Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Arredo Acquario - Radici Legni


46valentino46

Recommended Posts

Ciao a tutti ragazzi, :rolleyes:

Volevo farVi partecipi di una esperienza che non avevo mai fatto con gli arredi in legno o radice per acquari.

Ho avviato e arredato la mia vasca da 400 litri circa a luglio prima delle ferie, nel contempo avevo acquistato presso un negozio di acquari 2 radici o legni di manila che sembravano veramente sceniche e adatte all' uso in una vasca di discus.

Da circa 30/40 giorni ho iniziato ad avere i seguenti problemi:

- pulviscolo in acqua

- NO3 dai 50 ai 100 mg/l

- PO4 0,5 mg/l

- sporcizia sul fondo prodotta dal panaque che si stava letteralmente mangiando i suddetti arredi

- filtri che si intasavano ogni 7/15 giorni

 

Dico da subito che ho pensato fosse colpa del mio panaque che come sua abitudine ama succhiare i tronchi, per questo ho cercato di correre ai ripari aumentando i cambi ad 1 al giorno con annessa sifonatura della sporcizia. :dft004:

Niente da fare i cambi e le sifonature non sortivano alcun cambiamento. Ho iniziato a chiedermi se il tronco di manila (forse troppo giovane)fosse adatto all' uso in acquario quando ho visto che tra i nodi dei vari rami si stavano formando delle macchie scure e violacee come marcescenti. Non ancora convinto ho estratto la radice dalla vasca e ho provato a graffiarla inciderla prima con l' unghia poi con un coltellino ove vi erano le macchie violacee. ho fatto alcune prove in tal senso per misurare la differente durezza tra i legni di manila e quelli di giava.

Il legno di giava risultava esternamente molto duro e liscio mentre il legno di manila aveva un aspetto tutto peloso e il coltello o l' unghia riuscivano facilmente a scalfire la superfice. :dft007:

Vi lascio le foto del tronco rimosso, sono passati 10 giorni e posso riportare che sia nitrati che fosfati stanno scendendo a livelli accettabili, la vasca non ha bisogno di sifonature giornaliere in quanto il panaque non riesce a mangiare, scorticare i legni di giava perche hanno maggiore durezza e resistenza.

 

spero che questa mia esperienza possa essere utile ad altri nella scelta degli arredi in una vasca di discus, panaque e loricaridi.

 

un saluto a tutti :biggrin:

 

Giulio

post-1321-0-17641500-1292764209_thumb.jpg

post-1321-0-68646800-1292764224_thumb.jpg

post-1321-0-17388000-1292764262_thumb.jpg

post-1321-0-41559300-1292764281_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Peccato Giulio il legno è spettacolare !!

Ricordo che una volta mi era successa una cosa simile alla tua ma avevo usato un legno raccolto in natura.

Mi rendo conto che difficilmente vorrai riprovare a metterlo in acquario, ma io proverei a farlo seccare questa estate al sole (ci vorrebbe un mega forno) e vedere se la situazione cambia.

Link to comment
Share on other sites

Gianlu..a quale trattamento ti riferisci?

Io ricordo che una volta leggevo (ragazzi...prendete con le pinze quello che dico) di uno spray che "plastificava" creando un 'film' sulla superficie spruzzata...è quello forse?

Io penso che il legno anche a giudicare dal colore, o è stato trattato male e non per uso acquaristico, o è troppo giovane come dice Giuli o stesso (e quindi rilascia resine e ancora forse clorofilla), o entrambe le cose. Perché mentre il Manila classico duro è parecchio vecchio, il legno che ha postato Giulio è veramente 'tenero' di taglio. Secondo me non è adatto per l'utilizzo in vasca. gli ha addirittura raddoppiato la concentrazione di nitrato in vasca-

Link to comment
Share on other sites

Di solito il plastivel si usa per ricoprire le resine degli sfondi 3d del malawi e anche gli Mbuna non scherzano nel brucare.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il plastivel è un materiale utilizzato per ricoprire gli sfondi.... non credo che il panaque come altri loricaridi possano venire danneggiati in quando penso che dopo il primo "assaggio" ne perdano interesse non trovando legnina... però non ci metto la mano sul fuoco non l'ho mai usato, se proprio vuoi essere tranquillo puoi semrpe toglierlo.

Edited by Mauro
Link to comment
Share on other sites

Guarda...è una pratica che leggevo anni e anni fà.

Ovviamente da wildista non avevo la necessità di usarla perché avevo i legni fossili di torbiera che a distanza di 6 anni ancora rilasciano, ma molti usavano questa sostanza.

Dico questo perché come anche dice William la forma è molto bella...ma se devono fare questo pandemonio....e allora una bella plastificata :dft010:

Link to comment
Share on other sites

Puoi sempre aspettare l' estate e lasciarlo seccare per bene, portamelo e lo metto sotto il laser, magari si asciuga per bene 72.gif 72.gif 72.gif

 

 

Link to comment
Share on other sites

e veramente stupendo, non buttarlo. anche io ho raccolti i legni in natura ma non mi e mai successo. io proverei a lasciarlo ancora in acqua magari in un altro vaso. a la fine si sta stufando a butta fuori tutta questa mondezza.

Link to comment
Share on other sites

AZZ Titi la cosa più semplice, tante volte la risposta è più vicina di quello che sembra, Giulio prendi un bel catino e lascialo a mollo per un mesetto e vedi che ne viene fuori.

Titi sei una spanna sopra tutti, ma quante ne sai.sign0098.gif

Link to comment
Share on other sites

Beh, Titi ammorbidisce e tratta le liane dei fiorai per raggiungere l'effetto "torsione" che dice lui. E' un mago per queste cose. E un po' mi fa rabbia perché non so fare niente di tutto questo :dft005:

Link to comment
Share on other sites

Beh, Titi ammorbidisce e tratta le liane dei fiorai per raggiungere l'effetto "torsione" che dice lui. E' un mago per queste cose. E un po' mi fa rabbia perché non so fare niente di tutto questo :dft005:

Provero a far seccare e quindi indurire il legno durante l' estate al sole sul balcone, perche è veramente troppo tenero avete notato come è tutto spelucchiato il legno ? se lo mettessi in acqua forse si ammorbiderebbe ancora :mysmilie_1:

mi incuriosisce la cosa del plastivel dove si acquista ? che tipo di trattamento è ? lo si vernicia di "trasparente" ?

grazie a tutti per i consigli anche a me piacerebbe poterlo reinserire :dft011:

ciao :dft012:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.