Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

S.ta Isabel inappetenti


fabix80

Recommended Posts

Ciao a tutti, purtroppo ho qualche problemino nella mia vasca.. non voglio influenzare i vostri giudizi quindi vi dico i valori e la gestione..

 

Ph: 7.5

GH: 8

Kh: 5/6

nitriti assenti, nitrati 25

temperatura intorno a 27 (ho notato che oscilla un po', di mezzo-un grado durante il giorno)

 

Alimentazione: shg hi red, discusfood al cuore di bue e al cuore di tacchino, spirulina (poco gradita), artemia liofilizzata per 4-5 pasti al dì. 

 

Cambi d'acqua 80 litri la settimana 50% osmosi e 50% direttamente dal rubinetto.. ottengo un kh 4.. facendo così sto abbassado pian piano i valori della vasca.. la temp però dei cambi al max arriva a 22 gradi.

 

Le mie osservazioni sono queste:

forse ho fatto una caxxata nell'acquisto.. nel senso che ho fatto una cosa che in genere non faccio mai cioè inserire immediatamente pesci di diversa provenienza (4 altum allevati e 4 s.ta isabel). Una volta inseriti gli altum hanno mostrato grossi problemi di acclimatamento, respirazione accelerata, pinne corrose ecc. Poi gli altum sono migliorati e pian piano ho notato problemi nei santa isabel ma cmq fino a pochi giorni fa tutti i pesci mangiavano come lupi.

Adesso è da un paio di giorni che prima due e poi tre santa isabel non mangiano più, gli altri pesci non mostrano problemi. L'unica cosa che noto è l'occhio spento ed ho visto qualche cacchetta un po' filamentosa. 

L'unica cosa di diverso che ho fatto rispetto a quando sembravano stare tutti bene sono stati i cambi d'acqua con acqua più tenera e temperatura più bassa utilizzando un 50% di rete che non è stato prefiltrato ma soltanto stabulato per almeno tre giorni insieme al 50% d'osmosi con una porosa sempre in funzione.

Per adesso non mi viene in mente altro (a parte taaaanta delusione).. posterò un video appena i miei bimbi me lo permettono..

Link to comment
Share on other sites

Aspettando le foto........sicuramente i nuovi inserimenti e il continuo altalenare della temperatura .......anche quando fai i cambi

procurano stress,fattore importante.

Torberei un pochino l'acqua dei cambi,oltre ad addolcire ha fattore anti stress.

Biocondizionatore?

Da quanto hai inserito i nuovi?

Link to comment
Share on other sites

@@saba li ho inseriti contemporaneamente, stavano in due vasche differenti e provengono da due allevatori differenti.. ormai stanno con me da un mese circa.. biocondizionatore mai utilizzato perché pensavo fosse sufficiente la stabulazione..

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che un mese é il tempo minimo per parlare di ambientamento........poi é molto soggettiva la cosa.

Prenderei in considerazione l'uso del bio,la quantita di acqua di rete che utilizzi è abbastanza....bisogna renderla meno "aggressiva",

metalli pesanti......

 

Comunque prima di allarmarsi e pensare a cure dobbiamo rendere l'ambiente il più stabile possibile....un'indebolimento del

sistema immunitario con continui stress può diventare causa di malattie.

Link to comment
Share on other sites

io per preparare l'acqua avevo anche pensato a recuperare lo scarto dell'osmosi per ottenere i valori che voglio.. anche in qual caso secondo te dovrei utilizzare il biocond.?

Link to comment
Share on other sites

Iintendi utilizzazze l''acqua di scarto per raggiungere i valori per i cambi?

Comunque potresti utilizzarla,ma non potrai più fare 50% osmosi 50% rubinetto ,ma dovresti aumentare l'osmosi,

per il 75% e 15% l'acqua di "scarto",essendo almeno 4 volte più dura rispetto a quella di rubinetto,conviene?

Avrebbe un passaggio su carboni,ma comunque non credo convenga.

Link to comment
Share on other sites

cerca di rendere il tutto più stabile, se mi permetti un appunto avresti doveuto sistemare i valori e poi inserirli...sono ancora in fase  di quarantena e puoi avere queste fasi di alti e bassi, e si scambiano patogeni, e sono più vulnerabili, puoi provarea stimolarli con la temperatura alzandola di qualche grado..

Link to comment
Share on other sites

non conviene mischiare l'acqua di scarto con il permeato continua a mischiarlo con quella di rubinetto, usa un buon biocondizionatore e portala a temperatura altrimenti provochi ogni volta uno shock termico ai pesci, inoltre io alzerei un pò la temperatura

Link to comment
Share on other sites

@@tony81 mi sono fidato del venditore circa i valori e tutto sommato non stavano male dopo una prima fase di ambientamento.. i problemi sono nati dopo i cambi che ripeto sono stati fatti con acqua tagliata e temperatura più bassa..

quindi mi sembra di capire che per preparare l'acqua non devo rinunciare al biocond. anche se trovo il modo di prefiltrare su carbone l'acqua di rete e poi stabulare?

Link to comment
Share on other sites

 

quindi mi sembra di capire che per preparare l'acqua non devo rinunciare al biocond. anche se trovo il modo di prefiltrare su carbone l'acqua di rete e poi stabulare?

Puoi usare il carbone......ma comunque il bio ha anche funzione anti stress e protezione mucose....soprattutto

in fase di nuovi inserimenti.

Link to comment
Share on other sites

ok.. quindi dovrei mettere 50 litri d'osmosi nella vasca di stabulazione, poi 50 litri di rete prefiltrata e con il bioc. solo per questi 50 litri o per tutti e 100?

infine quanto basterebbe stabularla?

Link to comment
Share on other sites

la stabulazione la puoi fare anche per sole 24 ore, il biocondizionatore mettilo solo per i 50l di acqua di rubinetto ma soprattutto porta l'acqua in temperatura e alza di qualche grado la temperatura in acquario 

Link to comment
Share on other sites

Concorso con alan. Porta la t in acquario almeno a 28 e se riesci a scaldare un pochino l'acqua dei cambi meglio (altrimenti la soluzione e inserirla in vasca molto molto lentamente)

Link to comment
Share on other sites

io per preparare l'acqua avevo anche pensato a recuperare lo scarto dell'osmosi per ottenere i valori che voglio.. anche in qual caso secondo te dovrei utilizzare il biocond.?

Ciao Fabix,

il genere pterophyllum è molto, molto coriaceo ... per me potresti risolvere alzando la temperatura a 28 / 29 gradi per 10 /15 gg, riscaldando per bene l' acqua dei cambi e ... viziare un po i tuoi pescetti con del chiro congelato , artemia congelata.

invece per quanto riguarda l' uso dell' acqua di scarto dell' impianto osmosi ... NON UTILIZZARLA ASSOLUTAMENTE è un concentrato di inquinanti e sostanze che desideriamo rimuovere con l' impianto e poi le reimmettiamo volutamente??? al massimo puoi usarla per innaffiare le piante che vogliono tanti sali minerali e nitrati.

in bocca al lupo

 

ciao

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.