Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Allestimento nuova vasca da 700 litri


Ettore Nappini

Recommended Posts

Eccoci qua, si parte con un nuovo progetto.

Ho sempre avuto in mente una vasca di due metri, ma fino ad oggi problemi di spazio avevano impedito la realizzazione.

Finalmente ho approfittato del cambio di casa per cambiare anche la vasca, infatti, avendo appena finito il trasloco, posso iniziare ad assemblare la vasca da 700 litri.

 

La nuova vasca nascerà dalla dismissione di un Juwel Rio 400, infatti riciclerò i filtri, la strumentazione, il fondo, i legni e qualche pianta della vecchia vasca.

 

L'idea è di realizzare un acquario composto da:

  • plafoniera chiusa con illuminazione T8, per poi passare ai Led;
  • vasca semi artigianale importata dalla Germania di 200 x 60 x 60h con tirante centrale;
  • sfonto Back to Nature Slimline Amazonas;
  • mobile di supporto con struttura in profili di alluminio e pannellature in legno multistrato trattato con flatting;
  • impianto di filtraggio composto da due filtri esterni Eheim (Prof. III 2076 + Prof. III 2078);
  • impianto CO2 con controller pH Dennerle, elettrovalvola, bombola da 2 Kg e tre diffusori;
  • impianto di riscaldamento con controller temperatura Dennerle, cavetto Dennerle da 100 Watt e due riscaldatori Jager da 300 Watt;
  • impianto di ossigenazione con areatore Eheim a due vie 400 l/h e due SHG Oxydator A;
  • impianto UVC con un Ruwal sterilizzatore UVC 20 Watt attaccato al filtro più piccolo;
  • impianto per cambi acqua semi automatico.

Per il cambio acqua utilizzerò il mio impianto ad Osmosi a 6 stadi a cui affiancherò un serbatoio da 300 litri per lo stoccaggio dell'acqua e un sistema composto da due pompe per effettuare il carico e lo scarico dell'acqua.

 

Per quanto riguarda l'allestimento, essendo molto canonico, opterò per un biotopo già collaudato:

  • sabbia bianca/ambrata;
  • legni;
  • più varietà di Echinodorus;
  • Discus ibridi, Corydoras, Cardinali e Ancistrus.

Dovendo posizionare la vasca in un secondo piano senza ascensore, in fase preliminare ho dovuto verificare la tenuta del solaio e pianificare il posizionamento della vasca.

 

Nel prossimo post vi illustrerò le caratteristiche del mobile di supporto.

Edited by Ettore Nappini
Link to comment
Share on other sites

I vetri sono di 12 mm, questa è la vasca:

aquarium-gross.jpg

Non ho detto che utilizzero in contemporanea i due impianti, pobabilmente gli areatori non saranno mai in funzione o al limite lo saranno nei periodi di buio per mitigare un eventuale eccesso di CO2.

 

In ogni caso preferisco dotare l'acquario di un impianto di areazione che mi potra essere utile in caso di necessità o di emergenze.

Edited by Ettore Nappini
Link to comment
Share on other sites

vasca semi artigianale importata dalla Germania di 200 x 60 x 60h con tirante centrale

 

 

gran bel progetto ma ti è convenuto farla arrivare dalla Germania? Vediamo l'evolversi complimenti

Link to comment
Share on other sites

vasca semi artigianale importata dalla Germania di 200 x 60 x 60h con tirante centrale

 

 

gran bel progetto ma ti è convenuto farla arrivare dalla Germania? Vediamo l'evolversi complimenti

 

Si, non volendo realizzarla da me, alla fine il prezzo è il migliore che ho trovato.

Link to comment
Share on other sites

Ohhh che bella! Seguiro con interesse!!!

Aggiornaci ad ogni passo mi raccomando! Non vedo l'ora di vederla in acqua!

 

 

Comunque visto quello che hai scritto sembra che ci hai pensato un bel po' sembri preparato.

La CO2 non so bene a cosa di servirà perché le piante che hai citate possono stare benissimo senza, ma forse lo vuoi usare per controllare il PH?

Che parametri di acqua di rete avrai nella casa nuova?

Link to comment
Share on other sites

un bell vascone, con 60 di profondità poi giocare come ti pare con il layout. io farei al contrario , ossigeno sempre acceso e il CO2 quando serve . pero ogni uno con la sua gestione.

Link to comment
Share on other sites

La Co2 mi servirà sia per le piante, dato che non userò fondo fertilizato ma pasticche localizzate, sia per aggiustare il pH tramite il rilascio controllato dal Dennerle ControllerpH Evolution DeLuxe.

 

Per quanto riguarda l'areatore, se mi servirà un immissione costante di ossigeno o meglio se dovrò disperdere CO2 utilizzaro l'effetto Venturi su una delle due mandate dei filtri.

 

Comunque questi sono aggiustamenti che vedremo a vasca allestita.

 

Per ora non ho avuto il tempo di misurare i valori dell'acqua, per le vasche allestite utilizzo osmosi + sali.

Edited by Ettore Nappini
Link to comment
Share on other sites

mi raccomando a nn riempire l'acquario di piante,perchè se ti capita di fare una termoterapia te le giochi tutte, diciamo che le echinodorus bleheri sono quelle che si adatto di più alle temperature dei discus..lo sai penso che gli oxidator lavorano per saturazione,una volta che l'acqua è satura di ossigeno,smettono di funzionare con le temperature dei discus consumerai parecchio perossido,poi dovrebbe ossidare e far precipitare il ferro, gli areatori svolgono tranquillamente la loro funzione di scambio con l'esterno..

Link to comment
Share on other sites

mi raccomando a nn riempire l'acquario di piante,perchè se ti capita di fare una termoterapia te le giochi tutte, diciamo che le echinodorus bleheri sono quelle che si adatto di più alle temperature dei discus..lo sai penso che gli oxidator lavorano per saturazione,una volta che l'acqua è satura di ossigeno,smettono di funzionare con le temperature dei discus consumerai parecchio perossido,poi dovrebbe ossidare e far precipitare il ferro, gli areatori svolgono tranquillamente la loro funzione di scambio con l'esterno..

Per quanto riguarda le piante, le echinodorus per ora non mi hanno mai dato problemi, anzi con CO2 e pasticche avevo problemi di eccessiva crescita.

 

Per l'oxydator sono d'accordo con te, non mi sembra di aver rilevato grossi benefici, anzi ho verificato che se li lascio stare per qualche tempo me li ritrovo pieni di sporcizia, quindi probabilmente non li metterò in vasca.

Link to comment
Share on other sites

nella mia mente non riesco ad associare un vascone cosi' grosso con dei discus ibridi , sarebbe un bel vascone per dei wild un bel gruppo folto , se hai possibilità di stoccare molta acqua come dici tu...lo hai mai preso in considerazione?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.