Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Riproduzione Corydoras Metae


Recommended Posts

Ciao a tutti.. da quando li ho acquistati i miei cory metae si sono riprodotti in continuazione.. probabilmente ci sarà più di una coppia in quanto a volte trovo le uova anche due giorni di seguito.. le prime le ho raccolte per accertarmi della fertilità della coppia e si sono schiuse..

vorrei chiedervi se avete avuto esperienze e consigli pratici per cercare di portare avanti qualche piccolo cory.. grazie, Fabio.

Link to comment
Share on other sites

Ciao fabix,

 

La riproduzione dei cory non è molto difficile ma devi stare attento a qualche dettaglio.

 

Appena le uova raccolte mettile in un contenitore piccolo, anche 1l, con blu di metilene.

Siccome il maschio non passa direttamente a fertilizzare le uova ma è la femmina che dirige lo sperma con gli opercoli nella tipica posizione a T dei cory, parte delle uova possono essere non fecondate. Il blu evita che la muffa passi alle uova fecondate.

 

Una volta schiuse le uova puoi togliere le uova non fecondate e cominciare con i cambi di acqua assolutamente con i stessi parametri dell'acqua che togli via (t°, ph ecc ecc).

 

Stai molto attento a non prendere una larva con il tubicino con il quale fai i cambi (io usavo un tubo per l'aria), la larva muore istantaneamente...

 

Appena hanno assorbito il sacco vitellino li puoi trasferire in una vasca un po' più grande, ma non più di 5l. Più è piccola e più facilmente trovano il cibo e quindi più mangiano e meglio crescono.

Naturalmente man mano che crescono li trasferisci in vasche più grandi.

 

Dopo qualche settimana noterai una differenza tra i più grandi e i più piccoli della covata, a questo punto ti consiglio di dividerli per taglia (piccoli/grandi). Cosi facendo anche i più piccoli troveranno cibo e quindi dovresti riuscire a farli crescere abbastanza bene.

Se invece li lasci tutti assieme i più grandi diventeranno sempre più grandi e i più piccoli faranno fatica a crescere bene.

 

In un primo momento li puoi nutrire con microworms e naupli di artemi, facendo cambi giornalieri di acqua per garantire un'acqua sempre pulita e esente di nitrati.

Ti consiglio anche di mettere o muschio di java o riccia una volta tolto il blu di metilene, i più piccoli che non riuscirebbero a mangiare le artemia o i microworms ci troveranno micro organismi più piccoli per i primi giorni di vita.

 

Crescono lentamente, dopo circa 5 mesi li puoi mettere assieme ai genitori se sono abbastanza cresciuti, meglio aspettare un po' se sono con i discus o pesci più grandi...

 

Se hai domande non esitare!

Link to comment
Share on other sites

Ciao fabix,

 

La riproduzione dei cory non è molto difficile ma devi stare attento a qualche dettaglio.

 

Appena le uova raccolte mettile in un contenitore piccolo, anche 1l, con blu di metilene.

Siccome il maschio non passa direttamente a fertilizzare le uova ma è la femmina che dirige lo sperma con gli opercoli nella tipica posizione a T dei cory, parte delle uova possono essere non fecondate. Il blu evita che la muffa passi alle uova fecondate.

 

Una volta schiuse le uova puoi togliere le uova non fecondate e cominciare con i cambi di acqua assolutamente con i stessi parametri dell'acqua che togli via (t°, ph ecc ecc).

 

Stai molto attento a non prendere una larva con il tubicino con il quale fai i cambi (io usavo un tubo per l'aria), la larva muore istantaneamente...

 

Appena hanno assorbito il sacco vitellino li puoi trasferire in una vasca un po' più grande, ma non più di 5l. Più è piccola e più facilmente trovano il cibo e quindi più mangiano e meglio crescono.

Naturalmente man mano che crescono li trasferisci in vasche più grandi.

 

Dopo qualche settimana noterai una differenza tra i più grandi e i più piccoli della covata, a questo punto ti consiglio di dividerli per taglia (piccoli/grandi). Cosi facendo anche i più piccoli troveranno cibo e quindi dovresti riuscire a farli crescere abbastanza bene.

Se invece li lasci tutti assieme i più grandi diventeranno sempre più grandi e i più piccoli faranno fatica a crescere bene.

 

In un primo momento li puoi nutrire con microworms e naupli di artemi, facendo cambi giornalieri di acqua per garantire un'acqua sempre pulita e esente di nitrati.

Ti consiglio anche di mettere o muschio di java o riccia una volta tolto il blu di metilene, i più piccoli che non riuscirebbero a mangiare le artemia o i microworms ci troveranno micro organismi più piccoli per i primi giorni di vita.

 

Crescono lentamente, dopo circa 5 mesi li puoi mettere assieme ai genitori se sono abbastanza cresciuti, meglio aspettare un po' se sono con i discus o pesci più grandi...

 

Se hai domande non esitare!

grazie.. ma è normale che le sparpaglino per tutta la vasca o come per i discus occorre affiatamento?

Link to comment
Share on other sites

No no è normale, è il loro modo di riproduzione.

Quando le uova sono state fecondate la femmina le tiene ben strette tra le pinne e gira in tutta la vasca fino a trovare il posto più adatto secondo lei al momento per lasciare le uova.

 

Fai conto che in natura non essendo nessuna cura parentale, lasciare le uova sparse un po' da per tutto fa parte della loro strategia di riproduzione, dividendo le uova dividi anche il rischio che un predatore le trova e le mangia tutte in una volta.

 

Se vuoi dedicarti alla loro riproduzione ti conviene isolarli in una vasca di una 50ina o 60ina di litri, cosi sei sicuro di trovare tutte le uova, altrimenti è un vero lavoro ripescare tutte le uova, specialmente se in vasca hai altri pesci come i P. Axelrody o i discus o scalari, che se li pappano subito...

Link to comment
Share on other sites

sì ho visto il loro modo di riprodursi, sono troppo simpatici e magari proverò a portarli avanti.. onestamente i due che sono nati non ci sto perdendo molto tempo, mi limito a pulire la vaschetta e ho sminuzzato delle scaglie di artemia.. sembrano cmq crescere anche se non so se bene o male..

ma le uova tu le hai fatte schiudere sempre con l'acqua dell'acquario? hai mai provato solo osmosi?

Link to comment
Share on other sites

Io per semplificare le cose uso la stessa acqua, cosi ho più o meno i stessi parametri nella vasca di allevamento e la vasca di comunità. Semplifica le cose per i trasferimenti da vasca a vasca...

Occhio però che non uso l'acqua della vasca nel senso acqua che prendo della vasca perché è carica di nitrati e altre sostanze nocive. Uso la stessa acqua stabulata per cambiare l'acqua in entrambe le vasche. Sempre acqua pulita devi usare.

 

 

L'acqua di osmosi inversa (chiamiamola acqua RO - Reverse Osmosis) pura non basta.

Per definizione quest'acqua è priva di elementi come i sali minerali ecc che sono necessario per la crescita ed il mantenimento dei pesci perché loro assorbono queste sostanze anche dall'acqua e non solo dal cibo.

L'acqua RO la puoi usare per tagliare con l'acqua del rubinetto per arrivare ai parametri che desideri, ma pura non va bene.

O allora devi arricchirla con sali... basta tagliarla con l'acqua del rubinetto comunque

Link to comment
Share on other sites

per alimentare i piccoli durante i primi giorni di vita molti utilizzano della spirulina in polvere che inquina poco ed è semplice da assimilare.

Link to comment
Share on other sites

per alimentare i piccoli durante i primi giorni di vita molti utilizzano della spirulina in polvere che inquina poco ed è semplice da assimilare.

grazie @@brex89.. ci proverò subito..

Link to comment
Share on other sites

Ciao fabix,

 

La riproduzione dei cory non è molto difficile ma devi stare attento a qualche dettaglio.

 

Appena le uova raccolte mettile in un contenitore piccolo, anche 1l, con blu di metilene.

Siccome il maschio non passa direttamente a fertilizzare le uova ma è la femmina che dirige lo sperma con gli opercoli nella tipica posizione a T dei cory, parte delle uova possono essere non fecondate. Il blu evita che la muffa passi alle uova fecondate.

 

Una volta schiuse le uova puoi togliere le uova non fecondate e cominciare con i cambi di acqua assolutamente con i stessi parametri dell'acqua che togli via (t°, ph ecc ecc).

 

Stai molto attento a non prendere una larva con il tubicino con il quale fai i cambi (io usavo un tubo per l'aria), la larva muore istantaneamente...

 

Appena hanno assorbito il sacco vitellino li puoi trasferire in una vasca un po' più grande, ma non più di 5l. Più è piccola e più facilmente trovano il cibo e quindi più mangiano e meglio crescono.

Naturalmente man mano che crescono li trasferisci in vasche più grandi.

 

Dopo qualche settimana noterai una differenza tra i più grandi e i più piccoli della covata, a questo punto ti consiglio di dividerli per taglia (piccoli/grandi). Cosi facendo anche i più piccoli troveranno cibo e quindi dovresti riuscire a farli crescere abbastanza bene.

Se invece li lasci tutti assieme i più grandi diventeranno sempre più grandi e i più piccoli faranno fatica a crescere bene.

 

In un primo momento li puoi nutrire con microworms e naupli di artemi, facendo cambi giornalieri di acqua per garantire un'acqua sempre pulita e esente di nitrati.

Ti consiglio anche di mettere o muschio di java o riccia una volta tolto il blu di metilene, i più piccoli che non riuscirebbero a mangiare le artemia o i microworms ci troveranno micro organismi più piccoli per i primi giorni di vita.

 

Crescono lentamente, dopo circa 5 mesi li puoi mettere assieme ai genitori se sono abbastanza cresciuti, meglio aspettare un po' se sono con i discus o pesci più grandi...

 

Se hai domande non esitare!

 

grande @@Wado, ma toglimi una curiosità, come le raccogli le uova? non sono delicate?. le aspiri con un tubicino?

Edited by Paolo
Link to comment
Share on other sites

Paolo[/b]' timestamp='1352147373' post='69218'] toglimi una curiosità, come le raccogli le uova? non sono delicate?. le aspiri con un tubicino?

 

No no tranquillo, le uova di corydoras sono molto resistenti.

In più appena deposte sono ancora appiccicose basta toccarle e ruotare delicatamente un dito sopra e ci rimane appiccicato

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.