Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Coltivare la Catappa!


Recommended Posts

Ciao a tutti! 

mi stanno per arrivare due semi di Terminalia catappa! vorrei avere da voi delle esperienze o conoscenze in merito per quanto riguarda le modalità di coltivazione o le cure necessarie! 

qualcuno l'ha mai avuta una pianta di catappa per sè?? risultati??

ho letto qualcosa in merito ma si trova veramente poco, solo che vuole ambienti caldi - umidi e non troppa luce che la brucerebbe! 

Link to comment
Share on other sites

sinceramente nn so aiutarti, ma essendo di origine tropicale, penso soffra le temperature invernali,se tenuta in casa penso abbia bisogno sempre di un tot ore di luce per completare la fotosintesi, la vedo dura..esperienze nn ne ho, potresti  parlarne con un vivaista..

Link to comment
Share on other sites

Comunque si tratta di albero,di consequenza ha bisogno di molti anni per crescere.

Più aumeta l'età della pianta più aumentano le proprietà contenute nelle foglie e nella corteccia.

I

Link to comment
Share on other sites

si infatti la terrei in casa, per forza in vaso senza piantarla fuori! al massimo in serra, evitando sempre però le stagioni rigide!  Son conscio che non sia semplice come pianta da tenere qua, però visto che mi son capitati questi semi in regalo ci provo! sarà divertente e una bella sfida da pollice verde! :)) però data la delicatezza della pianta e la sua scarsa reperibilità non voglio fare le cose a casaccio! 

Link to comment
Share on other sites

Partire da semi la vedo ardua, visto che parliamo di alberi, in ogni caso occorre

seminare in ambiente caldo umido utlizzando una serra.

M a come leggo tu sei ben organizzato e preparato alla sfida.

Partire da alcune piantine sarebbe stato meglio, inoltre la posizione geografica non ti aiuta.

Al contrario nelle mie zona crescerebbo tranquillamente visto il clima, dove diverse piante tropicali o sub tropicali vengono coltivati.

Link to comment
Share on other sites

procurati terriccio universale e un vaso abbastanza ampio,

il seme dovrebbe essere grassoccio mi pare,

credo che in un anno riusciresti ad ottenere una pianta rigogliosa..

il problema è non tanto farla crescere ma con cosa innaffiarla anche perché con semplice acqua rallenta di molto e non puoi utilizzare fertilizzanti visto che sarà destinata ad uso acquariofilo.

 

Inviato dal mio LG-P990 con Tapatalk 2

 

 

Link to comment
Share on other sites

si sicuramente documenterò l'esperimento se riesce! sperando che almeno un seme germogli..! :yup:

Perciò niente fertilizzanti in caso? perchè altrimenti poi verrebbero rilasciate sostanze nocive in acqua dalle foglie?

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra strano come discorso di non poter utilizzare fertilizzanti, la pianta non gli accumula ma gli usa per crescere.

Poi i fertilizzanti gli usano anche per l'insalata o le carote che mangiamo, non ci siamo avvelenati a pranzo.

Si usano pure i fertilizzanti in acquario per le piante d'acquario.

 

Da profano, non vedo dove sarebbe il problema.

Link to comment
Share on other sites

gli ortaggi non vengono fertilizzati, le sostanze nutritive necessarie per le piante vengono normalmente fornite dal terreno.

Se è carente di alcune sostanze si avrà una minore produzione o, in alcuni casi, la mancata crescita di alcune specie.

Se il terreno è carente di alcune sostanze nutritive è possibile rimediare apportando concimi o usando il compost, che si ottiene praticando il riciclaggio dei residui vegetali, come foglie secche, fiori appassiti, erba, scarti del giardino, alcuni avanzi alimentari delle nostre cucine sono ideali per il come ad esempio gli scarti delle verdure, le bucce della frutta e degli ortaggi, i fondi di tè o caffè, ecc , tutti questi materiali fermentano grazie all'azione dei microrganismi;

Dopo diversi mesi di fermentazione il risultato sarà un ottimo prodotto organico per "fertilizzare" cibi destinati al consumo umano ed animale.

Le carote e insalate che tu mangi vengono coltivati con tutta questa roba.

 

Edited by CarmineVitaglia
Link to comment
Share on other sites

di certo nn dovresti utilizzare medicinali per trattare la pianta se viene attaccata da parassiti o funghi..

Link to comment
Share on other sites

si sono composti che non fanno male ai pesci, ma di certo non puoi irrigare il terreno con quegli elementi....

per il terminalia, il fermo vegetativo e' a 10°C e la morte sui 5°

all'orto botanico ne avevamo qualcuna ma non so che fine abbia fatto anche perché nel passaggio da pianta ad albero, alle nostre latitudini schiatta

 

Inviato dal mio LG-P990 con Tapatalk 2

 

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.