Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Le alghe cause e soluzioni


  

7 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Spesso appaiono nei nostri acquari e sono dovute a vari fattori su di tutto un errata gestione di tutto il sistema acquario ma vengono a mancare in ambienti oligotrofici..rispondete al sondaggio e descrivete la vostra esperienza con le aghe e con quali tipi di alghe avete avuto a che fare..

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tatore

    5

  • tony81

    3

  • titi

    1

  • brex89

    1

Top Posters In This Topic

Ho imputato la causa ai troppi nutrienti e alla luce errata, e ho votato: correggendo il tiro con la corretta illuminazione e mettendo piante a crescita rapida.

Le alghe, a parte il primo periodo della vita biologica di un acquario che le vedo come benvenute, sono onnipresenti, anche in natura. Contrastarle vuol dire puntare sull'unico punto che fa la differenza tra di esse e gli organismi superiori (le piante): l'alga è quasi sempre una colonia di unicellulari, mentre le piante sono organismi più complessi, quindi spesso possiamo considerarle (le alghe) parassiti delle piante, perché antagoniste nell'assorbimento di elementi e fotosintesi.

Da qui inizia la lotta.

Link to comment
Share on other sites

io ho votato per la luce esterna e come rimedio i cambi cospiqui...fortunatamente non ho mai avuto grossi problemi di alghe con i discus,anzi da quando ho messo gli acquari in stanze cieche di alghe manco l'ombra...però nel malawi sono infestato da alghe e ciano,perchè l'acquario è posizionato tra 2 finestre ed onestamente lo seguo malissimo a livello di gestione...

Link to comment
Share on other sites

a me il problema de le alghe avevo solo al inizio, diciamo da principiante. quando i filtri e microfauna non erano formate. una volta stabiliti i valori non ho avuto problemi de alghe. cosi ho votato la gestione approssimativa

Link to comment
Share on other sites

brex89[/color]' timestamp='1335023795' post='59749'] però nel malawi sono infestato da alghe e ciano,perchè l'acquario è posizionato tra 2 finestre ed onestamente lo seguo malissimo a livello di gestione...
Ma il malawi deve essere l'antitesi della pulizia da alghe, perché quasi tutti i ciclidi del Malawi sono alghivori. In quel caso luci errate ed esposizione alla luce diretta sono benvenuti. Se però si hanno sufficienti ciclidi, altrimenti, ovviamente, diventa una latrina l'acquario. Il Malawi ben fatto è quasi indipendente e soprattutto spettacolare. Non dimentichiamo che alcune Aulonocara costano piu dei discus.
Link to comment
Share on other sites

Ho votato gestione approssimativa.Per "combattere" le alghe ci vuole L'azione congiunta di più fattori

sicuramente la luce errata o solare gioca un ruolo importantissimo,ma importante e combatterle facendogli

mancare il nutrimento introducendo piante oppure se non dentro la vasca anche il Pothos

poi i cambi importanti per diminuire fosfati e nitrati.

Si possono tenere sotto controllo ma non sconfiggerle.

Link to comment
Share on other sites

saba[/color]' timestamp='1335027138' post='59759'] Si possono tenere sotto controllo ma non sconfiggerle.
Sono d'accordissimo con te. Anche perché un minimo sono a testimoniare che l'acqua è biologicamente a posto. Ribadisco: ci sono anche in natura, e non si può pensare di NON averne per niente.
Link to comment
Share on other sites

dovevo metterci anche l uv come soluzione per esempio contro esplosione algali come il volvox, comunque che nn si debellino del tutto è vero, io ho avuto problemi per via di lampade sbagliate dette fitostimolanti ma che alla fine sono algostimolanti..

Link to comment
Share on other sites

A volte diventano algostimolanti quando finiscono di essere fitostimolanti. Ricorda sempre che, mentre le colonie di cellule fotosintetiche hanno più speranze di sopravvivere adattandosi ai più disparati spettri luminosi, le piante con una precisa, specifica biologia e necessità, quando il tubo finisce la sua vita (che a occhio nudo è pressoché impossibile da capire) iniziano a deperire, non potendosi adattare ...troppo (perché comunque tutti gli esseri viventi hanno una soglia di tolleranza più o meno ampia).

Io ho subito i ciano sulla sabbia bianca, se sbaglio illuminazione, perché anche la sabbia fa da riflettore, e i cianobatteri si aggregano stupendamente se non ci sono sufficienti piante. In quel caso bisogna cambiare strategia.

Link to comment
Share on other sites

anche l acqua ambrata può essere una soluzione per evitare l insorgere delle anche visto che limita la penetrazione della lucee il ph acido?

Link to comment
Share on other sites

tatore scusami come hai posto rimedio ai batteri con la sabbia bianca?????

li sto avendo ora io........quando sifono per i cambi d'acqua cerco di portarne via ......sia di sabbia che di batteri.....e la sabbia ha una puzza infinita......come sei riuscito a debellarle???

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.