Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

legno recuperato in fiume


Recommended Posts

Ciao a tutti

sto comprando un nuovo acquario 100x60x60h e sto iniziando a immaginarmi il layout.

 

Camminando sull'alveo del Tagliamento, però mi sono ritrovato questo pezzo di legno con ancora poca corteggia attaccata ma pieno di sabbia.

 

E' alto esattamente 60 cm (l'ho tagliato io alla base perchè era un albero quasi intero)

 

Secondo voi, però, come faccio ora per assicurarmi che:

 

-  il legno stia a fondo

-  non mi porti schifezze in vasca (anche se all'inizio la vasca sarà vuota quindi eventuali parassiti senza ospiti non vivono a lungo)

-  non marcisca in breve tempo (e spero nemmeno in futuro se si può)

 

Scusate la qualità delle foto, erano sovraesposte e le ho un po' sistemate a pc.

post-1639-0-71900000-1366284396_thumb.jpg

post-1639-0-09391200-1366284400_thumb.jpg

post-1639-0-47978000-1366284403_thumb.jpg

post-1639-0-84293600-1366284406_thumb.jpg

post-1639-0-85699200-1366284408_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • chil

    3

  • CarmineVitaglia

    3

  • tony81

    2

  • titi

    1

Top Posters In This Topic

Posted Images

c'è sempre il punto interrogativo quando si raccoglie qualcosa in natura sia perchè nn si che cosa assorbe il legno nel corso d'acqua, sia perchè in questo caso, o si potrebbe presumere di che tipo di albero stiamo parlando, sarebbe pericoloso se si trattasse di alberi della famiglia delle conifere tipo il pino per via delle resine,poi bisogna vedere se è marcio o vuoto dentro, questo sembra vecchiotto già scortecciato, che alberi ci sono sul tagliamento? sarebbe consono tenerlo ammollo per uno 2 mesi e cambiarli l'acqua se proprio vuoi utilizzarlo,poi nn sappiamo come reagisce alle temperature dei discus

Link to comment
Share on other sites

Io lo bollirei in un pentolone, quello per fare le conserve, una mez'oretta e andrei tranquillo, comunque mi piace molto, sarebbe interessante fare qualche prova per vedere come rende in vasca.

Link to comment
Share on other sites

c'è sempre il punto interrogativo quando si raccoglie qualcosa in natura sia perchè nn si che cosa assorbe il legno nel corso d'acqua, sia perchè in questo caso o lo si potrebbe presumere di che tipo di albero stiamo parlando sarebbe pericoloso se si trattasse di alberi della famiglia delle conifere tipo il pino per via delle resine,poi bisogna vedere se è marcio o vuoto dentro, questo sembra vecchiotto già scortecciato, che alberi ci sono sul tagliamento? sarebbe consono tenerlo ammollo per uno 2 mesi e cambiarli l'acqua se proprio vuoi utilizzarlo,poi nn sappiamo come reagisce alle temperature dei discus

 

Quoto!

Esattamente tutto ciò riassume la pericolosita di inserire un legno in vasca.....

 

Inviato dal mio LG-P990 con Tapatalk 2

Link to comment
Share on other sites

io mi son preso anche un pezzo dell'albero. potrei cercare di escludere almeno che non sia una conifera. ci sono altre famiglie di alberi che vanno esclusi ?

su cosa ha assimilato nell'acqua in effetti il fiume non sarà pulitissimo visto che passa per diversi paesi.

ma confidavo che una bella bollitura potesse aiutare con semmai del biocondizionatore.

avrei anche posto per lasciarlo in ammollo per un po' di tempo in caso!

 

avrebbe senso anche usare il plastivel per ridurne il contatto con l'acqua e siliconarlo sul fondo?

Link to comment
Share on other sites

A parte le conifere, altri possono essere il sughero, il cedro, ulivo, robinia e pioppo....marciscono molto in fretta e sono sedi di funghi e batteri molto resistenti...

 

Inviato dal mio LG-P990 con Tapatalk 2

Link to comment
Share on other sites

azz robinia e pioppo in effetti potrebbero essere perchè per qui sono ovunque

 

pioppo non sembra perchè non è quella la corteccia.

 

se facessi delle foto dell moncone di albero voi sapreste forse identificarlo?

 

mi spiace rinunciare a quella ingarbugliata spirare di legnetti ma è chiaro che se non togliamo ogni rischio di futuri danni alla vasca, allora evito di usarlo

Link to comment
Share on other sites

ci possiamo provare a distinguerlo..per il plastivel poi ti darà un'effetto lucido nn molto naturale, magari ti darà impermeabilità, ma a lungo andare il legno di potrebbe impregnare lo stesso di acqua, ci sono anche da evitare anche alberi da frutta o viti trattate con i vari medicinali

Link to comment
Share on other sites

il legno e molto bello ! ne anche io l'ho avrei lasciato li. io lo metterei in un bidone abbastanza grande a mollo con sale grosso per circa 2 settimane dopo di che cambierei l'acqua una volta a due giorni per atri 1-2 settimane . pero devi vedere anche di che albero si tratta 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.