Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

ph e carica batterica


saba

Recommended Posts

volevo discutere con voi di quello che forse possiamo chiamare"parametro",anche se non possiamo misurarlo:la carica batterica.

e dell'importanza ,secondo me di allevare i Discus in un ph acido (per esempio compreso tra 5 e 6,9 )

e verosimile che un pesce evolutosi in ambiente a ph acido sia più vulnerabile all'attacco di agenti patogeni di natura batterica.

 

vorrei discutere con voi di questo ,anche se ci sono esperienze molto diverse,se il mantenimento in ph acido evita batteriosi,o limita lo sviluppo batterico

ai quali i discus sono molto sensibili.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 2
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tatore

    1

  • tony81

    1

  • saba

    1

Popular Days

Top Posters In This Topic

La bassa, o limitata carica batterica (U. F. C. = unità formanti colonie), è senz'altro peculiarità ascrivibile ad una vasca che può permettersi di tenere discus e non solo, in ottime condizioni di salute, e con un sistema immunitario non sovraccaricato da agenti esterni che altrimenti lo mettono a dura prova.

Il pH basso (parliamo solo di questo aspetto qui) ha questa fantastica caratteristica: inibisce e rallenta la formazione di colonie batteriche, che vanno limitate nella formazione, e non eliminate completamente perché altrimenti ci vorrebbero antibiotici che decimerebbero anche la flora batterica del filtro.

 

Il pH acido ha una doppia valenza, in parole povere, una che riguarda direttamente la fisiologia del pesce, che essendo acidofilo sfrutta questo valore a suo vantaggio, e sviluppa le funzioni più importanti sulla base dell'acidità, e un'altra valenza che indirettamente aiuta il sistema acquario a rallentare la formazione di eventuali colonie di batteri patogeni. Direttamente e indirettamente quindi il pH acido è alleato del discus.

 

Oggi son venuti @@titi ed @@emanuele a casa mia, ed hanno visto come tengo i pesci: 40 discus in più vasche, tutti in conduttività che parte da un minimo di 40 µS/cm e pH 5,5 - 6,00 (per i microcambi continui) a conduttività 200 µS/cm, con pH 4,7 (selvatici). Notavamo come tra tutti i problemi che possono avere pesci così tenuti, sicuramente non svilupperebbero mai problemi di natura batterica che non sono solo batteriosi, ma anche infezioni interne ecc...

Link to comment
Share on other sites

l acqua secondo me dovrebbe essere il maggior veicolante per i batteri, a ph acido se ne limitano le proliferazioni, naturalmente influisce la proliferazione batterica anche nel filtro, il nitrosomonas(ammoniaca --&--#62;nitrito)prolifica meglio a ph basico,invece l aeromonas dovrebbe sopravvivere fino a ph circa 5, mentre gli organismi che sopravvivono meglio a ph acidi sono i funghi ph più o meno 3, ma ci sono tanti fattori che i nfluenza la proliferazione batterica uno come detto è il ph

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
    • Gattosilvestro
      Allora spiego un po meglio la situazione  comprai 2anni fa circa 3 discus gia grandi di cui si era gia formata una coppia  li separai in acquario di comunita e anda tutto bene i piccoli dischi sono arrivati alla grandezza di un centesimo€ spostati in altra vasca piano piano sono morti tutti.decido di prendere un cubo solo per la coppia laddove hanno continuato a deporre moltissime volte ma senza risultati poi ho pensato di cambiare maschio (quello attuale) e depongono 1 volta a settimana dopo un po di mesi spoto tutto in acquari di comunita separati cn una reta e la trafila continua senza esito positivo  ora invece avendo a diposizione un 30o litri li ho spostati li dove la trafila continua puntuale ogni 7/10gg  stavo pensando di ricambiare maschio dato che con quello 1 volta era andata a buon fine  poi qualcuno sa dirmi che valori devo usare per far riposare la femmina che credo si stremata dalle continue covate spero do essere stato chioro e di non essermi dilungato saluti
    • tatore
      Ciao, le uova bianche no, sono già andate. Una coppia esperta le elimina selettivamente, per evitare che ife e miceti si propaghino sulle uova vicine, le altre ancora è presto per dirlo. Ancora qualche giorno e vedrai. Se le stanno a ventilare comunque stanno a fare prove tecniche. I valori sono ottimali. Le premesse ci sono tutte comunque. L'embrione cresce abbastanza velocemente quindi dovresti vedere a breve il punto nero dentro le uova. Le non fecondate imbiancano quasi subito.
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.