Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

[argomento Del Mese] Filtraggio: Tutti I Materiali - O Quasi


tatore

Filtraggio biologico  

13 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Volevo chiedervi come agivate con l'allestimento del vostro parco filtrante. Normalmente un acquario dolce è soggetto a molti cambiamenti di 'tema', ma la vita dell'acquario è principalmente affidata sempre allo stesso filtro.

Ormai da anni ci sono in circolazione molte soluzioni di filtraggio, e siamo passati dai Siporax® al vetro sinterizzato generico, al biomateriale Eheim Ehfi Substrat, ottimo per filtraggio veloce, al lapillo di origine vulcanica opportunamente trattato.

Non vi nascondo che mi affascinano anche soluzioni spartane, adatte a soluzioni meno complesse, come l'amburghese (grazie Thomas per la precisazione di stanotte), che è come riportato in basso.

Hamburger_Mattenfilterbau_6.jpg

Tasto destro>>proprietà per i copyright

 

 

Mi piacerebbe raccogliere dei dati sui vostri sistemi filtranti e la disposizione, facendo nei vostri filtri il giro che fa l'acqua, e lì dove è esterno sapere come avete allocato spugne, lana e materiale ad azione prettamente biologica.

Io ho esterni e interni, ma l'interno che mi da maggiori soddisfazioni è composto da:

Lana (primo passaggio), spugna a maglia larga, cannolicchi in vetro sinterizzato + siporax, ancora spugne, siporax di nuovo, spugne e poi la paratia porta direttamente alla pompa. Non ho ancora avuto il tempo oggettivo per poter dire che sia efficiente, ma sicuramente è grosso (presto le foto).

 

Come avete disposto il materiale nei vostri filtri interni e esterni, e quale materiale avete in prevalenza?

Link to comment
Share on other sites

Rio 300

 

Filtro interno:

dall'alto verso il basso ---> lana di perlon, 2 spugne a maglia larga, spugna a maglia fine, Eheim substrat pro.

 

Filtro esterno:

dall'alto verso il basso ---> lana di perlon, spugna a maglia larga, spugna a maglia fine, bioballs e siporax al vetro sinterizzato.

 

Q - tank

 

Filtro interno:

Filtro interno a scomparti ---> lana di perlon, spugna a maglia larga e siporax. L'intero filtro è schermato da un enorme spugna - uguale a quella postata da tatore all'inizio del topic -, e il tupo d'uscita della pompa del filtro collocata al di sopra della grossa spugna.

 

Ho votato il substrat, però utilizzo anche spugne a maglia diversa e siporax.

Link to comment
Share on other sites

Io uso due filtri Hydor prime 30 e Eheim 2075. Il primo come filtraggio meccanico e il secondo come biologico. Ho tolto l'alberino dall'Hydor e attaccato alla corrente c'è solo l'Eheim.

Naturalmente l'acqua entra dall'acquario al'Hydor, dall'Hydor all'Eheim e dall'Eheim in vasca.

Nell'Hydor come si vede dalla foto, parto dal basso in alto con spugne a grana grossa e finendo con un'ovatta (tipo lana). Nell'Eheim ho usato parte del filtraggio tenendo i cannolicchi e le sfere.

Il resto per riempire tutti i cestelli ho messo i cannoliccchi che avevo già maturi nell'Hydor, ma non mi ricordo che tipo erano.

sign0098.gif

DSC_0024_l.jpg

DSC_0030_l.jpg

Link to comment
Share on other sites

io uso ormai da anni solo filtri esterni caricati come indicato da la casa produttrice, con siporax, spugne e ovata. il giro penso che e quello classico, prima attraversa la spugna poi il siporax e per l'ultimo l'ovata. non ho le foto di come sono al interno ma posso mettere quelle di come o predisposto il flusso d'acqua. il pescaggio e tutto da una parte e poi tutte le uscite si collegano in un tubo piu grosso che arriva da quel-altra parte de la vasca. mi sembra che sono un può fuori tema ma penso che andrà bene

post-1270-0-26943000-1302036396_thumb.jpg

post-1270-0-74784600-1302036413_thumb.jpg

post-1270-0-91760300-1302036428_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

No no, Titi, c'entra tutto quando si parla di queste cose. Diciamo che questo è lo schema dell'Eheim, il prototipo di funzionamento:

FM_2222.JPG

L'acqua finisce in caduta libera sulla camera in basso, dove i sedimenti più pesanti rimangono, e risalendo attraversano i cannolicchi lisci e non porosi (non servirebbero a nulla), dove fungono da ulteriore decantatori, e poi la spugna, che è la parte che svolge l'azione meccanica più importante di trattenimento, prima che l'acqua finisca sul substrato Eheim, libera dal particolato grossolano, e quindi perfetta per il materiale che si compatta abbastanza. Tenendo conto però che gli Eheim hanno tutti una bella portata, sarebbe inutile metterci dentro siporax perché l'acqua sarebbe talmente veloce che il contatto dell'acqua con essi non sarebbe sufficiente per una corretta denitrazione. Invece il malloppo biologico Eheim è perfetto.

Come più volte detto, comunque, il filtro interno in dotazione coi Juwel è stato troppo sottovalutato secondo me. E' davvero un portento.

@ Maury6263: il tuo sistema funge da biologico anche lì dove dovrebbe essere 'esclusivamente' ad azione meccanica. Ma è un valore aggiunto. E' come un filtro ad aria...senza aria :dft008:

Link to comment
Share on other sites

Noi usiamo l'interno a tre vani tradizionale dove nel primo vano ci sta solamente il riscaldatore, l'acqua entra dal basso e risale il filtro dove passa nel secondo vano caricato (dall'alto nel senso di scorrimento dell'acqua) 2 strati di Lana perlon, spugne a grana grossa e poi i cannosint, l'acqua arriva in basso e passa nel terzo vano (anchesso con qualche cannosint dove risale verso l'altro dove c'è il tubo con la pietra porosa che per depressione porta l'acqua su per il tubo e versata in vasca (allegherò foto al più presto).

 

Quando avevo la vasca in casa adoperavo due filtri Pratiko (300 e 400) collegati in serie in questo modo:

 

L'acqua in arrivo dalla vasca andava nel Pratiko 300 caricato con spugne originali, torba (all'occorenza carbone attivo), e lana di perlon, usciva dal primo filtro e andava al secondo ( pratiko 400)con solo cannolicchi, in questo modo agivo solo sul primo filtro senza toccare i cannolicchi. Utilizzavo una sola pompa, solitamente quella del pratiko 300 (perchè meno potente) montata però sul secondo filtro.

Link to comment
Share on other sites

2 strati di Lana perlon,

 

In questo modo ogni settimana lavo lo strato superiore di lana e una volta pulito ( o sostituito quando ritengo opportuno) lo metto sotto, tutto questo per ridurre il normale scompenso che si ha durante la pulizia del filtro.

Link to comment
Share on other sites

La prima disposizione non è chiarissima (foto :dft011: ) ma logica.

La seconda, a mio avviso, se solo l'avessi invertita (prima biologica e poi chimica) avresti avuto molti più vantaggi.

Però vedi quanti modi di concepire il filtraggio? Fantastico!!

Due cose sono sicure: i filtri Eheim non vanno modificati, i Pratiko vanno stravolti.

Bene, leggo con...libidine le varie disposizioni per poterle commentare. Poi prenderemo al dettaglio Siporax e "simili".

Link to comment
Share on other sites

La prima disposizione non è chiarissima (foto :dft011: ) ma logica.

La seconda, a mio avviso, se solo l'avessi invertita (prima biologica e poi chimica) avresti avuto molti più vantaggi.

Però vedi quanti modi di concepire il filtraggio? Fantastico!!

Due cose sono sicure: i filtri Eheim non vanno modificati, i Pratiko vanno stravolti.

Bene, leggo con...libidine le varie disposizioni per poterle commentare. Poi prenderemo al dettaglio Siporax e "simili".

Con la foto capirete, è banale veramente... La modificherò mettendo delle freccie vettoriali per indicare la direzione del flusso....

 

Per il filtroesterno ho pensato di mettere prima il meccanico e poi il biologico per non intasare in tempi brevi i cannosint, e il carbone attivo metterno dietro al biologico voleva dire aprire il filtro con i cannolicchi e non mi andava... Da qui si evince che il filtraggio esterno definitivo è quello con tre filtri, il primo meccanico, il secondo biologico e il terzo chimico... Un sogno... che realizzerò prima o poi...

Link to comment
Share on other sites

diciamo che carbone attivo o torba...preceduti e seguiti da uno strato di o spugna (a maglia densa) o lana (sostituibile) sono il top. Io penso che avendo la torba poteri inibitori antibatterici sarebbe meglio sempre postporla al biologico, e non anteporla. Ma parlo comunque di pignolerie quasi banali, Andrea. Sia chiaro. Te lo dico perché oltretutto il filtro degrada parecchio gran parte degli elementi che potrebbero/dovrebbero dalla torba finire direttamente in vasca. Ripeto: pignolerie mie. Non hanno rilevanza oggettiva né sono predittive di catastrofi. Se in un interno devo mettere la torba, piazzo la calza farcita sotto la pompa di pescaggio, e tra la calza con la torba e la pompa ci infilo uno strato di spugna a maglia sottile. E non nel bel mezzo dell'area biologica.

Link to comment
Share on other sites

diciamo che carbone attivo o torba...preceduti e seguiti da uno strato di o spugna (a maglia densa) o lana (sostituibile) sono il top. Io penso che avendo la torba poteri inibitori antibatterici sarebbe meglio sempre postporla al biologico, e non anteporla. Ma parlo comunque di pignolerie quasi banali, Andrea. Sia chiaro. Te lo dico perché oltretutto il filtro degrada parecchio gran parte degli elementi che potrebbero/dovrebbero dalla torba finire direttamente in vasca. Ripeto: pignolerie mie. Non hanno rilevanza oggettiva né sono predittive di catastrofi. Se in un interno devo mettere la torba, piazzo la calza farcita sotto la pompa di pescaggio, e tra la calza con la torba e la pompa ci infilo uno strato di spugna a maglia sottile. E non nel bel mezzo dell'area biologica.

 

Sono pignolerie ma non sono cavolate Salvo, io ho fatto di necessità virtù ma no era il filtraggio assoluto... Buono a sapersi!!!

O.T.

Faccio che darti un altro +1 perchè sei una macchina da guerra, :hail: :hail:

caro il mio Panama :o: )

Link to comment
Share on other sites

Giungo anche io alla situazione materiali filtranti... :dft010:

Filtro interno a 3 scomparti, volume totale circa 27 litri.

entrata flusso acqua in basso dal 1° scomparto, quindi nel 1° scomparto aereatore e riscaldatore

2° scomparto spugna grana grossa 16 x 20 spessa 5, a seguire 3/4 cm di perlon (che pulisco ogni 30 / 45 giorni),

poi incontriamo circa 6,5 litri di cannolicchi sinterizzati divisi in 5/6 sacchetti a rete.

In fondo a tutto il 2° e 3° scomparto ci sono circa 4 cm di bioball in plastica. 3° scomparto bioball e pompa eden 140 (CIRCA 1200 litri ora)

filtro esterno eheim 2224 caricato a sole spugne.

 

 

qualcuno potra' notare che sono l' unico a mettere il perlon dopo la spugna a grana grossa, ho provato ad invertire per facilitare le operazioni di pulizia del perlon... ma praticamente non avevo autonomia, si intasava nel giro di 2/3 giorni :036: e alcune volte repentinamente con il rischio di mandare in secca cannolicchi e pompa.

Ad ogni cambio acqua sifono lo sporco :042: che si deposita sul primo stato filtrante di spugna a lana grossa.

 

 

ciao a tutti

post-1321-0-05287700-1302077661_thumb.jpg

post-1321-0-22571700-1302077672_thumb.jpg

post-1321-0-48223200-1302077682_thumb.jpg

post-1321-0-52492500-1302077693_thumb.jpg

post-1321-0-65903600-1302077703_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Due cose sono sicure: i filtri Eheim non vanno modificati, i Pratiko vanno stravolti.

Bene, leggo con...libidine le varie disposizioni per poterle commentare. Poi prenderemo al dettaglio Siporax e "simili".

 

Io ho appena avviato il Tetra EX 1200 con i materiali filtranti forniti e posizionati come consigliato dal produttore:

Dal basso verso l'alto (quindi verso il senso dell'acqua):

Cannolicchi

Bioball

Spuna grossolana

Carbone attivo (che ho tolto)

Spugna fine.

 

Mi consigliate di invertire l'ordine posizionando cannolicchi e Bioball sopra il primo strato di materiale filtrante?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.