Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

PH-metri: consigli, esperienze e impressioni


teor6

Sondaggio pH-metri  

16 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Su che ph-metro sei orientato?, sto' cercando il prodotto della Azoo e lo compro poi vi illumino.

 

 

 

 

Mmmm anch'io dovrei prenderlo ma non so quale prendere.... consigli?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 26
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tatore

    6

  • titi

    3

  • danidiscus

    3

  • teor6

    2

Top Posters In This Topic

Posted Images

Io li ho provati tutti quelli menzionati da tatore e l'unico veramente valido e non costa TROPPO per quello che vale è il DENNERLE (3 anni di garanzia)!!!!

Il Milwakee, a livello di sonde fa pena, poi non le garantiscono oltre i 6 mesi dalla vendita al negoziante...provato di persona. :thumbsd:

Link to comment
Share on other sites

Io ho visto che la Ruwal fa anche le sonde ricaricabili. Avevo un ordine in corso presso Aquariumline, e volevo chiedere cosa intendevano per ricaricabile. Perché quelle sarebbero le sonde migliori.

Vi metto un link: http://www.aquariumline.com/catalog/ruwal-controllore-completo-sonda-p-6265.html

Magari dividiamo il topic per non andare off..

Link to comment
Share on other sites

Io li ho provati tutti quelli menzionati da tatore e l'unico veramente valido e non costa TROPPO per quello che vale è il DENNERLE (3 anni di garanzia)!!!!

Il Milwakee, a livello di sonde fa pena, poi non le garantiscono oltre i 6 mesi dalla vendita al negoziante...provato di persona. :thumbsd:

Io ho ancora buttato in una scatola il Dennerle Deluxe ecc...

Penso che non sia male, ma troppo esoso (come non caro?) per i miei gusti, e a mio avviso sicuramente idoneo per una vasca piantumata con un importante richiesta di somministrazione regolabile di CO2. Per un discussofilo comincia ad essere importante la spesa di un Dennerle come lettore. Mi dici alla fine a quale modello ti riferisci, Riccardo? Solo la sonda di ricambio costa 80/90 euro l'anno. Le mille opzioni incluse nel prezzo chi le usa, se si hanno vasche non piantumate e/o senza anidride? La differenza la fa la sonda, che deve essere con un passo che si trovi, secondo me.

Link to comment
Share on other sites

Il PHmetro della DENNERLE è certamente da usare con vasca piantumata e somministrazione di CO2, altrimenti è sprecato.....ma gli altri secondo me non sono dei buoni attrezzi, allora tanto vale una penna...

Link to comment
Share on other sites

Personalmente non ho mai utilizzato pH-metri a lettura continua, non conosco quello della Dennerle, ma in giro si dice un gran bene di quello che ha postato tatore, il Ruwal.

Le penne le trovo poco precise, e soltanto alcune hanno un range di precisione medio e costicchiano, tanto vale comprarne uno a lettura continua con sonda, sicuramente molto più preciso.

Salvo, come si fa a ricaricare la sonda poi?

Link to comment
Share on other sites

Infatti parlavo proprio di uno spreco economico per noi che teniamo i discus.

Allora..il Ph-metro Dennerle ti offre: regolazione pH o/e CO2, ti segnala quando va tarata la sonda, e quando va sostituita. Mediamente ogni 9 mesi svalvola senza possibilità di recupero. Quindi in tutto questo dire non è male, ma costa davvero quanto un acquario già avviato. Troppo. Oltretutto non riconosce (se non raramente) le sostanze per la taratura che non siano Dennerle. E costano anch'esse una cifra considerevole.

 

Un'altra forma di lettura se affidabile o affidata ad una sonda ricaricabile non è male. Io ho usato le sonde e il lettore Ruwal sia per il reattore di calcio (e impostata l'uscita del reattore a KH 24/26 non sbagliava un colpo) che per acque acidissime, con ottimo riscontro.

 

Deludenti i combo Hanna, quelli a lettura continua. Non mi sono mai riusciti ma perché le soglie di pH erano estreme a detta degli assistenti Hanna.

 

 

Ovviamente è la mia esperienza.

Link to comment
Share on other sites

Io ne ho provati parecchi anche per somministrare CO2 devo che quelli con controllo sull' elettrovalvola sono quelli che mi hanno dato più problemi,sia per affidabilità che per usura prematura, devo dire che ormai sono orientato su pc-controller, prima con Limulus e Siemens ora ho due sistemi un Iks e Aquatronica, li trovo affidabili e con una durata ragionevole cambio le sonde ogni 3 anni, il sistema Aquatronica è addirittura il secondo che ho, prima ho usato il sistema light e ora ho il sistema completo.

 

 

Link to comment
Share on other sites

io uso il pH Controller da Wave(da due anni) e una penna da Milwakee(da quattro) e vi posso dire che mi trovo benissimo con tutte due. e la cosa più strana che indicano la stesa misura. che :ass:

Link to comment
Share on other sites

io uso il pH Controller da Wave(da due anni) e una penna da Milwakee(da quattro) e vi posso dire che mi trovo benissimo con tutte due. e la cosa più strana che indicano la stesa misura. che :ass:

Non è una cosa strana, è così che deve essere, ma a volte purtroppo non lo è....

Link to comment
Share on other sites

io uso il pH Controller da Wave(da due anni) e una penna da Milwakee(da quattro) e vi posso dire che mi trovo benissimo con tutte due. e la cosa più strana che indicano la stesa misura. che :ass:

Non è una cosa strana, è così che deve essere, ma a volte purtroppo non lo è....

 

si e vero stavo ironizzando, maggior parte dei casi ogni apparecchio ti da un valore diverso , come anche con i termometri

Link to comment
Share on other sites

Io stavo quasi pensando di prendere una penna per la misurazione ... Ho avuto un "pronto" della hanna ma non sono stato particolarmente soddisfatto anzi...

Link to comment
Share on other sites

La mia esperienza con il phmetro è ristretta al solo phmetro milwaukee sm122, phmetro fisso, che eprò utilizzavo piu che altro oper il controllo della CO2, non è precisissimo in quando ha un solo decimale dopo la virgola e una tolleranza piuttosto ampia (± 0.2).

Non sarà il massimo della vita, ma in un acquario piantumato per regolare un certo range di ph tra giorno e notte (che ha variazioni importanti in acquari densamente piantumati) fa il suo lavoro.

Link to comment
Share on other sites

Infatti di sonde ce ne stanno per qualsiasi tasca.

Ma sono le esigenze poi a fare il distinguo e a renderci particolarmente "tignosi".

Esempio: vasche spinte con molta, molta CO2 devono essere necessariamente monitorate con una certa precisione, perché è indispensabile conoscere il range di pH dentro il quale si attesta il sistema, per modulare la somministrazione di anidride, e spesso non è necessaria una sola modulazione ma questa è continua. Inutile buttare soldi in questo caso su pH-metri da due soldi, chi poco spende troppo paga alla fine.

Nei casi in cui si utilizzano reattori di Calcio, anche lì la somministrazione deve essere accurata, perché se da una parte il pH dentro il reattore deve arrivare ad un certo valore per sciogliere la corallina, dall'altra se si eccede la CO2 finisce in vasca fino ad acidificare il pH della vasca reef, con danni che nessuno si augura...Spesso dopo il cambio della corallina dentro il reattore ci si mette anche una settimana a regolare il pH che è poi a carico dell'elettrovalvola per il suo corretto mantenimento. Lesinare in quei casi è da pazzi!

Nei casi in cui si tengono pesci a valori come pH sotto il 5.00, il che vuol dire 0 °dKH idem, un OTTIMO pH-metro è indispensabile...oltretutto un pH-metro che resista alle soglie acide senza deteriorarsi o svalvolare. Sempre in questo caso noterai un'oscillazione del pH che traballa letteralmente (ecco perché io preferisco due decimali) anche dopo la somministrazione di cibo, perché entrano in gioco 3000 fattori che concorrono ad alterare tale valore, libero di scendere senza sostanze tampone.

 

Ma per tutto il resto....va bene un pH-metro che abbia uno scarto di errore non importante, che si tari su due punti (4,00 e 7,01), che abbia la sonda con un attacco facilmente sostituibile...e via.

I combo sono carini..a breve proverò il combo portatile Hanna e vi dirò, ma so che non posso farmi grandi illusioni, perché il pH è tra quei valori che per essere monitorati con una certa affidabilità esigono il misuratore (la sonda) immerso nel liquido, che raggiunga la temperatura del liquido, e che non sia influenzato da campi magnetici (il gruppo di accensione o le pompe).

 

Ovviamente per esperienza personale.

Link to comment
Share on other sites

io uso il ph metro della ruwal con elettrovalvola e mi sono trovato bene...solo che ogni tanto devo tararlo perche muovendo la sonda si sballa ...e cmq devo anche cambiare la sonda sapete quanto costa?o posso ricaricarla?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.