Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

I Cambi: Frequenza E Percentuale


Recommended Posts

Volevo far un piccolo sondaggio su questo argomento molto importante per capire se esiste una metodologia comune o se ci sono voci fuori dal coro!

Io al momento cambio il 15% ogni 3 giorni. Penso che a breve cambierò sistema e farò il 30% ogni 5 giorni, visto che i miei wild non hanno ripercussioni particolari

nè in bene e nè in male durante i cambi. :biggrin:

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

io cambio 30 lt ogni due giorni piu o meno......da dare il tempo all'acqua di stabulare un 24 ore.......e la scaldo 3-4 ore prima di fare il cambio.......

Quindi cambio 30 lt su 250 di vasca quindi il 12% ogni due giorni quindi faccio circa un 3-4 cambi alla settimana, arrivo ad un totale di 36-48% a settimana......

Link to comment
Share on other sites

io penso che una regola precisa non ci sia,diciamo che ogniuno di noi impara a conscere la sua vasca ed i suoi pesci ed a lungo andare a forza di prove si trova il giusto compromesso.poi vi è da fare due considerazioni:

 

in una vasca arredata , dunque dove non si devono accrescere dei piccoli ma dove si cerca il massimo dal punto di vista estetico e se si sono tenuti i giusti equilibri fra piante e numero di pesci e si dosa bene il cibo,perme il 25/30% di cambio a settimana potrebbe essere un buon compromesso.

 

vasca spoglia sovrappopolata in accrescimento: in questo caso il discorso cambia parecchio e vi sono le piu' diverse teorie e sistemi di allevamento io mi limito a riportare quello che adottiamo noi,cioè un cambio giornaliero del 10% ma se necessita anche del 20%. pero' se potessi ne cambierei di piu',una cosa è certa piu' si cambia è meglio stanno i pesci.in Malesia dicono che eseguono cambi giornalieri del 100%.

Link to comment
Share on other sites

C'è qualche differenza (a parte il fatto dei parametri) da adottare tra selvatici e ibridi secondo voi sempre parlando di frequenza e percentuale? :032:

Link to comment
Share on other sites

C'è qualche differenza (a parte il fatto dei parametri) da adottare tra selvatici e ibridi secondo voi sempre parlando di frequenza e percentuale? :032:

 

qui bisogna aspettare che entrino in campo gli esperti. comunque Maury complimenti per il topic.:goodjob:

Link to comment
Share on other sites

Perfettamente daccordo con fabry.

Purtroppo non esistono formule matematiche per capire quanta e con che frequenza fare i cambi.

 

Quando avevo 26 discus in un 375 lt facevo così:

 

ogni sabato mattina mettevo un tubo in gomma direttamente in vasca e scaricavo il 90% dell'acqua nel water tanto che i discus stavano piegati.

Poi applicavo al ruibinetto un filtro a carbone attivo e taravo la temperatura a 28 °c e riempivo la vasca.

 

Non ho mai avuto nessun genere di problema ma è una pratica che sconsiglio ai meno esperti perchè è semplice fare stupidaggini.

 

Ora ho il cambio automatico e cambio circa 100/150 litri giorno ma monitorizzo sempre la conducibilità, quando vedo che arriva a 120 PPM faccio un cambio del 30% manualmente, però ho la fortuna di avere 86 PPM dal rubinetto.

 

I valori sono GH5 KH3 PH 7,5 in vasca ho KH 2 PH 6,5 NO3 25gr/lt

Link to comment
Share on other sites

Perfettamente daccordo con fabry.

Purtroppo non esistono formule matematiche per capire quanta e con che frequenza fare i cambi.

 

Quando avevo 26 discus in un 375 lt facevo così:

 

ogni sabato mattina mettevo un tubo in gomma direttamente in vasca e scaricavo il 90% dell'acqua nel water tanto che i discus stavano piegati.

Poi applicavo al ruibinetto un filtro a carbone attivo e taravo la temperatura a 28 °c e riempivo la vasca.

 

Non ho mai avuto nessun genere di problema ma è una pratica che sconsiglio ai meno esperti perchè è semplice fare stupidaggini.

 

Ora ho il cambio automatico e cambio circa 100/150 litri giorno ma monitorizzo sempre la conducibilità, quando vedo che arriva a 120 PPM faccio un cambio del 30% manualmente, però ho la fortuna di avere 86 PPM dal rubinetto.

 

I valori sono GH5 KH3 PH 7,5 in vasca ho KH 2 PH 6,5 NO3 25gr/lt

 

Conducibilità in ppm? tradotta in microsiemens?

 

Comunque quoto quanto sopra, non esiste una regola, dipende dalle necessità, ed Henki ha un buon sistema, se non il migliore, cambio continuo, quindi non ha mai sbalzi osmotici, per assurdo il sistema migliore sarebbe un cambio automatico goccia a goccia del 100 % al giorno(metodo malese), in questo modo si può anche fare a meno di avere il filtro....

 

Nella realtà comune rimango dell'idea che è meglio cambiare poco ma spesso piuttosto che tanto e di rado (es in una 200 litri mediamente popolata, 6-8 discus preferisco 10 litri tutti i girni piuttosto che 70 litri 1 volta a settimana).

Link to comment
Share on other sites

è vero sane, il miglior metodo è il cambio continuo ma come ogni rosa ha le sue spine.

 

Per esempio, se ogni giorno cambio 10 litri di acqua a fine settimana non ne avrò cambiata 70 litri perchè ad ogni cambio successivo un pochino di acqua nuova se na va insieme alla vecchia quindi bisogna valutare molto attentamente un eventuale accumulo di NO3. Naturalmente, ed io lo so bene perchè ho finito ora, il cambio continuo non esclude minimamente il rest della manutenzione. Il sifonamento del fondo, il lavaggio dei meccanici ed un cambio più abbondante ogni tanto vanno fatti lo stesso, ma con meno stress :dft012:

Link to comment
Share on other sites

L'acqua dei selvatici deve essere trattata maggiormente (o stabulata, torbata).

Lo stress dei cambi ....in qualche modo mi è tornato.

I pesci che ho dato ai Sanelli bros (3 bd e due rt) per esempio, stavano in 260 lt, e cambiavo loro il 45% di acqua ogni due gg. Risultato? Dei bestioni in pochissimi mesi. Belli, vivaci, aggressivi e dalla forma strepitosa.

I selvatici? Cambio con la stessa intensità....sempre barrati. Cambio ogni 4 gg con acqua (dotto l'ha vista, può testimoniare) nera di torba che non deve essere nemmeno troppo ossigenata..e va molto meglio. Esattamente come quando in passato tenevo gli heckel: un cambio uno stress.

Comunque per tenere bassi i nitrati e minerali sempre a posto in una vasca cambio il 35% ogni 4 gg al massimo, nella vasca coi piccoli Alenquer il 45 % ogni 4 gg.

In un certo senso le risposte degli ibridi a tali attenzioni sono molto più gratificanti. Molti cambi = benessere e crescita. In qualche modo devo rientrare nell'ottica wild.

Ah, parlate in percentuali, non in litri.

Enki: se penso che avrai condensato tutto il tuo scibile nell'automatizzazione...vorrei essere discus e nuotare nella tua vasca.-

Link to comment
Share on other sites

L'acqua dei selvatici deve essere trattata maggiormente (o stabulata, torbata).

Lo stress dei cambi ....in qualche modo mi è tornato.

I pesci che ho dato ai Sanelli bros (3 bd e due rt) per esempio, stavano in 260 lt, e cambiavo loro il 45% di acqua ogni due gg. Risultato? Dei bestioni in pochissimi mesi. Belli, vivaci, aggressivi e dalla forma strepitosa.

I selvatici? Cambio con la stessa intensità....sempre barrati. Cambio ogni 4 gg con acqua (dotto l'ha vista, può testimoniare) nera di torba che non deve essere nemmeno troppo ossigenata..e va molto meglio. Esattamente come quando in passato tenevo gli heckel: un cambio uno stress.

Comunque per tenere bassi i nitrati e minerali sempre a posto in una vasca cambio il 35% ogni 4 gg al massimo, nella vasca coi piccoli Alenquer il 45 % ogni 4 gg.

In un certo senso le risposte degli ibridi a tali attenzioni sono molto più gratificanti. Molti cambi = benessere e crescita. In qualche modo devo rientrare nell'ottica wild.

Ah, parlate in percentuali, non in litri.

Enki: se penso che avrai condensato tutto il tuo scibile nell'automatizzazione...vorrei essere discus e nuotare nella tua vasca.-

 

per gli ibridi il discorso è diverso ma per i selvatici.......mah!!!!! io non ho esperienza ,ma proviamo a pensare al loro habitat,acque piu' o meno correnti ma comunque in movimento,dunque un continuo ricambio dell'acqua,se un domani allestiro una vasca wild penso che mi orientero' verso un cambio automatico continuo.

Link to comment
Share on other sites

Il problema coi selvatici che si acquistano (son tutti diversi, non dimentichiamolo) è stabilire se è peggio un cambio automatizzato goccia a goccia ma con acqua nuova, o un cambio di un x% ogni x giorni, senza usare i dovuti accorgimenti. Ripeto: personalmente sto ancora tarando il mio metodo, anche se di malconci me ne sono arrivati, ma di morti...zero. non vuol dire che voglia vederli 'sopravvivere'. Chi è venuto da me dice che sono psicopatico, ma io non sento di aver ancora trovato l'equilibrio nella gestione, e proprio i cambi per me sono il problema.

Link to comment
Share on other sites

io non posso dire che ho un metodo, lo so solo che ogni due giorni devo fare il cambio di 60 litri, con acqua stabulata e torbata. se la situazione la richiede faccio anche un cambio piccolo in mezzo. come i pesci sono tanti e il cibo uguale non vorrei fare nessun compromesso.

Link to comment
Share on other sites

 

Enki: se penso che avrai condensato tutto il tuo scibile nell'automatizzazione...vorrei essere discus e nuotare nella tua vasca.-

 

 

ahahah diventa un discus così assaggerai il pastone made in enki.....ma non dimenticare le camole del miele, i lombrichi, i chiro e le cozze, vere delicatessen...

 

Cmq di automazione non c'è molto: una normale elettrovalvola da irrigazione, un troppo pieno ed è fatta, a prova di quelli come me

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Credo di aver invasione di planaria come faccio per eliminare
    • tatore
      Guarda...potrebbero essere planarie, ma se fossero parassiti non starebbero sui vetri, attaccherebbero l'ospite direttamente avendo un ciclo vitale e breve. Essendo 'vermetti' che si sviluppano in condizioni eutrofiche (troppi nutrimenti) mantieni sempre abbastanza pulito il fondo e sii parsimonioso col cibo. Ravvicina anche i cambi. Non ti preoccupare per la salute dei pesci.
    • LorenzoBrigant3
      Sono Oligocheti??
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.