Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

come ottenere i valori ottimali....adesso e per i cambi


Recommended Posts

ciao cari amici mi accingo ad inserire in vasca un piccolo brancodi discus,

 

ho controllato i valori affinchè possano trovere un ambiente il più possble simle a quello delle vasce dove già stanno

 

mei valori son ph 6,5 kh4 no3 bassissimi conduttività(o conducibilità?)116

 

i valori della vasca dove si trovano adesso sono ph 7 kh 5 conduttività circa 350

 

qual'è il passo migliore da fare per ottenere i valori desiderati?

 

aggiungere solo acqua di rubinetto? :huh:(che ha un ph di 7 kh 13 e conduttività 650) in caso positivo basterà solo farla stabulare in vasca per 24 ore??

 

aiutatemi speravo di poter andare a prendere i pesciolotti domani ma vorrei prima avere i valori impeccabili.grazie ps non riesco a modificare il titolo del post.ha errori di battitura a causa del mio dito dolorante.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 18
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tony81

    4

  • giusy

    4

  • tatore

    3

  • Missingstar

    3

Top Posters In This Topic

io li farei un ambientamento goccia a goccia in un recipiente, dove i pesci staranno sdraiati con un pò d acqua dei sacchetti e poi dalla vasca con un tubo per areatore immetti acqua nel recipiente goccia a goccia controllando la temp a la conduttività e dopo una mezz'oretta quaranta minuti..poi potrai prenderli e spostrli in vasca..i valori del tuo acquario e quelli di partenza nn sono molto lontani

Link to comment
Share on other sites

io li farei un ambientamento goccia a goccia in un recipiente, dove i pesci staranno sdraiati con un pò d acqua dei sacchetti e poi dalla vasca con un tubo per areatore immetti acqua nel recipiente goccia a goccia controllando la temp a la conduttività e dopo una mezz'oretta quaranta minuti..poi potrai prenderli e spostrli in vasca..i valori del tuo acquario e quelli di partenza nn sono molto lontani

 

Esattamente valori non troppo lontani, ti basta fare un cambio oggi con acqua di rubinetto un pò più dura

Link to comment
Share on other sites

basta quindi fare un cambio con acqua solo di rubinetto,quanti litri?basta acqua stabulata o meglio con il condizionatore?

carlo ti ho mandato una e mail molto simile...stesera allora procedo..........

Link to comment
Share on other sites

giusy basta un 20 % con acqua di rubinetto, in ogni caso proprio se vuoi avvicinarli il più possibile, perchè andrebbero bene anche cosi, basta solo un lento passaggio.

Link to comment
Share on other sites

ragazzi ho una domanda da porvi : mettiamo caso di avere due liquidi uno a ph 7.0 kh 4 e uno ph 6 kh 4 per ottenere un ph 6.5 faccio 50 e 50 ??

Link to comment
Share on other sites

ragazzi ho una domanda da porvi : mettiamo caso di avere due liquidi uno a ph 7.0 kh 4 e uno ph 6 kh 4 per ottenere un ph 6.5 faccio 50 e 50 ??

 

miscelando puoi sistemare solo il KH, il ph è molto piu' volatile purtroppo -__-

Link to comment
Share on other sites

purtroppo con la mia vecchia vasca non mi sono mai trovato col " problema " ph , rubinetto - stabulavo e vasca , ora visto che domenica prossima inserirò i dischi , sto preparando la vasca di stabulazione , con anche il filtro caricato a torba e mi chiedevo quanta all incirca ne devo mettere , in questa fase di avvio ho inserito della torba direttamente nei filtri della vasca , però ora la toglierò , magari faccio 2 proporzioni coi grammi usati per i litri della mia vasca , con i litri della vasca di stabulazione..

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo il pH in vasca, che sia livellato o meno, dopo un cambio è destinato a farsi i conti con il laboratorio chimico che è l'acquario, pertanto c'è poco da fare. Possiamo impegnarci a mantenere dei valori di durezza carbonatica che permettono al pH di modularsi ai valori desiderati, ma non di più.

La stabulazione è necessaria tra le mille cose anche per togliere all'acqua e agli ioni H+ l'aggressività che conferisce loro un processo di osmosi inversa (infatti normalmente l'osmosi appena prodotta è acida (finto-acida), mentre l'acqua appena erogata dalla rete idrica ha i gruppi ossidrilici OH- che conferiscono il valore di alcalinità all'acqua, ma solo temporaneamente per via della forte ossigenazione) insieme all'acqua di rete. Si modula la durezza, si mette a riposare il liquido, e se proprio vogliamo dare una mano all'acqua a prendere i giusti connotati...tropicali, un pochino di torba in un filtro, o due foglie di katappa abbandonate nel recipiente e via.

Nel caso di Giusy trovo strano questo rapporto tra °dKH e conduttività (o conducibilità..fa lo stesso)

giusy[/b]' timestamp='1326628750' post='50016'] mei valori son ph 6,5 kh4 no3 bassissimi conduttività(o conducibilità?)116
.

Nel caso di Giusy direi che 60% di osmosi e 40% di acqua di rete è perfetto, se vuole mantenere valori simili a quelli di Carlo, dalle cui vasche provengono i pesci.

Col tempo, quando diventano grandini, puoi iniziare a fare 70% osmosi e 30% rete.

Il pH per scendere in maniera naturale sotto il 7, comunque, deve essere in ambiente con durezza carbonatica NON superiore a 3 °dKH.

Link to comment
Share on other sites

quindi tatore in una vasca avviata da tempo con una durezza carbonatica inferiore a 3 gradi il filtro tende ad abbassare il ph da solo?

Link to comment
Share on other sites

il filtro tenderà come si dice a 'mangiare i carbonati' (kh)e quindi a far scendere il ph visto che questi 2 elementi sono collegati, ma tutto è legato al potere di ossidoriduzione da dove i batteri traggono l energia attraverso anche l ossigeno per poter ossidare i composti azotati come l ammoniaca prima i nitriti poi e il prodotto finale sono i nitrati che sono i sali dell acido nitrico che è un fortissimo acido che abbassa la durezza carbonatica cioè il kh..spero di nn aver detto c******

Link to comment
Share on other sites

il filtro tenderà come si dice a 'mangiare i carbonati' (kh)e quindi a far scendere il ph visto che questi 2 elementi sono collegati, ma tutto è legato al potere di ossidoriduzione da dove i batteri traggono l energia attraverso anche l ossigeno per poter ossidare i composti azotati come l ammoniaca prima i nitriti poi e il prodotto finale sono i nitrati che sono i sali dell acido nitrico che è un fortissimo acido che abbassa la durezza carbonatica cioè il kh..spero di nn aver detto c******

 

e giustissimo , e questo che provo anche o a dire, non servono i prodotti e ne CO2 ​per acidificare l'acqua , basta un coretto funzionamento del filtro

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente si, va tutto per fortuna a nostro vantaggio.

Anche se, ovviamente, un pH che è basso per un sovraccumulo di fosfati o un filtro sovradimensionato (non è detto che sia sempre un ottimo espediente)a mio avviso non è un ambiente salubre al 100%. In parte possono concorrere, è vero pure che è meglio NON aumentare la dose di anidridi mettendone altra, ma è pur vero che se si ha paura (è solo un esempio) di mettere una porosa perché lo scambio da aumentare il pH questo è segno che l'acqua è carica di composti azotati. Comunque un filtro che lavora ti mantiene il pH (con

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente si, va tutto per fortuna a nostro vantaggio.

Anche se, ovviamente, un pH che è basso per un sovraccumulo di fosfati o un filtro sovradimensionato (non è detto che sia sempre un ottimo espediente)a mio avviso non è un ambiente salubre al 100%. In parte possono concorrere, è vero pure che è meglio NON aumentare la dose di anidridi mettendone altra, ma è pur vero che se si ha paura (è solo un esempio) di mettere una porosa perché lo scambio da aumentare il pH questo è segno che l'acqua è carica di composti azotati. Comunque un filtro che lavora ti mantiene il pH (con

Edit: volevo infatti aggiungere che qualche mese fa, ho notato che con l'acqua tenerissima, e il filtro gigantesco interno il pH era sopra il 7, e pur tarando le sonde 50 volte non scendeva...ho capito che qualcosa non andava, ed era così. Delle liane in vasca marcivano...ma è un discorso troppo lungo. Volevo solo farvi puntare l'attenzione sull'incredibile equilibrio biochimico che c'è in vasca. A nostra insaputa spesso.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
    • Gattosilvestro
      Allora spiego un po meglio la situazione  comprai 2anni fa circa 3 discus gia grandi di cui si era gia formata una coppia  li separai in acquario di comunita e anda tutto bene i piccoli dischi sono arrivati alla grandezza di un centesimo€ spostati in altra vasca piano piano sono morti tutti.decido di prendere un cubo solo per la coppia laddove hanno continuato a deporre moltissime volte ma senza risultati poi ho pensato di cambiare maschio (quello attuale) e depongono 1 volta a settimana dopo un po di mesi spoto tutto in acquari di comunita separati cn una reta e la trafila continua senza esito positivo  ora invece avendo a diposizione un 30o litri li ho spostati li dove la trafila continua puntuale ogni 7/10gg  stavo pensando di ricambiare maschio dato che con quello 1 volta era andata a buon fine  poi qualcuno sa dirmi che valori devo usare per far riposare la femmina che credo si stremata dalle continue covate spero do essere stato chioro e di non essermi dilungato saluti
    • tatore
      Ciao, le uova bianche no, sono già andate. Una coppia esperta le elimina selettivamente, per evitare che ife e miceti si propaghino sulle uova vicine, le altre ancora è presto per dirlo. Ancora qualche giorno e vedrai. Se le stanno a ventilare comunque stanno a fare prove tecniche. I valori sono ottimali. Le premesse ci sono tutte comunque. L'embrione cresce abbastanza velocemente quindi dovresti vedere a breve il punto nero dentro le uova. Le non fecondate imbiancano quasi subito.
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.