Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

pH basso che fare?


Maury62

Recommended Posts

Ho letto in un topic una questione che interessa anche a me riguardo un problema che ha @@Wado e ne ha parlato con @@titi.

Probabilmente riguarda anche molti altri:

Faccio il cambio: pH 6;00 se aspetto 7 giorni per fare il cambio me lo ritrovo al 4,5 o anche meno. La conducibilita' resta abbastanza stabile (300 microsiemens). Non ho mai visto i pesci risentirne

visivamente ma mi chiedevo: l'unico metodo per una certa stabilità sta nel fare cambi ogni tre giorni?

Ho dato un'occhiata ai filtri per vedere se erano troppo sporchi, ma li ho trovati a posto.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 18
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tony81

    4

  • Wado

    3

  • adcc

    3

  • Monitrilla

    2

Top Posters In This Topic

Purtroppo non si può fare molto penso, perché i discus sono sporcaccioni e comunque spesso in troppi nelle nostre vasche, per questo motivo abbiamo spesso 2 o più filtri.

Ma i filtri proprio per la loro attività consumano i carbonati, quindi aumentare i filtri vuole dire aumentare il consumo di carbonati e quindi la necessità di reintegrarli con cambi regolari per non avere crolli di ph.

 

I discus di sicuro stanno bene con questi valori, 4,5 o 5... Ma sono i loro compagni che non lo gradiscono bene... i cory e tutti i Loricaridi non tollerano molto questi valori.

 

Quello che mi chiedo io e se c'è un limite alla caduta del ph?

Voglio dire, se mettessi un terzo filtro, finirei a 3?

Link to comment
Share on other sites

penso sia l'unico metodo immettere "carbonati freschi" per tenere a bada l'abbassamento del ph visto che fanno da tampone, ed aiuta a smaltire il fosfato che abbassa anch'esso il ph, oppure abbassare le concetrazioni di torba usata nella stabulazione, oltre un certo limite il ph nn va' perchè si ferma al limite delle sostanze acidificanti che sono presenti in acquario..

Link to comment
Share on other sites

la butto lì, mettere la CO2 potrebbe fornire la sorgente di carbonati che viene mangiata dai filtri? se no,in che forma li integrereste?

li introduci con acqua con un kh superiore a zero, la CO2 è un anidride è un acido quindi abbassa il ph nn lo alza..

Link to comment
Share on other sites

non stavo parlando di alzare o meno il pH,lo so che la Co2 acidifica, ma ho letto da qualche parte (non ricordo dove adesso), che potrebbe costiturie una fonte di carbonio utile per formare bicarbonati per possano compensare il calo del kH. Non ho idea di che reazione chimica possa esserci dietro, mi chiedevo se la cosa risulta anche a voi.

La Co2 in acqua dovrebbe scindersi in H+ e HC03- cioè ione idrogeno (responsabile dell'acidificazione) e ione bicarbonato. Questo, legandosi con eventuali ioni di calcio o di altro tipo crea bicarbonati che implementano il kH. E' una caxxata o ha un senso?

Link to comment
Share on other sites

come fa a formare carbonati se nn c'è un'immissione di calcio o magnesio o potassio responsabili del valore del kh che misuriamo abitualmente, l unico metodo secondo me è introdurre quei sali che ti ho elencato..

Link to comment
Share on other sites

a quanto hai il KH? sia nell'acqua nuova che usi per fare i cambi ( anche se fai osmosi+sali o osmosi + rubinetto)

 

inoltre a quanto hai il KH in vasca?

 

Ci sono piante? Quanta e quale luce usi?

Link to comment
Share on other sites

Vasca 330 lt. acqua miscelata 50% rubinetto 50% osmosi circa 170 microsiemens; kH se non ricordo male 2.

Nella vasca kH1 e conducibilità intorno ai 300. 54wx 2 (metà sistema)di illuminazione x 7 ore. Ora (ma da una settimana) niente piante.

Prima un pò' di echinodorus bleheri e hygrophila polysperma. Le galleggianti che ho usato fino ad un mese fa non mi hanno modificato i valori.

Niente rocce.

Ciao Max!

Link to comment
Share on other sites

scusa il ritardo nella risposta. A prima vista direi che il problema è nel KH troppo basso in partenza, il/i filtro/i e le piante abbassano ulteriormente il KH e quindi senza tampone il PH non è più gestito, la torba probabilmente fa il resto. Puoi provare a miscelare l'osmosi cambiando la% tipo 30 osmosi e 70 rubinetto durante i cambi. Oppure lasciando invariate le % usare un KH plus per aumentarlo.

 

Il massimo sarebbe fare cambi più frequenti e magari meno corposi, ma è sempre problematico per ragioni di tempo. Se ivicino alla vasca hai la possibilità di fare carico e scarico potresti anche pensare ad un cambio automatico.

Link to comment
Share on other sites

Ci fai brillare l okkietto con qualche foto grazie Maury. Sempre in gamba ehhh. Saluti hiron (na)

 

una foto del pH ???

 

non mi ricordo chi, una volta mi aveva detto di mettere un pezzettino di corallo nel filtro. l'acidità del acqua l'ho fa scogliere piano piano rilasciando i carbonati e creare un tampone

Link to comment
Share on other sites

Si, Titi...me lo aveva raccomandato Gobel in una conferenza a Mediterranea Discus 2007, aveva. Inventato un piccolo tubicino da collegare ad un areatore da riempire con sabbia corallin e questo avrebbe fatto sciogliere lentamente i carbonati impedendo un crollo del pH.

E' sufficiente comunque in una vano del filtro metterci una manciata di sabbia corallina o roccia dolomitica.

 

O ancora tagliare meno L'acqua del rubinetto e tenere un KH di 4.... Credimi Maury avrai meno problemi: oltretutto con il pH che hai ora le piante non reggono assolutamente

Link to comment
Share on other sites

Si, Titi...me lo aveva raccomandato Gobel in una conferenza a Mediterranea Discus 2007, aveva. Inventato un piccolo tubicino da collegare ad un areatore da riempire con sabbia corallin e questo avrebbe fatto sciogliere lentamente i carbonati impedendo un crollo del pH.

E' sufficiente comunque in una vano del filtro metterci una manciata di sabbia corallina o roccia dolomitica.

 

O ancora tagliare meno L'acqua del rubinetto e tenere un KH di 4.... Credimi Maury avrai meno problemi: oltretutto con il pH che hai ora le piante non reggono assolutamente

 

Mi interessa questo argomento! Che quantità si può mettere, non c'è pericolo di metterne troppo?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.