Jump to content

Recommended Posts

Gli heckel difficili sono come la regola dei 50 lt. Spesso la si enuncia per evitare di approssimare in difetto quello che si sa, ma sempre per il bene dei pesci.

Penso che tra tutte le grandi famiglie l'heckel diciamo che ha un tempo di acclimatazione differente, non è facile la femmina da portare alla riproduzione perché ha una biologia molto complessa, e dà il massimo se in gruppi numerosi di conspecifici. E' la mia esperienza.

Altre piccole osservazioni: non tollerano alla grande continui cambiamenti di vasca, preferiscono più degli altri discus un ambiente poco illuminato e acque scure e acide, e i 29-30 °C che manteniamo per gli altri discus, per l'heckel spesso sono troppi (lo vedi: nervoso, scatta facilmente ecc..): sono sufficienti 27°C o 28 al massimo, come mantenimento.

Ovviamente parlo dell'heckel classico con il corpo prugna, non heckel cross o ibridi naturali bellissimi provenienti dal grande lago Nhamundà, dove si trovano esemplari molto colorati (un bellissimo blu che gli vale il soprannome di "cabeça azùl", o blue face, e ancora blue moon)e volendo anche meno difficili da allevare.

Per un heckel è meglio prepararsi, badando a queste poche nozioni. La conduttività bassa è amica della fisiologia dell'heckel.

Difficile? No, forse esigente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L' Heckel Rio Negro gradisce acque acide e conduttività molto bassa, predilige l'allevamento in branco. Se si possono rispettare questi fattori non è un pesce nè più difficile ne più facile degli altri. Riproduzione praticamente impossibile.

Pesci provenienti da altri areali sono molto meglio gestibili in fatto di valori e convivenza con altre varietà di conspecifici.

A livello personale comunque sconsiglierei il miscuglio di varietà, e penserei a creare un branco abbastanza omogeneo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho esperienza in merito ma ne ho visti veramente pochi in vasche di amici conoscenti o semplici appassionati in 30 di acquari quindi probabilmente qualche difficoltà c'è :-)

Quoto cmq mitch per il branco :--)

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche a me è un pesce che piace moltissimo e mi piacerebbe molto pensare in un incrocio con un ibrido da poter fissare la classica 5 banda nera bella marcata!!! secondo me è bellissima!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è quel gioco di incroci che puoi fare sulla carta, Astro. Quante bande heckel vedi in giro? Io nel mio piccolo cerco di dire la mia evitando voli pindarici perché sono praticamente inutili. Sempre sulla base della mia esperienza. Pierluigi Monticini (che avete conosciuto a NaQ, conferenziere ittiopatologo) ci ha fatto una tesi sulla riproduzione degli heckel, che a stento hanno risposto anche a seguito di utilizzo di gonadotropine. L'incrocio già di suo non è un gioco di tasselli, se poi parliamo dei discus che per antonomasia sono difficili da indurre alla riproduzione..ma di che parliamo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'incrocio già di suo non è un gioco di tasselli, se poi parliamo dei discus che per antonomasia sono difficili da indurre alla riproduzione..ma di che parliamo?

 

Ahahahaha! come al solito ti fai trasportare dal discorso!!! :011:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli heckel difficili sono come la regola dei 50 lt. Spesso la si enuncia per evitare di approssimare in difetto quello che si sa, ma sempre per il bene dei pesci.

 

Parole sacrosante! Niente è difficile se diamo ai pesci la possibilità di acclimatarsi a condizioni diverse ma quanto meno simili al loro habitat!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma ragazzi,

in base alla zona di provenienza,questo pesce ha piu o meno esigenze rispetto ai suoi conspecifici??

Ho letto anche di Heckel pescati in zone dove hanno trovato anche green o brown!

Share this post


Link to post
Share on other sites

l' unica esperienza che ho mai avuto con selvatici e stata con gli heckel e penso ,come già detto ,che piu che difficile esige valori e ambiente specifici.

In circa 23 anni che allevo discus e stata l'esperienza che mi ha affascinato di più ,un pesce che ci mette un po a concedersi ma quando lo fà regala grandi emozioni,un pesce che va apprezzato.

mi piacerebbe (li trovassi)allevarne di nuovo un bel gruppetto numeroso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono sicuramente pesci sopra...le righe (vabbé, con quel righello centrale è facile dirlo :dft010: ). Ci sono moltissime varianti e tanti cross naturali, e sono più o meno gli esplosivi dell'areale Namundhà, dove durante alcuni periodi di piena succede di tutto, anche perché il discus solo forzatamente si mischiano tra di essi, se appartengono a varietà diverse. Ecco perché sono sempre per vasche monotematiche. L'heckel fa branco più volentieri con altri heckel.

Forse sono i più capricciosi, i meno appariscenti, ma sicuramente i più affascinanti tra i selvatici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

con la ia poca esperienza con gli heckel posso dirti che non sono difficili da tenere...... io diciamo ho ricreato il loro habitat con valori non troppo forzati!! e con il tempo ti daranno molte soddisfazioni anche io volevo mettere altri tipi di wild ma come dice tatore è meglio formare un gruppo con solo heckel !! e ti posso dire che è un pesce STUPENDO !!! :dft012: :dft012: :dft012:

Share this post


Link to post
Share on other sites

con la ia poca esperienza con gli heckel posso dirti che non sono difficili da tenere...... io diciamo ho ricreato il loro habitat con valori non troppo forzati!! e con il tempo ti daranno molte soddisfazioni anche io volevo mettere altri tipi di wild ma come dice tatore è meglio formare un gruppo con solo heckel !! e ti posso dire che è un pesce STUPENDO !!! :dft012: :dft012: :dft012:

...detto da un folle che è partito in quinta :dft010:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma a che valori li avete??

Cioè, è davvero cosi importante il ph estremo?? i cosidetti 5.0 / 5.5 ????

 

PS: colgo l'occasione per chiedervi voi come lo tenete cosi basso?? io con un kh di 1 non riesco ad andar sotto il 6.7 massimo 6.5 :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao @ i miei li tengo a:

ph: 5.0

kh: 0

gh: <6

no2:0

no3:15

microsimens: 230

temp: 28.2

e devo dire che stanno alla grande io faccio cambi settimanali di 50 lt con osmotica e tanta torba e foglie di catappa!

e ti posso dire una cosa che ho notato anzi che mi ha fatto notare @@tatore che la cosa più importante sono i microsimens per dirti io prima li avevo a 540 da quando l'ho portata a 230 (cerco ancora di abbassarli) si è notata subito la differenza!!!

Edited by lz92

Share this post


Link to post
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.