Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Costruzione di un demineralizzatore a resine


gio87

Recommended Posts

Come da titolo ho in mente di costruire un demineralizzatore a resine cationiche e anioniche, direte perche ?? se esite gia l'impianto a osmosi ? subito !

 

riuzione degli sprechi di acqua con questo tipo di impianto viene trattato il 1005 dell'acqua immessa.

 

riduzione dei tempi, lo scambio e' molto piu veloce

 

riduzione di corrente (non mi serve piu una pompa da 8 bar per pompare acqua attraverso la membrana.

 

contro occorre tempo per rigenerare le resine, impianti esistenti sono costosissimi rispetto all'osmosi. occorre monitorare spesso i valori dell'acqua kh/gh per capire quando le resine incominciano a saturarsi.

 

in ogni caso ho trovato le resine che mi occorrono e l'idea e' quella di realizzarci l'impianto suddetto con un prefiltro a carboni attivi e uno a cotone da 5 micron di quelli utilizzati per l'osmosi.

 

chi ha idee su dove reperire i boccali per il suddetto impianto o di come costruirseli ?

 

stavo pensando andrebbero bene i normali contenitori atlas per impianto osmosi i classici bicchierozzi ??? che capacita' hanno quelli da 10 '' ?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 20
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • gio87

    9

  • tony81

    6

  • Missingstar

    2

  • Teskio74

    2

Top Posters In This Topic

Posted Images

si si certo tutte e due resine forti

 

fa schifo ma ecco uno schemino al volo di come dovrebbe essere

 

post-2182-0-76461000-1338485682_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

dici che si consumeranno uniformemente utilizzando dei bicchieri così http://www.acquaefiltri.com/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage_gd1.tpl&product_id=64&category_id=1&option=com_virtuemart&Itemid=17&lang=it al passaggio dell'acqua? o la pressione dell'acqua sarà in grado di smuovere e utilizzare tutta la resina?

io pensavo ti volessi fare tutto da zero usando dei tubi lunghi con i vari rubinetti..

Link to comment
Share on other sites

l'idea iniziale era di farmi tutto da solo ma mi sono accorto che questi tipi di filtri conviene piu a prenderli fatti che farseli.

 

li avevo visti anche io quelli ma non ho capito bene come funzionano

 

questi da te postati e questi :

 

http://www.depurweb.it/product/900/SENIOR-PLUS-10-2P-AFO-SX-AS-3-4-.html

 

http://www.depurweb.it/product/934/SENIOR-PLUS-10-3P-SX.html

 

sono uguali o ci sono delle differenze oltre il doppio del prezzo ? a me interessa il modo di passaggio dell'acqua... se qualcuno lo sa mi illumini per favore

 

l'ideale sarebbero due di questi vuoti compreso l'interno vuoto da poter riempire con le mie resine.

 

http://www.acquaefiltri.com/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage_gd1.tpl&product_id=22&category_id=6&option=com_virtuemart&Itemid=17&lang=it

 

oppure due bicchieri di quelli sopra con delle cartucce interne sempre da riempire come serve

Link to comment
Share on other sites

mi sembrano fatti meglio più curati ed hanno valvola di sfiato in più c'è la marca dai un occhiata anche a questi..http://www.forwater.it/index.php?cPath=319_349, ti parlavo del passaggio dell'acqua perchè se lo fai a caduta sfrutti meglio le resine entrata dall'alto uscita dal basso diciamo che l'acqua ha un passaggio obbligato

Link to comment
Share on other sites

Ti conviene chiedere sempre preventivando che le resine, oltre al costo ingente, vanno rigenerate con acidi forti che non tutti i contenitori possibilmente riescono a sopportare il potere corrosivo, soprattutto lì dove vedo rami e ottoni filettati. occhio sempre a questi particolari.

Francamente hai ragione ( @@gio87 )per spreco e tutto, ma alla fine della fiera bisogna sempre vedere l'uso che se ne fa. Acqua a conduttività zero non serve, ma per la riproduzione di killi, per piante carnivore, per diavolerie da laboratorio sì. Dicasi la stessa cosa per la rigenerazione. E per la durata delle resine. Che conduttività hai di default?

Link to comment
Share on other sites

salvo non e' un problema di quantita' io ho a casa un 550l che oramai ho lasciato a se stesso perche non posso mettere piante esigenti ne posso impazziere ogni cambio con un impianto osmosi classico per fare un cambio e far lavorare la pompa 4-5 ore al giorno per 3-4 giorni, ci ho rinunciato. considerando poi che qui a chieti invece ho 2 vasca per 100 litri netti e che spendo 120 euro di acqua osmosi l'anno dal negoziante perche non posso avere un altro impianto osmosi. fare una cosa del genere me lo ripago in un anno ;)

 

 

i rigeneranti costano 4 soldi ;) di parla di max 1 euro per rigenerazione con questi volumi di resina.

Link to comment
Share on other sites

bella l'idea ma non so se ti conviene farlo, io ci sto seriamente pensando! guarda questo ....

 

http://www.ebay.it/i...984.m1423.l2649

 

impressionante con questo risolvo tutto al volo spendendo anche meno. peccato che non so nnt di tedesco... 1l solo di resina mi pare poco... bisogna anche vedere quali tipi hanno di resine.

e mi pare manchino comunque di tubi e rubinetti vari ma se e' cosi con 120 euro lo hai finito senza impazzimenti. tanto dal conto che ho fatto mi costerebbe piu o meno quella cifra.

 

cosa hai scritto per trovarlo ?

Edited by gio87
Link to comment
Share on other sites

io ragazzi in casa ho oltre al mio impiantino osmosi ho un impianto di decalcificazione , non so bene di preciso cosa sia ma so che al suo interno ci sono delle resine che vengon rigenerate ogni tot ore autonomanente con acqua e sale , il mio impiantino ad osmosi è messo prima di questo decalcificatore , mettendolo dopo avrei benefici?

Link to comment
Share on other sites

datti uno sguardo..http://www.ebay.it/s...onenaustauscher

che impianto osmosi hai? da quanti GPD è la membrana?

 

l'impianto e' vecchio mi pare 60 /80 litri ma non ricordo sono oramai piu di 10 anni che lo ho

il link e' ottimo vedo che ce ne sono di tutte le dimensioni ma come temevo quello da 1 litro e' piccolo e quello da due costa 150 e passa (ancora accettabile comunque... ci faccio un pensierino nei prossimi mesi)

io ragazzi in casa ho oltre al mio impiantino osmosi ho un impianto di decalcificazione , non so bene di preciso cosa sia ma so che al suo interno ci sono delle resine che vengon rigenerate ogni tot ore autonomanente con acqua e sale , il mio impiantino ad osmosi è messo prima di questo decalcificatore , mettendolo dopo avrei benefici?

 

certo meglio dopo che prima, toglie molti cationi e aiuta quindi a diminuire lo scarto di acqua del tuo impianto, e rovini meno la membrana e i prefiltri

Edited by gio87
Link to comment
Share on other sites

mi sono documentato sull addolcitore che ho in cantina ed ho letto che la resina contenuta in esso ha la proprietà di legare Ioni calcio e magnesio presenti nell acqua e di cedere in cambio Ioni di sodio. questo prima del impianto ad osmosi che ho..

Link to comment
Share on other sites

ma nn l'hai mai cambiata la membrana? con la booster e questa membrana secondo me risolvi parecchi dei tuoi problemi..http://www.acquaefiltri.com/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage_gd1.tpl&product_id=76&category_id=17&option=com_virtuemart&Itemid=17&lang=it

ma nn arrivare a 8bar mi sembra esagerata come pressione

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.