Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

acclimatizzazione giusta?


Pigeon

Recommended Posts

ciao a tutti (per la centesima volta credo, perdonatemi)  :>

ho trovato questo video in rete sull'acclimatizzazione di 5 piccoli discus, mi chiedevo se era il metodo giusto o se sbaglia qualche passaggio...

 

 

salta la parte dove i dischi sono distesi in orizzontale ma complessivamente è il metodo giusto? 

ah ho visto scritto da molti di voi su un post che è meglio prenderli con le mani umide per metterli in vasca è solo per una questione di più stress che trasmette il retino o c'è dell'altro?  :-/

 

altra cosa, per il metodo goccia a goccia qui nel video si utilizza il metodo dei vasi comunicanti per far passare acqua continua nel tubicino?

 

grazie a tutti  :funny:

Link to comment
Share on other sites

il metodo mi sembra corretto io ho fatto la stessa cosa per le due volte in cui ho inserito discus in vasca

ed entrambe le volte ho usato le mani...bisogna solo fare attenzione a chiuderle con decisione in modo da reggere

a qualche scossone del discus e quindi a non farlo cadere a terra ma allo stesso tempo con delicatezza per non rischiare di

fargli male. per andare più sicuri si può utilizzare un retino grande ma potrebbe esserci il rischio che il discus vi si impigli e che possa

riportare qualche ferita ma alla fine se ci si mette la giusta attenzione e concentrazione vanno bene entrambi

Link to comment
Share on other sites

il metodo mi sembra corretto io ho fatto la stessa cosa per le due volte in cui ho inserito discus in vasca

ed entrambe le volte ho usato le mani...bisogna solo fare attenzione a chiuderle con decisione in modo da reggere

a qualche scossone del discus e quindi a non farlo cadere a terra ma allo stesso tempo con delicatezza per non rischiare di

fargli male. per andare più sicuri si può utilizzare un retino grande ma potrebbe esserci il rischio che il discus vi si impigli e che possa

riportare qualche ferita ma alla fine se ci si mette la giusta attenzione e concentrazione vanno bene entrambi

 

spero di far bene, preferisco farlo a mano a questo punto non vorrei mai far del male ai dischi con il retino.. grazie Alvar ! 

Link to comment
Share on other sites

figurati ma come ho detto alla fine in molti usano il retino per eseguire questa operazione anche perchè è più sicuro

che prenderli con le mani...ti assicuro che sono scivolosi e a seconda della taglia hanno una grande forza

se non si ha una presa salda ma delicata con le mani si rischia fortemente di farseli scivolare.

basta prendere un retino a maglia finissima così da evitare che le scagli rimangano impigliate prendi il discus

tieni il retino in orizzontale gli metti una mano sotto per tenere il pesce metti in acqua e lo giri e vai tranquilla

Link to comment
Share on other sites

figurati ma come ho detto alla fine in molti usano il retino per eseguire questa operazione anche perchè è più sicuro

che prenderli con le mani...ti assicuro che sono scivolosi e a seconda della taglia hanno una grande forza

se non si ha una presa salda ma delicata con le mani si rischia fortemente di farseli scivolare.

basta prendere un retino a maglia finissima così da evitare che le scagli rimangano impigliate prendi il discus

tieni il retino in orizzontale gli metti una mano sotto per tenere il pesce metti in acqua e lo giri e vai tranquilla

 

ok :) 

Link to comment
Share on other sites

ciao a tutti (per la centesima volta credo, perdonatemi)  :>

ho trovato questo video in rete sull'acclimatizzazione di 5 piccoli discus, mi chiedevo se era il metodo giusto o se sbaglia qualche passaggio...

 

 

salta la parte dove i dischi sono distesi in orizzontale ma complessivamente è il metodo giusto? 

ah ho visto scritto da molti di voi su un post che è meglio prenderli con le mani umide per metterli in vasca è solo per una questione di più stress che trasmette il retino o c'è dell'altro?  :-/

 

altra cosa, per il metodo goccia a goccia qui nel video si utilizza il metodo dei vasi comunicanti per far passare acqua continua nel tubicino?

 

grazie a tutti  :funny:

 

 

 

 

Il passaggio goccia a goccia va bene, in termini di valori dell'acqua, ma specie con questo freddo si deve stare attenti alla temperatura che sicuramente sarà diversa, per il discorso del prenderli, sicuramente con le mani si evita di poterli graffiare.

Link to comment
Share on other sites

 si vede anche che fà il goccia a goccia nel video ad un certo punto,il principio che sfrutta è quello dei vasi comunicanti..comunque i passaggi da seguirre sono più o meno questi:

 

  • aprire il box e controllare le buste e dare precedenza a quelle bucate
  • se tutto ok aprire tutte le buste e versare il tutto nel contenitore dove fare l'ambientamento(i pesci saranno distesi)
  • termometro e lettore ph o conducibilità alla mano per misurare i valori
  • poi bisogna far alzare lentamente temp e far si che i valori siano simili tra contenitore e vasca
  • per evitare il problema ammoniaca si può immettere acqua a ph sotto il 7 in modo da renderla nn tossica
  • poi al max dopo un'oretta prendere i pesci (con le mani ed umide è meglio) e trasferirli in vasca(luci spente)
  • evitate di prendere pesci in inverno pieno
  • anche sbalzi di ph corrodono le pinne
Link to comment
Share on other sites

secondo me questo metodo va bene per regolare i valori chimici dell'acqua, ma per quanto riguarda la regolazione della temperatura non lo vedo molto efficiente ammenoche non si mette un termoriscaldatore nel box ma questo è pericoloso perchè si richiano ustioni. Quindi io solitamente faccio raggiungere la temperatura in busta immersa nell'acquario per almeno 15-20 minuti poi apro la busta butto più di metà dell'acqua e misuro la conducibilità, a questo punto inserisco lentamente nella busta un bicchiere di acqua dell'acquario e la riimmergo in vasca(naturalmente a luci spente)aspetto 15-20 minuti misuro nuovamente la conducibilità e se è vicina a quella che ho in vasca butto quasi tutta l'acqua in un secchio e libero il pesce in acquario direttamente dalla busta immergendola in acquario e facendola riempire e facendolo uscire senza alcun trauma, se i valori del sacchetto sono ancora lontani da quelli della vasca butto metà acqua del sacchetto e metto un altro bicchiere di acqua della vasca, e così via.

Link to comment
Share on other sites

secondo me, ma è un parere personale, il metodo di alan e un po' stressante per il pesce. Io preferisco agire come nel video ed eventualmente aggiungere un riscaldatore nel box ( ma solo se la stanza e molto fredda)

Link to comment
Share on other sites

io in entrambe le occasioni non ho mai inserito il riscaldatore nel box e non ho avuto problemi

è importante che la stanza non sia ad una temperatura troppo bassa

Link to comment
Share on other sites

alla fine  il box contenente i pesci andrà lentamente a temperatura se preriscladiamo l'acqua per l'ambientamento o utilizziamo l'acqua della vasca

Link to comment
Share on other sites

quoto tony io ho sempre fatto il goccia a goccia direttamente dalla vasca

anche io in passato ho sempre usato il goccia a goccia dalla vasca, mai avuto problemi.

 

 

Daniele

Tapatalk HD

Link to comment
Share on other sites

secondo me questo metodo va bene per regolare i valori chimici dell'acqua, ma per quanto riguarda la regolazione della temperatura non lo vedo molto efficiente ammenoche non si mette un termoriscaldatore nel box ma questo è pericoloso perchè si richiano ustioni. Quindi io solitamente faccio raggiungere la temperatura in busta immersa nell'acquario per almeno 15-20 minuti poi apro la busta butto più di metà dell'acqua e misuro la conducibilità, a questo punto inserisco lentamente nella busta un bicchiere di acqua dell'acquario e la riimmergo in vasca(naturalmente a luci spente)aspetto 15-20 minuti misuro nuovamente la conducibilità e se è vicina a quella che ho in vasca butto quasi tutta l'acqua in un secchio e libero il pesce in acquario direttamente dalla busta immergendola in acquario e facendola riempire e facendolo uscire senza alcun trauma, se i valori del sacchetto sono ancora lontani da quelli della vasca butto metà acqua del sacchetto e metto un altro bicchiere di acqua della vasca, e così via.

 

 

Questo metodo la trovo molto valido,ma penso abbia dei limiti,va bene per pesci singoli o pochi.Se ti trovi a dover 

introdurre 5-7-9-11 pesci penso la cosa diventerebbe troppo laboriosa,molto più semplice acclimatarli tutti nello stesso box.

Si eviterebbe lo stress di bover prendere il pesce con retino,ma facendo molta attenzione e prendendoli con le mai si limita parecchio.

Link to comment
Share on other sites

il mio dubbio sull'acclimatazione nel box è soltanto la temperatura che secondo me con il goccia a goccia è difficile da raggiungere senza l'uso di un termoriscaldatore, per il resto è ottima

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.