Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

esperienze con potamotrygon


Recommended Posts

ciao a tutti...

apro questo angolino di portale per conoscere e condividere informazioni ed esperienze sull'allevamento di queste creature affascinanti. spesso nei video di biotopi si possono vedere insabbiate queste razze di svariati colori e dimensioni, ma possono effettivamente essere inserite in un acquario? è un problema alimentarle? ci sono varietà più resistenti di altre? le razze occupano la parte bassa della vasca,percui meglio inserirle in un contesto di discus,altum o altri ciclidi?

ecco vi ho dato qualche spunto da dove partire....

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 24
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • CarmineVitaglia

    7

  • tatore

    5

  • titi

    4

  • brex89

    4

Top Posters In This Topic

Posted Images

Io non le ho mai avute e per quanto belle siano direi che non si dovrebbero inserire in un acquario di dimensioni normale.

Sono pesci grandi con un bisogno di spazio non in altezza ma in larghezza quindi bisognerebbe privilegiare acquari più larghi che alti. E non bisognerebbe avere radici o sassi al contatto con la sabbia perché si ridurrebbe il loro spazio di nuoto, e naturalmente nessuna pianta con radici, perché verrebbe subito sradicata.

A me sinceramente fanno tristezza in un acquario normale, largo 50 o 60cm... sembrano sempre troppo strette, costrette a salire lungo i vetri per trovare un po' di spazio per il nuoto.

 

Sono predatori, tutto quello che sta sulla sabbia della dimensione della bocca verrà mangiato, che sia pesce scongelato o l'ultimo corydoras inserito...

 

Sono pesci che portano un arpione sulla coda, quindi bisogna anche sapere manipolarle per non ferirsi

Link to comment
Share on other sites

sono in parte concorde wado, però esistono anche razze da 25-30cm tipo quelle acquistate da @@Maury62 e @@titi che si potrebbero inserire in acquari cm 60-70cm di lato ... ovvio che se si parla di motoro il discorso cambia.

Link to comment
Share on other sites

sono molto troppo sensibili a valori di composti azotati come nitriti e nitrati che per altri pesci come discus o altri, sono facilmente sopportabili,inoltre sono molto sensibili ai medicinali e sostanze chimiche..

questa è una guida di Heiko Bleher sulle razze http://www.practicalfishkeeping.co.uk/content.php?sid=3917

Link to comment
Share on other sites

ciao Brex, ti spiego un puo la mia storia. io amo questi animali ,praticamente non vedo la mia vasca senza una razza, pero .... ho messso la mia prima razza in acquario 6 anni fa e da quel momento mi sono innamorato. ho ammazzato fino adesso 8 potamotrygon. dopo la prima pensavo che ormai li conosco e li posso gestire. la prima e morta a causa del cibo non adatto( le arenicole,quei vermi con quale si va a pesca al mare),a fatto una intossicazione e morta dopo una settimana in quale non ha mangiato. le prossime 3( 2 motoro e una flower albina,una rarita) sono morte per i valori del acqua quando sono stato in vacanza, e anche per la colpa del spray insetticida che l'ho hanno spruzzato i miei in salone,per le zanzare. le prossime due flower erano appena importate e non mangiavano, sono morte anoressiche. le ultime tre presse a pasqua da Bayer. la piu piccola non mangiava niente e morta dopo due settimane. le altre due ci sono ambientate , sono raddoppiate, fino ad un giorno quando li ho viste che hanno perso l'appetito. la piu grossa aveva il stomaco pieno pero non mangiava , e morta dopo circa due settimane dai primi sintomi. ho fatto la vivisezione e aveva il fegato tutto gonfio che occupava tutta la cavità addominale. credo che e stato per la colpa del pesce comprato dal supermercato. e rimasta una che sta benne. vedi tante volte le nostre cure e il nostro amore per animali non bastano , avevo parlato anche con persone rinomate e la risposta loro e stata che puo succedere , e successo anche a loro.

 

che te dico, tante volte arrivo a la parola di @@tatore, che non sono animali da tenere in casa.

 

ho messo qualche foto del archivio

post-1270-0-55564300-1349458068_thumb.jpg

post-1270-0-88867900-1349458115_thumb.jpg

post-1270-0-03236300-1349458165_thumb.jpg

post-1270-0-40181200-1349458211_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

anche tu titi come altre persone con cui ho parlato dici "attento nel comprarle" però sotto sotto ci riprovano sempre...

nel prox layout valuterò l'acquisto di 1-2 razzette perchè vorrei togliermi questo sfizio, almeno per poter dire "ci ho provato" e so cosa vuol dire....

Link to comment
Share on other sites

Io le ho viste stare bene, ma non a lungo. Anche se, per esempio, da @@Matthias Bayer abbiamo visto quest'anno le stesse razze che aveva lo scorso anno, che si abbracciavano, si avvolgevano, erano bellissime.

Preso dal prezzo relativamente basso ne ho presa una anche io, molto carina, certo non una motoro. Era una sveglia, mangiava e saltava verso la superficie in senso verticale quando mi vedeva per farmi capire che aveva fame. Passava tutto il tempo insabbiata ad osservarmi, e devo dire che la vasca spaziosissima era ormai sua. Una notte ho sentito uno "splat!" sinistro, ma non ho avuto la prontezza di vedere cosa fosse...purtroppo era la razza che era volata fuori dalla vasca. Di notte io sto al pc, e la luce l'aveva ingannata. E per attirare la mia attenzione faceva sempre i soliti saltelli a pelo d'acqua. Evidentemente uno è stato ardito e le è costato la vita.

Ho notato che: non mangiano secco, non amano il nitrato, devono vivere in coppia, non vogliono sempre la stessa temperatura, preferiscono predare, devono mangiare tutti i giorni, almeno dei chironomus.

Sembrano cavolate, ma sono quasi inconciliabili queste cose, io non ero molto affascinato dal genere, ma ero innamorato del mio esemplare, perché mentre molti denunciavano evidenti difficoltà, la mia (anzi: il mio) andava avanti senza problemi. Quando vidi l'esemplare secco per terra sono morto anche io. Mi son sentito nel pieno di un fiasco.

Per me, finché non ne sarò davvero convinto, i discus e le razze insieme sono forzatamente conviventi. Ma a fasi alterne soffrono.

Link to comment
Share on other sites

prima di comprarle si devono guardare bene se mangiano, e quell che mangiano. ci sono quelle che mangiano solo il vivo, stano sempre a caccia , quelle che mangiano anche il congelato e anche quelle che ci sono abituate al secco,(granulato, pasticche da fondo). il manto deve essere pulito e mai prendere quelle che hanno le vene capillare o macchie rosse di sangue. e la peste de le razze

Link to comment
Share on other sites

Di queste cose non ne sapevo proprio nulla.

Ho in gola quella che vediamo sempre da Moby Dick, che se resiste lì..... :-w

Però costa troppo...magari la prossima domenica ci andiamo a trattare (ho appena scritto che non mi interessa il genere :yup: )

Link to comment
Share on other sites

Una notte ho sentito uno "splat!" sinistro, ma non ho avuto la prontezza di vedere cosa fosse...purtroppo era la razza che era volata fuori dalla vasca.

eh ma che sfiga.prima l'arowana e adesso la razza....

 

mi preoccupa il fatto del nitrato che in una vasca con discus è sempre problematico tenere sotto controllo... io parto da un problema: l'acqua miscelata che uso per i cambi ha 0,1 di nitrato. percio o si abbonda di cambi o si lascia la vasca praticamente spopolata

Link to comment
Share on other sites

Io ero avvantaggiato perché faccio cambi anche del 50% ogni due/tre gg. In ogni caso penso l'avrei trovata morta al rientro dalle ferie: mangiatoie non funzionanti e niente cibo fresco. @@brex89, ti posso garantire che una volta ambientate, sono loro che ti chiamano per il cibo.

Quando vedevo i primi giorni la razza fare su e giu per il vetro, come se volesse arrampicarsi (sembrano dei pipistrelli), pensavo fosse un problema di ossigeno. Ho sentito @@titi che mi ha detto "E dagli da mangiare, caxxxo!". :>

E così da allora, imparavo a sentire il rumore dell'acqua che spostava quando saltellava, ed ero costretto a svegliarmi, mettere il cibo in vasca (con buona pace della razza) e poi rimettermi a letto. Stupendo.

Ripeto: l'acclimatazione gioca il ruolo chiave nella vita delle razze, ma nel mio caso al ritorno dalla Germania avevo trovato anche il contatore elettrico staccato e l'acqua a 26 °C, nessun problema per la razza, che quindi ha avuto il suo dolce ambientamento.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Le razze d'acqua dolce sono molto belle, ma la mortalità è elevatissima , di solito sono due sono le cause principali:

-avvelenamento da nitrati

-cause naturali

...i nitrati sono mortali ed hanno un effetto più o meno

a lungo termine e causano la morte per deperimento degli organi interni con conseguente

degenerazione del tessuto...in assenza di nitrati le razze hanno un'aspettativa di vita più longeva.....si parla di nitrati perchè sono i valori che si accumulano di più in fondo alla vasca....e anche 10 - 30 mg /l di nitrati la

intossicano e a seconda dell'esposizione, della specie, e della robustezza ( sono "squali" in miniatura

quindi con livelli di resistenza variabili ) si hanno intossicazioni a lungo termine diverse ...... è una

conseguenza fisiologica e citotossicologica comune dei raiformi...

 

Inoltre le razze mal sopportano la presenza dei corydoras e peggi ancora del loricaridi che potrebbero succhiare in continuazione lo strato mucoide superficiale causando danni tissutali...

Link to comment
Share on other sites

La maggior parte dei Corydoras ha un veleno all'interno delle loro pinne per proteggersi dai nemici così come anche i loricaridi, i pesci gatto e i Catfish in generale.... Non é lo stesso veleno di cui le razze sono immuni quindi possono soccombere anche da questo punto di vista....

Link to comment
Share on other sites

La maggior parte dei Corydoras ha un veleno all'interno delle loro pinne per proteggersi dai nemici così come anche i loricaridi, i pesci gatto e i Catfish in generale.... Non é lo stesso veleno di cui le razze sono immuni quindi possono soccombere anche da questo punto di vista....

 

e vero, se penso che ultima che e morta aveva il fegato molto grande ... e possibile un avvelenamento

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.