Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

deposizione con picco di nitriti e nitrati


vincenzo scognamiglio

Recommended Posts

ciao a tutti come da titolo ho una coppia in un cubo da pochissimo avviato e stasera ha deposto ho misurato i nitriti e nitrati e mi sono accorto che forse è iniziato l'avvio del filtro no2 2,0 no3 50mg/litro non ho speranza vero :046:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • vincenzo scognamiglio

    5

  • tatore

    3

  • fabrizio sanelli

    2

  • sane84

    1

Top Posters In This Topic

li sto seguendo non un particolare patimento e poi credo che si chiami picco perche piu di quello che sono arrivati credo che non vadino

Link to comment
Share on other sites

Vincenzo, coi nitrati a 50mg/lt penso che i pesci passeranno il picco, se stanno bene, anche se eventuali spike di ammoniaca potrebbero ucciderteli senza preavviso. Non so se il cubo era con acqua a valori da ripro (tenera e acida), ma a me è successo di aver dovuto tenere una coppia in valori simili ai tuoi per mancanza di spazi e vasche mature, e ci sono rimasti per oltre 10 giorni ( @@titi testimone). Alla fine la vasca si è avviata...ma non penso che ci fosse stato scampo per i piccoli. Poi non so....

Per molti allevatori tedeschi non è mai stato un problema far maturare le vasche proprio usando i discus, ma è pure vero che hanno gli strumenti per ovviare ad eventuali imprevisti (vasche mature, acidificanti per l'ammoniaca ecc....).

Link to comment
Share on other sites

Francamente penso di diventare impopolare a dirti certe cose, ma oltre a tenerti sempre pronto, mantenere un'ottima areazione ed eventualmente un acidificante...boh, che dirti? Come sono queste vasche? Classico cubo con filtro ad aria?

Link to comment
Share on other sites

no cubo con il classico filtro all'italiana a 4 scomparti gia pronto acido fosforico nella misura di 2,5ml per 100 litri abbassa di un punto il ph

Link to comment
Share on other sites

li sto seguendo non un particolare patimento e poi credo che si chiami picco perche piu di quello che sono arrivati credo che non vadino

 

non per essere pessimista, ma secondo quali dati pensi che non vadano oltre? se è un picco significa che ha delle pendenze in salita e in discesa, tu hai misurato 2 ppm, ma magari sei ancora in fase ascendente, e chissa dove arriveranno, oppure in fase discendente, magari erano anche a 10, o 100 ppm, chi può dirlo...

 

per tracciare un picco ( questa è geometria) servono almeno 3 punti, che sono la partenza, il punto di massima e la fine, più se ne hanno più si può tracciare meglio il picco e capire qual' èveramente il massimo...

 

tornando a noi, come ha detto fabrizio, me ne fregherei della covata ma mi concentrerei sugli adulti, se l'inquinamento da nitrito dura poco non avrai conseguenze, ma se dura più di tre giorni io avrei paura, da qui la domanda: vale la pena rischiare? fossi in te sposterei la coppia...

Link to comment
Share on other sites

acido fosforico,nitrati alti,...... è una gestione delle vasche che sinceramente non condivido,se il filtro non è pronto non vedo perchè rischiare.a meno chè non sono in emergenza.poi per abbassare il ph con valori di riproduzione,normalmente tengo i Us sotto i 100,mi basta acidificare con un po' di torba per ottenere un ph a 6 o meno mi sembra tutto molto piu' semplice,ma il mondo è bello perchè vario dunque.......

Link to comment
Share on other sites

Per me avete ragione tutti, ovviamente, non sono propenso alle soluzioni di questo tipo se ho la possibilità di farli stare meglio.

Parlo così con Vincenzo mentre mi preoccuperei di altri utenti perché Vincenzo è (se non sbaglio) un allevatore a livello amatoriale che ha al suo attivo parecchie vasche. La presenza di 50mg/lt di nitrato mi fa credere che il picco sia già passato.

E' molto fuori..onda quello che sto scrivendo qui e quello che ho scritto, e lo ammetto.

L'ambiente acido va ricreato solo nel caso in cui si paventa la possibilità di ammoniaca, non va ricreato a prescindere.

Respirazione accelerata e nuoto a scatti denunciano il fastidio dei pesci alla presenza di nitrito.

So bene che è assolutamente sopra le righe quello che sto scrivendo...

Link to comment
Share on other sites

siccome anche io non voglio dare messaggi sbagliati, concordo con quello che dite e diciamo che questo è quello da non fare ed è fondamentale in acquariologia aspettare i tempi senza metterci nella condizione di sbagliare

Link to comment
Share on other sites

sai benissimo i rischi da avvelenamento che i nitriti e magari anche l ammoniaca possono provocare quindi nn rischiare sposta la coppia visot che ne hai la possibilità..

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.