Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

tony81

Recommended Posts

  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tony81

    2

  • emanuele

    1

  • Alvar_Hanso

    1

  • brex89

    1

Top Posters In This Topic

Eheim Jager , lo trovo il più affidabile e a parità di watt sta meno tempo acceso rispetto le altre marche che ho provato ( Hydor in primis )... in più il costo è pari se non addirittura inferiore a molte altre marche

 

 

Tempo fa lessi di alcuni nuovi riscaldatori in Titanio, non ricordo la marca ma sarei curioso di sapere se qualcuno li utilizzi/ ha utilizzati e come si è trovato

Link to comment
Share on other sites

 

Tempo fa lessi di alcuni nuovi riscaldatori in Titanio, non ricordo la marca ma sarei curioso di sapere se qualcuno li utilizzi/ ha utilizzati e come si è trovato

Forse proprio la Askoll, ma non vorrei aver detto una castroneria.

Purtroppo se fino a due anni fa, avrei detto senza esitare Jaeger per tutta la vita, adesso le cose sono cambiate. Una volta avevano il corpo interno in ceramica, circondato da una serpentina capillare efficientissima. Duravano che ..ancora li ho. Aumentando le vasche ho dovuto prendere almeno 6 termoriscaldatori Jaeger in più, ma adesso m ricordano il tungsteno delle lampadine a incandescenza, non sopportano la forte escursione termica, e fuori dall'acqua come tutti gli altri termoriscaldatori esplodono.

Li considero sempre termoriscaldatori di qualità medio-alta, ma non sono più fatti come prima.

Se dovessi segnalare un'alternativa...forse i termoriscaldatori neri non calibrati che danno in dotazione coi Juwel, sono potentissimi, piccoli ma azzeccare la temperatura è un terno al lotto.

Link to comment
Share on other sites

Eheim Jager , anche io. il Titanio l'ho usato io, 500w , solo che se e rotto qualcosa, lui da solo non funziona senza la centralina, che se regola il minimo ed il massimo di allarme, e la temperatura che si vuole.

Link to comment
Share on other sites

Tempo fa lessi di alcuni nuovi riscaldatori in Titanio, non ricordo la marca ma sarei curioso di sapere se qualcuno li utilizzi/ ha utilizzati e come si è trovato

Forse proprio la Askoll, ma non vorrei aver detto una castroneria.

Purtroppo se fino a due anni fa, avrei detto senza esitare Jaeger per tutta la vita, adesso le cose sono cambiate. Una volta avevano il corpo interno in ceramica, circondato da una serpentina capillare efficientissima. Duravano che ..ancora li ho. Aumentando le vasche ho dovuto prendere almeno 6 termoriscaldatori Jaeger in più, ma adesso m ricordano il tungsteno delle lampadine a incandescenza, non sopportano la forte escursione termica, e fuori dall'acqua come tutti gli altri termoriscaldatori esplodono.

Li considero sempre termoriscaldatori di qualità medio-alta, ma non sono più fatti come prima.

Se dovessi segnalare un'alternativa...forse i termoriscaldatori neri non calibrati che danno in dotazione coi Juwel, sono potentissimi, piccoli ma azzeccare la temperatura è un terno al lotto.

 

 

 

 

Concordo in pieno...... ne ho almeno 5 vecchi circa 10 anni mai nessun problema, quelli verdi la cui regolazione andava fatta con una moneta..... anche io ne ho presi diversi nuovi, entra acqua dentro e se lo lasci acceso durante il cambio ci sono probabilità che te lo giochi, proprio ieri 2 termostati jager nuovi hanno cessato la loro attività erano nei serbatoi di stabulazione e l'acqua usciva fredda, li controllo..... serpentina andata.

Link to comment
Share on other sites

proprio ieri mi è caduto un askoll al titanio :012: dentro effettivamente ce il corpo in ceramica che molti altri non hanno e devo dire che funzionava bene....

ho messo a confronto un prodac da 300W (vecchiotto) e un jagher da 250w...lo stesso acquario con lo jagher arriva in temperatura in meno tempo.

Link to comment
Share on other sites

io devo dire che mi son trovato bene con i riscaldatori tetra usati per un paio d'anni e nn ho avuto problemi e costano poco..

Link to comment
Share on other sites

nella mia vasca all'inizio ho usato il riscaldatore juwel incluso nell'acquario (rio240) successivamente però mi sono accorto

che per molto tempo ho tenuto la vasca a circa 25/26 gradi ( a causa di un termometro sballato) ma poi non sono riuscito mai ad arrivare a 29 gradi

e il riscaldatore si accendeva in continuazione così ho comprato un jager da 250W e il problema è stato risolto completamente

vasca a temperatura costante, posso arrivare e superare i 30° qualora fosse necessario adesso che ho impostato la T sui 28-28,5°

il ricaldatore lavora poco per la gioia di mio padre nel ricevere le bollette :)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.