Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Acquario con fondo crepato


Wado

Recommended Posts

Ciao Ragazzi,

 

Mi appretto  a riparare un acquario Juwel Lido oggi.

Quest'acquario ha il fondo rotto, con una crepa a "L" che percorre la quasi totale lunghezza del vetro e poi scende con un angolo quasi dritto.

 

Comunque, 

Mi appretto a incollare sopra a questo vetro rotto un altro vetro che ho fatto tagliare e vado a ritirare questa sera.

Il mio intento è di metterlo sopra e di siliconare così, cosi da avere un "doppio fondo" sopra a quello spaccato.

Ma è un'operazione che non ho mai fatto.

Secondo voi :

- devo mettere qualcosa tra i due vetri per evitare di spaccare il secondo vetro?

- Il silicone attaccherà sul silicone precedente?

- c'è qualcosa che dovrei sapere?

Link to comment
Share on other sites

Io sapevo che il silicone non attacca dove c'era il silicone, voglio dire per ri-siliconare una vasca dove si decide di rifare le siliconature, bisogna girare i vetri.

 

In questo caso, se taglio come dici tu il silicone che fuoriesce andrò a siliconare dove prima c'era già del silicone quindi non attaccherà neanche così.

Lo so ci ho provato con un altra vasca. Il silicone non attacca dove c'è stato altro silicone.

 

A questo punto dovrei mettere qualcosa per far spessore per andare oltre al silicone precedente e siliconare sopra?

Link to comment
Share on other sites

La tecnica di solito è mettere un vetro da 1 cm con 0,8 cm di spazio su tutti i lati, poi poggi il nuovo vetro su quello rotto e riempi lo spazio per tutto il perimetro facendo salire il silicone su vetri laterali, non importa se sotto c'è il vecchio silicone, la tenuta stagna sarà assicurata anche da quello vecchio, l'importante è che quello nuovo aderisca ai quattro vetri laterali, ti consiglio di non toccare con lamette, taglierini il silicone esistente.

Link to comment
Share on other sites

generalemente le vasche autocostruite hanno silicone in eccesso e va' tolto (io uso un bisturi)

quelle originali hanno poco e niente d silicone in eccesso e segui il consiglio di Upacciu.....

Link to comment
Share on other sites

La tecnica di solito è mettere un vetro da 1 cm con 0,8 cm di spazio su tutti i lati, poi poggi il nuovo vetro su quello rotto e riempi lo spazio per tutto il perimetro facendo salire il silicone su vetri laterali, non importa se sotto c'è il vecchio silicone, la tenuta stagna sarà assicurata anche da quello vecchio, l'importante è che quello nuovo aderisca ai quattro vetri laterali, ti consiglio di non toccare con lamette, taglierini il silicone esistente.

 

Ottima idea, avrei dovuto scrivere qui prima ormai il vetro me l'hanno tagliato ho appena chiamato per controllare...

L'avevo ordinato spessore 5mm.

Quindi ormai la soluzione migliore sarebbe di inserire qualcosa spesso 0,5 in mezzo, giusto?

Link to comment
Share on other sites

Pensavo di inserire tra i due vetri uno strato di isolante tipo questo

post-1708-0-04863600-1367222171_thumb.png

Spessore 0,5 o 1 cm.

 

È quello che uso solitamente sotto agli acquari per compensare eventuali irregolarità sullo scafale, naturalmente più fino.

 

Potrebbe essere un'idea, oppure meglio se rifaccio fare il vetro?

Link to comment
Share on other sites

se il vetro è solo crepato ma "resiste" ancora puoi siliconare il vetro nuovo direttamente sopra quello esistente. il vetro esistente ti fara da supporto meccanico. quanti lt è l'acquario?

Link to comment
Share on other sites

se il vetro è solo crepato ma "resiste" ancora puoi siliconare il vetro nuovo direttamente sopra quello esistente. il vetro esistente ti fara da supporto meccanico. quanti lt è l'acquario?

100l, è il Lido di juwel.

 

Anch'io pensavo cosi, difatti non ho ordinato un vetro molto spesso perché pensavo proprio di fare così, ma poi ho realizzato che il problema sarebbe stato al livello del silicone.

Praticamente il silicone originale è più altro del vetro che sto per mettere, cosi andrò a mettere silicone su silicone, c'è qualcosa che non va.

Devo mettere qualcosa tra i due vetri credo per guadagnare 0,5 o 1 cm in altezza e andare a siliconare sopra al ilvello del silicone originale.

Link to comment
Share on other sites

secondo me se metti uno strato troppo alto di tappeto rischi di perdere stabilità.cioè una volta riepito di acqua il vetro si abbassi sul tappeto staccando le siliconature. piuttosto del tappeto io ci metterei qualcosa di rigido. cmq 100 lt non sono tanti, non mi farei tante paranoie :yup:

Link to comment
Share on other sites

Fra i due vetri non mettere nulla, altrimenti rischi di far crepare quello nuovo, anzi assicurati che aderiscano perfettamente e che non ci siano granelli o altro fra i vetri.

Piuttosto metterei un pannello plastico rigido sotto al vetro crepato, i questo modo eviti sollecitazioni e flessioni del vetro e un espansione della crepa.

Link to comment
Share on other sites

Fra i due vetri non mettere nulla, altrimenti rischi di far crepare quello nuovo, anzi assicurati che aderiscano perfettamente e che non ci siano granelli o altro fra i vetri.

Piuttosto metterei un pannello plastico rigido sotto al vetro crepato, i questo modo eviti sollecitazioni e flessioni del vetro e un espansione della crepa.

 

Ok ma cosi non risolvo il problema del silicone.

Adesso andrò a mettere il silicone nuovo per il vetro nuovo sul silicone vecchio perché è più alto.

 

Come lo risolvo? devo mettere qualcosa per sopra elevare il vetro nuovo e farsi che il silicone aderisca al vetro laterale e non al vecchio silicone.

Link to comment
Share on other sites

Giusto, allora come spessore puoi mettere un ulteriore vetro di dimensioni più piccole, che sfiori il vecchio silicone, oppure un pannello di plexliglas.

L'importante è che sia rigido, ti serviranno delle ventose per mettere i vetri in posizione.

Link to comment
Share on other sites

 

 

oppure un pannello di plexliglas
 

 

Si, mi è venuto in mente che ho un panello di plexi a casa, mi sa che lo taglio alle stesse dimensioni del vetro nuovo e lo metto tra i due vetri per sopra elevare un po' il tutto e arrivare sopra al silicone vecchio.

Link to comment
Share on other sites

Va anche bene, ma due elementi diversi non collaborano allo stesso modo di un corpo unico.....lo spessore di 0,5 sotto 100 kg flette, la cosa più giusta sarebbe stata unico vetro.....prova col plexi, dovrebbe tenere, ma quando il primo vetro flettendo incontra i plexi, il secondo elemento farà pressione sul vetro già rotto che lo può lineare ulteriormente.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.