Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Spike Di Ammoniaca?


Recommended Posts

Il delicato equilibrio del filtro può essere compromesso con poco...una piccola interruzione di corrente, il flusso che aumenta perchè abbiamo pulito i tubi, abbiamo cambiato filtro ecc...

Fatto sta che in un mese mi è capitato 2 volte questo aumento temporaneo di ammoniaca: la prima a Lucillo (gli è morto un pesce) e la seconda volta a me l'altro ieri. Non ho prove che si tratti al 100% di questo "spike" ma parlando con Salvo c'è una buona probabilità.

L'unica cosa che aveva fatto di diverso dal solito Lucillo è stato pulire i tubi perchè mandavano poca acqua; a me si è rotto il selettore di flusso e il filtro è stato fermo 15-20 min. poi la mandata è restata aperta al massimo della portata.

I sintomi dei pesci: a Lucillo boccheggiavano...a me hanno cominciato ad avere una respirazione accellerata: erano più timorosi del solito,stavano immobili e mangiavano poco o niente.

Io ho inserito subito l'areatore e già il giorno dopo stavano meglio. A Lucillo visto che non aveva l'areatore ho consigliato di alzare il tubo di mandata sopra il pelo d'acqua.

Naturalmento ho misurato i nitriti ma erano regolari: 0......C'è qualcosa che voi avete fatto e che si può fare ancora per prevenire-rimediare queste situazioni? sign0098.gif

Link to comment
Share on other sites

se hai il PH acido dubito che si tratti di ammoniaca, sotto il 6,9 PH si forma l'ammonio che è molto meglio tollerato dell'ammoniaca e non dovrebbe dare i sintomi descritti. Potrebbe essere un picco di nitriti che si legano all'emoglobina e rendono impossibile il trasporto dell'ossigeno nel sangue già a 0,2 mg/lt

Link to comment
Share on other sites

se hai il PH acido dubito che si tratti di ammoniaca, sotto il 6,9 PH si forma l'ammonio che è molto meglio tollerato dell'ammoniaca e non dovrebbe dare i sintomi descritti. Potrebbe essere un picco di nitriti che si legano all'emoglobina e rendono impossibile il trasporto dell'ossigeno nel sangue già a 0,2 mg/lt

Enki, è infatti uno dei vantaggi dell'avere un pH sempre debolmente acido. Il fatto che l'NH3 in ambiente acido si lega ad uno ione H+, formando ammonio, innocuo, NH4

Francamente se parli con Maury, è stata la prima cosa che gli ho detto....chiesto il pH e detto quello che tu hai detto. MA, ho anche pensato che con molta probabilità si tratta di spike e non di ammoniaca proprio in virtù del fatto che il fenomeno avviene in ambiente acido, e che però si tratta di batteri che morendo secernono, disfacendosi, parecchie tossine, un combo di acidi nucleici e altre sostanze presenti all'interno dei batteri.

Mi assumo infatti la responsabilità di dire che ho maturato io questa convinzione, visto che non era una condizione meramente chimica ma chimica e biologica. Leggo su lenntech (giusto per parlare)

Effetti sulla salute

 

Quando il nitrito entra nella circolazione sanguigna, reagisce con l'emoglobina e forma un composto chiamato metaemoglobina. Tale composto riduce la capacità del corpo di trasportare l'ossigeno. Il livello di ossigeno diminuisce ed i bambini mostrano i sintomi di una malattia detta metaemoglobinemia anche nota come "la malattia dei bambini blu".

 

Il sintomo più evidente della metaemoglobinemia è la compoarsa di un tono bluastro sulla pelle, specialmente intorno agli occhi ed alla bocca. Se scoperta rapidamente, questa malattia può essere curata con successo tramite un'iniezione di metilene blu, che trasforma la metaemoglobina di nuovo in emoglobina. La condizione è estremamente seria se non è curata: la morte avviene quando il 70 per cento dell'emoglobina del corpo e' stato convertito in metaemoglobina.

 

Però, sono considerazioni sull'uomo, e il sangue umano ha un pH fisso a 7.4

Link to comment
Share on other sites

penso che sia lo stesso e forse anche peggio sui pesci e il dramma è che spesso misurando i NO2 sono nulli perchè si verificano veri e propri picchi ai cambi d'acqua ma durano poco ma letali...

 

Cmq come consiglio generale bisogna tenere in casa una confezione di ossigeno in polvere (non cito marche ma lo sapete tutti) non tanto per i pesci quanto per i batteri, se succede il picco di nitriti spargere l'oxi in tutta la vasca e nel biologico

Edited by Enki
Link to comment
Share on other sites

Ah, quindi dici che i nitriti si comportanto comportano come l'ammoniaca? Ossia picchiano e scappano rendendo spesso inutile ogni repentina misurazione? Perché misurati davano zero (oddio, Maurizio...scusami se intervengo come il prezzemolo, ma mi intriga il discorso..)

Link to comment
Share on other sites

Tranquillo Tato interessa anche a me!! Complimenti per la tua preparazione Max! Ah ! Qua puoi citare marche e prodotti...non ci sono fini di lucro.

Anzi se puoi spiegare come fai dettagliatamente in questi casi puoi essere di aiuto!

Link to comment
Share on other sites

si ma tendo ad escludere l'ammoniaca perchè a PH 6 la concentrazione letale di ammonio è 10 volte superiore che a PH 7, invece i nitriti sono letali sempre a prescindere dal PH ed è facile immaginare che un cambio d'acqua abbatta una certa % di batteri lasciando "scoperto" il prcesso di mineralizzazione per qualche frazione di ora. Quello che a me sembra ovvio è che la popolazione batterica della vasca di Maurizio è "giusta giusta" quindi se fosse mia la vasca aumenterei la quantità di substrato biologico nel filtro

Link to comment
Share on other sites

Io Max non penso francamente di essere giusto-giusto col materiale biologico ma di essere stato abbondante: uso 2 filtri :Eheim 2075 e Hydor prime 30. Il primo caricato tutto biologico ed il secondo a funzione principalmente meccanica caricato a spugne . Chiaramente il flusso è: acquario-Hydor-Eheim-acquario. :biggrin:

 

P.s. Da oggi uso il Jbl 1500 con più materiale biologico

Link to comment
Share on other sites

Tranquillo Tato interessa anche a me!! Complimenti per la tua preparazione Max! Ah ! Qua puoi citare marche e prodotti...non ci sono fini di lucro.

Azi se puoi spiegare come fai dettagliatamente in questi casi puoi essere di aiuto!

 

Grazie Maury, anni e anni di problemi mi hanno forgiato.... :dft005:

Non voglio sembrare supponente, ma a me non potrebbe succedere io ho una sump sovraddimensionata e se si ferma la corrente scarica istantaneamnete 5o litri d'acqua. Cmq per sicurezza tengo a portata l'oxipur della sera che alimenta subito i batteri e aiuta la respirazione dei pesci, non scade mai ed è facilissimo da usare. In casi estremi puoi usare l'acqua ossigenata ma con molta cautela, altrimenti ti fai i discus biondi.......

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Io Max non penso francamente di essere giusto-giusto col materiale biologico ma di essere stato abbondante: uso 2 filtri :Eheim 2075 e Hydor prime 30. Il primo caricato tutto biologico ed il secondo a funzione principalmente meccanica caricato a spugne . Chiaramente il flusso è: acquario-Hydor-Eheim-acquario. :biggrin:

 

P.s. Da oggi uso il Jbl 1500 con più materiale biologico

 

Scusa mi sono spiegato male, me ne sono accorto solo ora. La quantità di batteri non è proporzionale al materiale filtrante che hai, altimenti chiunque potrebbe mettere una colonna con 1000 lt di cannolicchi e stare tranquillo. I batteri responsabili della mineralizzazione delle proteine non la fanno certo gratis ma ci campano. Quindi la quantità di batteri dipende in primis da quanto "cibo" hanno a disposizione. I batteri sono presenti in ogni anfratto della vasca, arredi, piante, vetri e anche liberi nell'acqua. La somma di tutti questi batteri è esattamente il fabbisogno della vasca, nè 1 in più nè 1 in meno. QUando cambi l'acqua, lavii filtri meccanici ne elimini un pochino, ma se hai un substrato biologico un po' sovraddimensionato i batteri che hai eliminato col cambio e la pulizia hanno a disposizione maggiore spazio per proliferare ed in linea di massima limiti i rischi di picchi di nitriti.

Diciamo una stupidaggine, se in vasca ti servono 100 batteri e 80 stanno nel filtro e 20 in giro per la vasca, qaundo fai manutenzione 20 vengono a mancare e ci vuole un po' per rifarli, bisognerebbe avere 110 batteri nel filtro e 20 in giro per l avasca così al cambio mi restano sempre quelli necessari....spero di non avetri confuso le idee....

Link to comment
Share on other sites

+1 ci sta tutto. :54:

 

Penso proprio di sì: anzi...Max te ne aggiungo 1 anch'io! :goodjob:

 

 

ahaha non avevo capito la reputazione, grazie amici ben gentili

Link to comment
Share on other sites

...accetta la mia provocazione: nel caso di una UV-C? Dove nell'acqua è sicuro che la carica batterica è nettamente (non vado di statistiche che mi bolli :dft008: ) inferiore ad una vasca normalmente gestita?

Link to comment
Share on other sites

...accetta la mia provocazione: nel caso di una UV-C? Dove nell'acqua è sicuro che la carica batterica è nettamente (non vado di statistiche che mi bolli :dft008: ) inferiore ad una vasca normalmente gestita?

 

 

qui ci si addentra in argomenti delicati. Direi che è persino peggio. Personalmente sono contro le UV per svariati motivi. Non vorrei tediarvi con le mie teorie, ma non le ho mai usate e le sconsiglio al 99% dei miei amici, l'1% ha smesso di usarle quando ne ha pagato le conseguenze.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.