non capisco una cosa :

Partendo da un'acqua soloprefiltrata con kh 6 e ph 7,6, filtrando su torba per qualche giorno arrivo a ph 6,7 e kh 2.

Come faccio per arrivare a ph 6 ma con kh 2?

 

Mescolando con acqua RO partirei con un kh più basso ma magari filtrando su torba riesco ad arrivare ad un ph 6 senza secendere sotto un kh 2?

 

Poi, non so se pulire anche il filtro esterno (secondo ed ultimo filtro), non andrò a modificare troppo gli equilibri della vasca?

 

 

Grazie per il vostro parere, sono un po' confuso sul sistema migliore da adottare adesso...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.