..::Discusclub.net 2.0::..

0
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)

DISCUS DAY 2013: quando le tradizioni si impongono spontaneamente

admin 10 febbraio 2013


Locandina Ufficiale DISCUSDAY 2013

La Locandina Ufficiale

Anche quest’anno, sottrarsi ad un appuntamento così aggregativo, sarebbe stato un vero peccato, avendo già lo scorso anno fatto l’esperienza di un DiscusDay2012  bellissimo, denso di personaggi e conferenze, dove nessuno si è annoiato. Il viaggio è sempre abbastanza un massacro, perché partiamo sempre intorno alle 2:30-3:00 del mattino, e siamo sempre noi, i soliti noti: emanuele (emanuele nel forum) io, Salvo (tatore nel forum), Fabio Cesolini (dotto nel forum) e quest’anno Roberto Carlini (alvar_hanso nel forum).

DSC00205

 

Emanuele alla guida


DSC00208

Alvar Hanso alla destra del guidatore

DSC00209

A sinistra Emanuele, io a destra, che carico il kit inseparabile per i reportage (macchina fotografica e obiettivi).

DSC00211

Impostiamo il navigatore, direzione Genova Mondo sommerso, Via Bobbio 21, dove siamo arrivati intorno alle 8:30. DSC00213

DSC00212

 

Alcune foto del negozio, che è sempre bello, in ordine, grande  e fornitissimo…non sono necessari commenti.

DSC_0818

DSC_0819

DSC_0820

DSC_0825

DSC_0824

DSC_0823

DSC_0822

DSC_0821

DSC_0826

DSC_0827

DSC_0828

DSC_0830

DSC_0833

DSC_0862

DSC_0861

DSC_0859

DSC_0849

DSC_0851

DSC_0846

DSC_0844

DSC_0764

 

I discus, di provenienza SG DiscusColtura (Andrea Sassi e Antonello Greco, Lainate), pressoché “sold out”, e si aspettava un altro carico perché come si suol dire, sono andati a ruba. Ancora il negozio era chiuso, ma Davide, Donatella e Matthew erano già dentro e ci hanno accolto come speravamo, visto l’anticipo sulla tabella di marcia, e vista la golosa possibilità di fare foto al negozio ancora chiuso al pubblico.DSC_0765

DSC_0766

DSC_0772

DSC_0767

DSC_0779

DSC_0783

 

In basso adesso degli albini, pesci di indescrivibile bellezza ma anche non fotografabili, data la loro peculiare depigmentazione che rende i flash inutili. Ma non ci siamo fermati, e una raffica di click gliel’ho dedicata.DSC_0786

DSC_0787

DSC_0788

DSC_0789

DSC_0790

DSC_0795

DSC_0796

DSC_0800

DSC_0803

DSC_0809

DSC_0810

DSC_0811

DSC_0814

DSC_0816

DSC_0817

DSC00225

DSC00226

 

Ci sono anche loro, i Carassius auratus (o pesci rossi). Non possiamo ignorarli. In fondo dobbiamo a loro l’incipit della divulgazione. Non si comincia dai discus.DSC00239

DSC00244

DSC00254

DSC00250

DSC00223

DSC00215

DSC00220

DSC00214

DSC_0857

DSC_0855

DSC_0853

DSC_0847

DSC_0843

DSC_0842

DSC_0841

DSC_0839

DSC_0838

DSC_0806

DSC_0844

DSC_0846

DSC_0852

DSC_0849

DSC_0851

Anche il marino e alcuni loricaridi erano punte di diamante del negozio davvero tenuto bene, pulito, un gioiello. Ma spostiamoci nell’aula congressi, dove la gente iniziava ad arrivare, per sentire i tre punti cardine dell’incontro:

  • Andrea Sassi: Cosa e come fare per inserire nuovi discus in acquario
  • Livia Giovannoli: Muschi e caridine: questo matrimonio s’ha da fare, con “live” di un nanocube
  • Christian Pedone: NapoliAquatica 2013 la manifestazione dei professionisti per gli appassionati

DSC_0871

DSC_0872

DSC_0873

DSC_0868

 

Livia prepara il materiale per le conferenze, e inizia i ringraziamenti per l’adesione. Devo dire anche quest’anno siamo riusciti ad essere tanti.DSC_0876

DSC_0877

 

Livia Giovannoli (Mondodiscus), Christian Pedone (Manager e CEO NapoliAquatica 2013), Andrea Sassi (SG Discuscoltura Srl)

DSC_0878

Livia ha il piglio di Evita Peron, ma è stata divertente e seria, coinvolgente, simpatica, professionale, insomma Sanremo 2014 potrebbe condurlo senza problemi.

DSC_0881

Le foto in basso sono messe in ordine sparso, non seguono una logica di entrata ma ovviamente noi siamo entrati per primi insieme al team organizzatore, per prendere posti buoni per foto e audio.DSC00263

Io e Alvar Hanso DSC00267

DSC00266

DSC00265

DSC00264

DSC00270

 

“numero10” e “danidiscus”
DSC00269

“Astro” a sx
DSC00271

Numero10 e DanidiscusDSC00272

DSC00278

DSC00284

 

Emanuele, instancabile compagno di viaggioDSC00283

DSC00256

 

Roberto Fornaciari, grande appassionato acquariofilo. Presente nel DISCUSBOOK 03 con il suo allestimento di biotopo OrinocoDSC00257

DSC00258

 

Andrea Sassi, autore dello speech sulle problematiche dell’introduzione, ambientamento, quarantena e possibili patologie dei discus appena acquistati

Iniziano le foto del tema della prima conferenza

DSC_0885

DSC_0887

DSC_0888

DSC_0889

DSC_0891

DSC_0892

DSC_0893

DSC_0894

DSC_0896

DSC_0898

 

In sostanza, ci ricorda Andrea Sassi che l’introduzione di nuovi esemplari non è mai una pratica del tutto indolore, e comporta severi rischi. Questo non dipende soltanto dallo stato di salute dei pesci, ma dalla promiscuità batterica che portiamo in vasca, e dagli anticorpi presenti o no dei vari esemplari.

Il punto più importante della conferenza secondo me è stato quando Andrea Sassi si è spinto su un argomento spinoso ma vero, sintetizzato da me grossolanamente così: la vera quarantena deve servire ad ambo le vasche a “immunizzare” i pesci nuovi-vecchi (di immissione) come una sorta di vaccinazione; tradotto è introdurre sì animali nuovi con ceppi batterici provenienti dalle più disparate zone del mondo, ma bisogna andarci piano, essere molto cauti, perché la reazione immunitaria del pesce è imprevedibile, e in acqua tutto si espande ad una velocità inimmaginabile.

Pertanto possiamo considerarlo il momento determinante del nostro hobby.DSC_0901

DSC_0902

dsc00293

DSC00302

DSC00301

DSC00300

DSC00297

DSC00307

 

Tocca a Livia Giovannoli, col suo tema muschi:caridine, molto caro al pubblico in sala

Muschi e Caridine: questo matrimonio s’ha da fare

Ovviamente non poteva non coinvolgere con una spiegazione strepitosa su come e quanto siano facili da mantenere muschi e caridine insieme, e come sia stato l’acquariofilo per una volta il responsabile di questa bella scoperta, di questa unione eterogenea ma sensata di organismi che non vivono insieme in natura, e che invece sposano benissimo.

Ha affrontato con estrema delicatezza il momento difficile economicamente parlando, offrendo l’alternativa dei nanocube in perfetto stile ZEN (ovviamente scuola Takashi Amano) che seppur non vogliono stipendi per essere allestiti, sono indiscutibilmente belli e mediamente difficili da tenere, con poco dispendio di denaro.DSC_0910

DSC_0915

DSC_0917

DSC_0924

DSC_0922

 

Utilizza un linguaggio accattivante, l’argomento interessa a tutti, piovono domande, un successo! Livia Giovannoli si sofferma con destrezza sul punto cardine del nostro hobby: impegnarsi non vuol dire smanettare di continuo, ma avere occhio e interpretare i segnali in maniera giusta. Le alternative per i senza-tempo cronici ci sono, e lei le mostra tutte. DSC_0921

DSC_0920

DSC_0918

DSC_0927

DSC_0929

DSC_0930

DSC_0931

DSC_0932

DSC_0934

DSC_0940

DSC_0941

DSC_0943

 

Inizia l’allestimento ZEN di un acquario, assistita da…tutti!!! Le donne!DSC_0945

DSC00262

DSC00261

 

I muschi, svariati tipi, offerti per l’occasione dall’Azienda Anubias

DSC00268

Il materiale utilizzato per l’allestimento

DSC_0946

Ecco tutti intorno a Lei (non la vasca, ma la Giovannoli)DSC_0947

 

L’acquario bellissimo ADA, che inizia a prendere forma grazie alle spiegazioni della relatriceDSC_0948

DSC_0953

DSC_0963

DSC_0962

 

Posizionamento del fondoDSC_0959

DSC_0956

DSC_0964

 

Il nostro Fabio (dotto) che aiuta Livia nell’operazione delicata di “impagliamento” dei rami con i muschi presceltiDSC_0966

DSC_0967

DSC_0968

DSC_0970

DSC_0978

DSC_0977

DSC_0975

DSC_0973

DSC_0971

DSC_0982

DSC_0983

DSC_0984

DSC_0985

DSC_0987

 

DSC00333

DSC00331

DSC00330

 

DSC_0994

 

Ovviamente l’acquario era privo del suo elemento più importante: l’acqua. Ma il tempo non aspettava, e noi dovevamo scappare. Congratulazioni alla relatrice, queste sono lezioni che uno sentirebbe dalla mattina alla sera, MA con quella verve. Perché è la chiave di lettura che apre la porta della curiosità.

 

E infine NAPOLIaQuatica 2013, relatore Christian Pedone, CEO, ideatore, e manager storico della kermesse più importante d’Europa.

NAPOLIaQuatica 2013

La locandina ufficiale in inglese

Locandina EN

NaQ2013 - Discus Show

 

DSC00313

DSC_0905

DSC_0906

DSC00315

DSC00321

DSC00327

DSC_0903

 

Christian Pedone ormai sappiamo che è un grande della comunicazione, riuscire a mantenere un progetto così importante sempre in maniera brillante e senza scivoloni vuol dire essere davvero bravi, lungimiranti e pragmatici al punto giusto. Ormai per tutti NaQ è ufficializzata sempre al , E quest’anno non senza un grande ottimismo, Christian Pedone ci ha resi partecipi della fatica che è stata e che sarà NaQ, che nel 2013 giunge alla terza puntata.

DSC_0904Il bello di questo appuntamento con  Christian è stato l’essere entrati grazie a Christian nel “tecnichese” dei giudici, Christian Pedone NON solo ci ha svelato i parametri di giudizio che vengono utilizzati dai giudici durante i contest, ma ha invitato tutti, in base ai parametri, non solo a partecipare al contest se si hanno i requisiti, ma anche a improvvisarsi un pochino giudici.

La sua partecipazione…interattiva col pubblico, con l’aiuto di slides, forse consapevolmente, ci ha illustrato quali sono le categorie stabilite e valide a livello mondiale studiate e riconosciute durante i due congressi a porte chiuse tenuti durante NaQ, che hanno dovuto conciliare le ormai innumerevoli varianti di discus-

E ci siamo divertiti, fra pattern, spotted, albini e Yellow. Credetemi: quando un comunicatore come Christian prende il sopravvento sull’interesse, si rimane coinvolti senza riserva. Pertanto l’arrivederci è a settembre 27-28 e 29, e noi ci saremo!

Con Christian Pedone si è conclusa la bellissima giornata, con la promessa di un arrivederci a Napoli per il prossimo evento acquariofilo.

Concludo con una foto rubata a Mondodiscus:

(da sx: Roberto Carlini, Salvo Franchina, Roberto Fornaciari, Fabio Cesolini, Emanuele Arcangeli, Daniele Veltri)

Grazie a Davide, Donatella e Jonathan per l’ospitalità e l’assistenza.

Ripreso il viaggio per Roma, ormai esattamente una settimana fà a quest’ora si era già a casa, con la ricchezza interiore di un incontro che si è rivelato per l’ennesima volta bello, sano, e “familiare”.

 

Salvo Franchina (tatore)

Foto di Fabio Cesolini

Foto di Livia Giovannoli

Testi e foto di Salvo Franchina

close

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

DISCUS DAY 2013: quando le tradizioni si impongono spontaneamente, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Leave a Comment

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!