Jump to content
geppo

una nuova avventura...

Recommended Posts

ciao a tutti! volevo rendervi partecipi del mio nuovo acquisto, si tratta di una coppia di pelvicachromis taeniatus Nigeria red di circa 4-5cm

sono ciclidi molto interessanti che spero di riuscire a riprodurre!

li ho inseriti in una vasca di un centinaio di litri in compagnia di 5 platy (non fanno parte del biotopo, ma sono ottimi pesci bersaglio, che mi aiuteranno a canalizzare l'aggressività della coppia verso di loro piuttosto che tra i membri stessi della coppia)

i due per ora non sembrano esattamente interessati l'uno all'altra, anche se mi è capitato di osservare la femmina intenta a corteggiare il maschio con le loro caratteristiche vibrazioni..

Anni fa mi è capitato di ospitare e riprodurre una coppia di pulcher, ma questi sembrano avere un comportamento decisamente differente, sembrano soprattutto decisamente più tranquilli.

Ecco un paio di foto, non sono il max ma non voglio disturbarli troppo dato che son arrivati solo da qualche giorno..

 

il maschio

dscf5153o.jpg

 

 

la femmina

 

dscf5158t.jpg

insieme

dscf5150i.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie!

a differenza dei cugini pulcher da ciò che ho letto non depongono in grotte o noci di cocco ma all'aperto o in cavità tra legni e sabbia (io però non conoscendoli bene ho inserito un'anfora che ho camuffato tra i legni, e una noce di cocc sulla quale sto cercando di far crescere del muschio)

Share this post


Link to post
Share on other sites

eheh speriamo!

 

cosa vorreste sapere precisamente?

 

Una sorta di scheda sul pesce, dimensioni, biotopo, dismorfismo sessuale e rispoduzione, un sunto di massimo 10 righe, non una tesi!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche io ho allevati i pulcher , molto belli e facile da tenere. avevo riempito la vasca de piccoli. a la fine il maschio lo regalato a Dotto , se non finiva come cibo al arowana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutti i ciclidi dell'Africa occidentale sono spettacolari.

Purtroppo I P. taeniatus sono meno facili da trovare rispetto ai cugini pulcher, ma consigliatissimi ad acquariofili che vogliono fare esperienza con pesci di base monogami, e che accudiscono la prole in maniera spettacolare (in questo non sono diversi dai P. pulcher).

A differenza degli mbuna e dei tanganica questi preferiscono acque tenere e scure (non per forza di torba), e allora sì che danno il meglio della colorazione.

Li cercavo una volta ma non li ho mai trovati. Molto, molto belli. Complimenti, Geppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spero di essere stato esauriente :dft010:

 

Il Pelvicachromis taeniatus è un ciclide diffuso nell'Africa occidentale del quale esistono diverse varietà (Nigeria rosso, Moliwe, Lobe, Yabassi, Niete, ecc..), che differiscono oltre che per la zona di provenienza anche per la diversa livrea.

Sono considerati ciclidi nani, infatti le dimensioni da adulti sono: di circa 9cm del maschio, mentre le femmine, più piccole raggiungono i 5cm; può essere quindi mantenuto in vasche relativamente piccole, di 70-90 litri di capacità. Si consiglia di partire con un gruppetto di pesci giovani, in modo da assicurarsi di possedere una coppia stabile.

La vasca deve essere allestita con sabbia fine (a questi piace setacciare la sabbia facendola uscire dalle branchie) e possedere molti nascondigli dove la coppia si possa appartare. A differenza di altri Pelvicachromis non si riproduce sempre in luoghi chiusi come grotte o noci di cocco, ma spesso utilizza semplicemente anfratti tra i legni.

Per quanto riguarda i parametri chimici dell'acqua, risulta essere più esigente rispetto al P. pulcher, questa deve essere mantenuta tra i 24-27°C, con valori di pH di 6,5 e 6,8.

La sua dieta è onnivora, ed accetta senza problemi particolari alimenti secchi sia granulari che in scaglie e liofilizzati. Per stimolare la riproduzione, è bene somministrare cibo congelato, in particolar modo chironomus. La coppia accudisce i piccoli con grande dedizione, arrivando a sfidare anche pesci molto grossi pur di difendere la prole!

I compagni di vasca possono essere pesci di piccole dimensioni, che costituiscono anche un importante fattore nemico, utile a smorzare l'aggressività tra i due elementi della coppia.

Edited by geppo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo io ho i pulcher (il maschio salvato da Negro) e la femmina presa da un amico, per ora sono pensieratamente felici nella 150 litri senza pensare alla ripro , ma un domani hihihiihi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now

×