Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

[maxtom] la gestione della mia vasca


Recommended Posts

E' qualche giorno che navigo sul vostro sito e mi accorgo che,nonostante la mia età anagrafica ed " acquaristica",di esperienza ne ho veramente poca. E' giunto il momento di farvi qualche domanda.La prima riguarda i cambi d'acqua poichè le scuole di pensiero a riguardo sono tante.Nel mio Juwel 180 (180 lt),del quale ho accennato nella mia presentazione,cambio 60 lt ogni settimana-10 giorni( uso acqua d' osmosi).Vi rammento che ho tre discus medi 1 botia 6 cardinali 1 pangio e 2 corydoras.Qualcuno dice che l'acqua non si cambia mai ( e rammento che si diceva nei lontani anni 60 - 70)qualcuno dice che va bene un cambio del 10% una volta al mese,qualcun altro che va bene ogni 6(!)mesi,ho letto infine un post di un utente che è attrezzato con una vasca con un impianto connesso che gli permette di cambiare l'acqua tutti i giorni e chi più ne ha più ne metta.Nei miei anni di acquariofilo l'unica certezza che ho acquisito è che ogni acquario ha una sua storia e basta cambiare un pesciolino che questa storia può cambiare radicalmente.Comunque mi interessa molto il vostro parere in proposito.Come vi ho già detto,il mio acquario va benino, appena posso posterò qualche foto.Vorrei solo che le piante stessero meglio.Ho provato a fertilizzare ma mi aumentano le alghe.Per inciso ho delle vallisnerie e sagittarie che sono rigogliosissime ma altre piante immesse non riescono a sopravvivere.Vi riposto gli ultimi parametri: PH 7,5-GH 7-KH 3-NO3 12,5-PO4 0,5 mgl circa-temperatura 28-29 gradi.I parametri, con la frequanza dei cambi suddetta,sono stabili,se mi accorgo che il GH scende troppo ( ultimamente stava a 5 ) aggiungo all'osmosi dei sali della SEACHEM replenish.Non ho mai misurato il TDS.Sarebbe opportuno,secondo voi,dotarmi di un misuratore? Un impianto di CO2 potrebbe migliorare le cose?Mi conviene usare della torba per abbassare il ph?.......Mi conviene continuare così?Vi ringrazio per l'attenzione.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 13
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tony81

    6

  • maxtom

    6

  • tatore

    2

Top Posters In This Topic

Posted Images

con gli ibridi secondo me si ottengono ottimi risultati cambiando spesso l acqua, poi ognuno ha i suoi metodi veri o presunti che siano,magari cambiando poco ma spesso si scovolge meno l equilibrio chimico della vasca valori di nitrato o fosfati alti penso siano elementi di stress anche se nn nocivi per i pesci,per le alghe se fertilizzi ne approfittano(specialmente se esageri) visto che si nutrono di ciò che le piante hanno bisogno..potrebbe anche esserci problemi con la luce

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra di capire che, secondo te, va bene così.Ti aggiungo che l'acquario è stato istallato a settembre con materiali del mo vecchio acquario,escluso il fondo.I miei discus sono rosso turchese.Ti sembrano alti i miei fosfati e nitrati? Ho usato,qualche volte delle resine.Ma anche riguardo a questo qualcuno dice che è meglio evitare.La luce,fornita da due neon T5 di serie,la tengo accesa per 7 ore circa( una volta usavo tenerla 12 ore) e non ho mai esagerato con il fertilizzante.Attualmente ho aggiunto 2 pasticche di TETRA CRYPTO nei pressi di una echinodorus estremamente rachitica .Se non hai letto il mio post di presentazione, aggiungo che ho un filtro EHEIM 250 con termostato,riempito con tubetti presi dal mio vecchio filtro biologico oltre alle spugne e alla lana del prefiltro.Le alghe non sono molte,ma mi piacerebbe poter aumentare le ore di luce e sopratutto avere qualche altra pianta che si sviluppi bene oltre alle vallisnerie e sagittarie che sono rigogliosissime. Che mi dici della misurazione del TDS , della CO e della torba?

Link to comment
Share on other sites

ci vuole anche qualche foto della vasca, che neon monti? modello marca e kelvin? fosfati e nitrati sono ok..le piante che hai citato vanno avanti anche solo una blanda fertilizzazione e nn hanno bisogno di co2, le resine meglio evitare, nitrati e fosfati vanno tolti con i cambi d acqua,io di solito la consiglio a tutti visto le sue proprietà, però per gli ibridi va bene anche quel ph anche se avendo ph acido eviteresti avvelenamenti da ammoniaca, potresti anche usare qualche foglia di catappa in vasca, sarebbe più utile un conduttivimetro anche se lo vedo più indispensabile in vasche wild o da riproduzione

Link to comment
Share on other sites

Come faccio per inserire le foto?I neon sono quelli forniti di serie dalla JUWEL. Sono dichiarati 45 Watt, non so i Kelvin.Non penso di aver mai avuto ammoniaca o nitriti,mi consigli di misurarli?Comunque Aquariophilya,la rivista on line,ha pubblicato un mio scritto e delle mie foto sul numero di gennaio a pagina 137.Ti risulta che la CO2 possa nuocere ai discus in qualche modo?Ti ringrazio infinitamente per l'attenzione

Link to comment
Share on other sites

per postare le foto..vai su usa editor completo e clicchi sopra, poi vai su Clicca per allegare dei file e selezioni le foto..apri un nuovo topic per le foto

 

 

nuoce specialmente se erogata male, ma è inutile per le poche piante che vanno con i discus, da quanto tempo nn li cambi i neon? sarebbe opportuno tenere i test a portata di mano e ogni tanto fare controlli di routine

Link to comment
Share on other sites

Ti invio le foto della mia vasca.Spero che rendano l'dea di insieme.I neon hanno la stessa vita dell'acquario cioè 5 mesi e sono di tecnologia T5,dovrebbero quindi avere una vita abbastanza lunga ed un'intensità maggiore,a detta del fabbricante.Attualmente le tengo accese 7 ore ca.al giorno.Come puoi vedere le vallisnerie e sagittarie sono forse troppo rigogliose,vengono dal mio vecchio acquario e le piante originali dovrebbero risalire ad una quindicina d'anni fa.L'Echinodorus bleheri è completamente atrofica l'ho acquistata un paio di mesi fa ed era uno splendore,ma ha perso tutte le foglie e quelle che vedi sono quelle che attualmente produce.Ti ringrazio ancora dell'attenzione.

post-2143-0-98578600-1330039274_thumb.jpg

post-2143-0-78870800-1330039287_thumb.jpg

post-2143-0-41960300-1330039302_thumb.jpg

post-2143-0-69755500-1330039317_thumb.jpg

post-2143-0-75524700-1330039330_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

nn sono un grande esperto di piante, ma penso che tutta quel popò di valli e sagittaria gli rubino parecchi elementi per poter crescere, comunque sia darei una bella potata alle piante specialmente a centro e davanti in vasca per dare più spazio ai pesci, ed anche per dare più luce alla echinodorus..

Link to comment
Share on other sites

Concordo col fatto che valli e sagittarie sono troppe,ma non erano state piazzate in quel modo,specialmente sul davanti.Le ho lasciate crescere per farle sviluppare e per fare un po' d'ombra.Adesso temo che eliminando i numerosi stoloni possano danneggiarsi in qualche modo.Qualcuno sa dirmi qualcosa in proposito? A proposito dell'acqua, non ci sono nitriti e sono riuscito a misurare un TDS intorno a 190.Purtroppo nessuno a Napoli ha conduttivimetri.Mi è stato consigliato il misuratore TDS soprattutto per verificare l'efficienza della pompa d'osmosi che purtroppo non è a bicchieri ma fino ad ora pare che vada bene.E' una della AQUILI.Grazie sempre per la tempestività ed attenzione

Link to comment
Share on other sites

potare significa anche rivingorire gli stoloni più giovani in modo che assorbino più macro e micro nutrienti (a discapito di quelli più vecchi) per la crescita nn serve solo a fare spazio, puoi acquistare anche questo http://www.aquariumline.com/catalog/hmdigital-com100-conduttivimetro-professionale-%C2%B5stdstemp-waterproof-p-7071.html che ti misura sia TDS\uS\temp, per il controllo anche dello stato della membrana

Link to comment
Share on other sites

Allora, Maxtom.

I valori sono perfetti. Più o meno. Ma non c'è niente di trascendentale in quello che vivi o dici, è tutto abbastanza normale. Le Vallisneria gigantea è risaputo che secernono attraverso l'apparato radicale un ormone, che difficilmente permetterà ad altre piante di attecchire, un fenomeno che si chiama "allelopatia". La Valli porta lo scettro, e infatti io consiglio sempre di limitarla ad un isolotto in vasca, lontana dalle altre piante e quindi da altri apparati radicali importanti. nel caso della tua povera E. bleheri è talmente palese la mancanza di potassio e l'insofferenza della vicinanza della Vallisneria che manca poco che te lo dica con un manifesto. Non temere, stabilisci un piano di attacco e decidi la sorte di almeno 3/4 delle piante in vasca (solo le valli). Regalale, ovviamente, o vendile. Ma non tenerle ulteriormente. Piuttosto sostituisci parte di esse con legni di torbiera, per permettere all'anima ciclide del discus di delimitare territori e tutto. Son davvero troppe e troppo grandi.

Non soffriranno, non le ammazzi sradicandole. Puoi stare più che tranquillo. I discus invece hanno una faccetta vispa che mi intenerisce e non poco. Ottimo davvero.

E' troppo sospetta l'atrofia della E. bleheri.

Nitrati e fosfati sono nella norma, se non sotto la media. E qualche alghetta, non dimentichiamo che c'è sempre anche in natura. Ma in casa e sui vetri, ovviamente fanno schifo, anche se a me non fanno proprio nessun effetto negativo.

Link to comment
Share on other sites

Per quel che concerne la storia dei cambi ecc... purtroppo hai ragione, le scuole di pensiero son tante, io coi selvatici dirado abbastanza, ma con gli ibridi, che a cambi diradati stanno comunque bene, se si intensificano i cambi noti la crescita che si armonizza verso un ottimo rateo e ottimi risultati, anche se io sono scettico sulla colpevolezza del nitrato e attribuisco il beneficio al ricambio dei sali e all'abbattimento della carica batterica. Molto semplicisticamente riassunto ovviamente.

Tu comunque hai delle domande belle e simpatiche, purtroppo io ho esperienze limitate alle mie vasche però il viraggio di atteggiamento dal cambio una tantum al cambio consistente (nell'esatto ordine) l'ho avuto dopo aver notato che indiscutibilmente i pesci (discus) con l'acqua nuova stanno bene, crescono bene, contraggono meno sovente malattie ecc...

Una volta è vero che tutti (tedeschi in primis) si ingegnavano con denitrificatori e altri sistemi a fanghi che permettevano una finta autonomia del sistema fino a un anno. Ma se vedi che pesci erano...

Forse in vasca arredata anche le piante danno una mano, ma per me, una vasca come la tua, col 20% ogni 4 giorni visto che anche la densità di popolazione è limitata, sicuramente ti darà ottimi risultati.

Per il conduttivimetro si, compralo, è decisamente....utile. Molto.-

Link to comment
Share on other sites

Ho provveduto a sfoltire,seguendo il consiglio di Tony,sul davanti e al centro.Di piante ne ho tolte molte più di 3 o 4 ed ,almeno esteticamente, va molto meglio. Spero che vada meglio anche per la povera echinodorus. Non sapevo dell'influenza nefanda delle valli e, sinceramente , nel mio vecchio acquario,dal quale le ho trasferite, non avevo questo problema.Avevo tre Echeinodorus rigogliosissime insieme alle valli.Comunque credo che l'ipotesi di Tatore sia plausibilissima e non nasacondo che mi era venuto qualche sospetto anche perchè le uniche piante che sono sopravvissute al trasferimento dal vecchio acquario sono appunto le vallisnerie. Riguardo al conduttivimetro ho optato per il misuratore TDS poichè l'avevo già preso prima di aprire il post di Tony. Per adesso mi arrangerò con quello.Ho notato anch'io un generale miglioramento dei discus in corrispondenza dei cambi d'acqua:li vedo più colorati ,più vivaci e dimostrano più appetito, e pensavo fosse una mia suggestione.Quello che mi dice Tatore mi conferma invece che davvero i cambi sono salutari Vi ringrazio ancora per la tempestività la chiarezza e la competenza che dimostrate e vi faccio ancora i complimenti per il vostro sito.Senz'altro vi consulterò ancora

Link to comment
Share on other sites

se vuoi ti puoi aiutare anche con qualche gasteropode per eliminare le fastidiose alghe, anche se qualcuno le interpreta anche come un buona segno la loro presenza..

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
    • Gattosilvestro
      Allora spiego un po meglio la situazione  comprai 2anni fa circa 3 discus gia grandi di cui si era gia formata una coppia  li separai in acquario di comunita e anda tutto bene i piccoli dischi sono arrivati alla grandezza di un centesimo€ spostati in altra vasca piano piano sono morti tutti.decido di prendere un cubo solo per la coppia laddove hanno continuato a deporre moltissime volte ma senza risultati poi ho pensato di cambiare maschio (quello attuale) e depongono 1 volta a settimana dopo un po di mesi spoto tutto in acquari di comunita separati cn una reta e la trafila continua senza esito positivo  ora invece avendo a diposizione un 30o litri li ho spostati li dove la trafila continua puntuale ogni 7/10gg  stavo pensando di ricambiare maschio dato che con quello 1 volta era andata a buon fine  poi qualcuno sa dirmi che valori devo usare per far riposare la femmina che credo si stremata dalle continue covate spero do essere stato chioro e di non essermi dilungato saluti
    • tatore
      Ciao, le uova bianche no, sono già andate. Una coppia esperta le elimina selettivamente, per evitare che ife e miceti si propaghino sulle uova vicine, le altre ancora è presto per dirlo. Ancora qualche giorno e vedrai. Se le stanno a ventilare comunque stanno a fare prove tecniche. I valori sono ottimali. Le premesse ci sono tutte comunque. L'embrione cresce abbastanza velocemente quindi dovresti vedere a breve il punto nero dentro le uova. Le non fecondate imbiancano quasi subito.
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.