Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Come Vorrei Alimentare I Miei Wild


Maury62

Recommended Posts

Vorrei partire col piede giusto anche qui: Ho visto che mangiano tutto volentieri e proprio per questo vorrei evitare o dare loro poche prelibatezze ( chironomus-artemia).

Ad esempio mangiano i fiocchi di spirulina della goose fish volentieri (cosa che gli ibridi schifavano) e a viziarli troppo non vorrei che non li mangiassero più:

Vorrei fare cosi: Granuli SHG , Granuli TETRA PRIMA DISCUS, Fiocchi JBL GALA e Spirulina GOOSE FISH tutti i giorni.

Una volta alla settimana vorrei dare come ultimo pasto: artemia - tubiflex - chironomus( congelato).

Che ne dite, faccio bene? :biggrin:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 14
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tatore

    6

  • Maury62

    4

  • 46valentino46

    3

  • robin1

    2

Top Posters In This Topic

Beh se preferivano la Grey goose era peggio :D

Anche i miei Wild sono più ghiotti di spirulina in fiocchi rispetto agli ibridi... poi da anche io tetra discus, poi artemia/tubifex liofilizzato e come congelato alterno artemia, chiro, pastone e krill... ho fatto un pò di scorte... :)

Link to comment
Share on other sites

Io direi che ci siete per quel che concerne l'alimentazione. Non dimenticate che fisiologicamente un selvatico non deperisce velocemente come un ibrido, e se dovete assentarvi per alcuni giorni....meglio non somministrare loro nulla piuttosto che imbottirli con inutilità.

 

La dieta che da sempre a me ha portato grandi soddisfazioni è quella: alga Spirulina la mattina e la sera, mangimi in granuli di ogni tipo, Krill a giorni alterni, chironomus ogni tre giorni, Artemia liofilizzata per veicolare vitamine (Idroplurivit) una volta ogni 5 giorni, e in questo periodo (e continuerò fino all'estate 6 somministrazioni automatiche + 2 le do io.

 

D'estate porterò questo range alimentare allo stretto necessario, perché sicuramente l'acqua arriverà a 33 gradi a casa mia.

Per i selvatici io ho sempre visto indispensabile sia la spirulina che il Krill, perché in entrambi gli alimenti ci sono beta-carotenoidi e Omega-3, oltre all'astaxantina e proteine buone.

 

Ho preparato un pastone a base di cuore di manzo, ma penso che lo butterò. Gradiscono ma è inutile. Forse un giorno per i piccoli...ma sto notando per il momento che non è necessario.

Invece ottimo è il Cyclopeeze in scaglie, ma è un alimento che mi da l'impressione inquinare tanto.

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra che il Krill Robin lo ha congelato.....è meglio o c'è anche liofilizzato? e questo Cyclopeeze in scaglie cosa è? :032:

Link to comment
Share on other sites

http://www.cyclop-eeze.com/product_info.php

E' un prodotto a base di Cyclops, copepodi ottimi per il discus, ma non sono facili da trovare congelati. Il Cyclopeeze lo usavo per i pastoni, e ultimamente per rafforzare la componente rossa lo sto usando puro in scaglie. Ma come ti ho detto: temo che inquini troppo.

Krill e Chiro (il chironomus l'ho liofilizzato) mi danno l'impressione di carta senza alcun nutrimento, in forma liofilizzata. Meglio l'artemia. Il Krill che consiglio è quello che al massimo è due volte un'artemia, ma sempre piccolo e molto rosso-rosaceo.

Link to comment
Share on other sites

Meglio l'artemia. Il Krill che consiglio è quello che al massimo è due volte un'artemia, ma sempre piccolo e molto rosso-rosaceo.

 

Scusa..quindi Krill congelato? Ma dove lo posso prendere quello che dici tu on-line? Artemia ne ho liofilizzata e anche congelata. Anche il chironomus ce l'ho congelato.

Link to comment
Share on other sites

Maury, perché devi spendere per forza un botto col congelato da prendere on-line? Non è previsto un sovrapprezzo per il trasporto? Secondo me fai bene a chiamare prima un negozio in cui conti di andare e via...comunque hai tutto per il momento-

Krill: il migliore provato fin'ora è il S. Francisco's Bay, ma non ce l'ha molta gente perché sento che si lamentano per il quantitativo di roba che devono comprare della stessa linea per avere anche un singolo prodotto. Per cui può anche ricadere sull'Amtra la scelta, che ultimamente si è parecchio raffinata.

Link to comment
Share on other sites

il congelato io l'ho preso in scorta abbondante su aquariumline e devo dire che il servizio di spedizione è ottimo...

 

confermo, amtra ultimamente è buona... ho provato anche il vivo loro, scegliendo con attenzione buste con chironomus belli vispi... ma alla fine penso siano soldi buttati.

 

Il S. Francisco's Bay l'ho trovato invece pochi giorni fa in un negozio qua vicino... lo proverò

Edited by robin1
Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, stasera mi avete stuzzicato l' intelletto ... quindi affari vostri ! :biggrin:

Negli anni (non riesco a dare numeri e/o statistiche) guardando le mie vasche e quelle di 2/3 cari amici che allevano discus ho sempre pensato a come alimentare correttamente i nostri amati ... soprattutto avevo riscontri opposti e discordanti sugli effetti della crescita ... usare pastone e congelati o meglio scaglie / liofilizzati / granulato ?

Sono sempre stato attento alle osservazioni e mi è sembrato di capire che a volte i nostri dischi non assimilano le proteine del congelato / pastone e puo' capitare di non avere riscontri nella crescita, mi è capitato di vedere dei cuccioli di snake accresciuti da un amico che fermassero la crescita (quasi solo pastone e chironomus), dopo un po' per varie vicessitudini l' amico somministra SOLO secco e ... i dischi diventano delle BALENE.

Nel mio piccolo ho certato di ricreare questa situazione ... cioe' mi sono chiesto cosa poteva essere successo ...? :017:

in particolare mi sono chiesto, in natura come si alimentano i nostri discus ? come ho detto in un altro post ci ho pensato 1 - 10 - 20 volte e poi... si è accesa una lampadina nella mia testolina. potrebbe essere una cosa del genere e tutto' ora è un idea che voglio portare avanti:

I discus vivono in natura le stagionalita', oltre che a periodi di scarsa alimentazione (secca) vivono la piena come un periodo di riproduzione e ottima alimentazione proteica ... ma tutto questo è sfumato dalle stagionalita' , mi spiego meglio:

Nei periodi in cui una pianta da frutto è matura , si alimentano di bacche e frutti caduti in acqua.

Nei periodi in cui nascono o vengono disponibili piccoli crostacei o copepodi mangiano quelli.

Nei periodi di secca mangiano persino detrito o avanzi di pesci morti.

Nei periodi di piena in cui si rendono disponibili piccole piante acquatiche (lenticchia o lemna) le mangiano.

 

In sostanza credo (potrete considerarmi pazzo) che una buona alimentazione deve variare... ma non tutti i giorni, io credo che sia giusto alimentare a periodi lunghi 20/30 giorni con 1/2 tipi di cibo per poi cambiare e passare ad altri 1/2 tipi di cibo.

Perche ? potrebbe essere che avendo disponibile un certo tipo di cibo lo stomaco e l' apparato digestivo sviluppi o migliori le capacita' ricettive verso questo tipo di alimento e quindi continuando a variare alimenti (nel breve periodo) si assimili poco e male.

 

OK ORA POTETE BANNARMI ! :031:

CIAO BELLI :005:

Link to comment
Share on other sites

E' un'analisi perfetta, e procurati con la prossima spesa il Bleher's Discus 1 proprio per capire che quello che dici a sommi capi è corretto.

Cosa accomuna ibridi e selvatici è la voracità ma anche la specifica risposta di ciascun alimento non in merito all'appetibilità, ma al grado di assimilazione che ha sul pesce.

Il grado di assimilazione (come in qualsiasi animale uomo incluso) dipende sia dagli enzimi presenti nello stomaco, che dalla flora batterica che fa il resto.

Gli enzimi sono presenti, quantitativamente e qualitativamente in maniera diversa in ogni individuo sulla faccia della terra, quindi ogni discus mangia ma ogni discus ha un potere di assimilare diverso da un altro discus. Fondamentalmente popolazioni diverse di discus hanno in comune pressapoco alcune cose, ma noi che siamo deputati a gestirne pochi per volta dobbiamo capire cosa va bene e cosa no, analizzando il rateo di crescita, proporzionale alla quantità di cibo ingerito.

Per la stagionalità dell'alimentazione l'ho sempre detto. Ma non è la mia parola che conta ovviamente.

La stagionalità della dieta scandisce il loro orologio circadiano: dall'accoppiamento, allo svezzamento, alla pausa ecc... Ecco: tutto questo dipende solo ed esclusivamente dal connubio valorialimentazione.

Ottimo intervento, Giulio. sign0098.gif

Link to comment
Share on other sites

Tatore, sto aspettando che esca il 2 e li compro in una volta sola, chiedero' un permesso al capo (Salvo) per assentarmi dal forum motivi di studio ... >:D

ciao :lol:

Link to comment
Share on other sites

Quello che dice Giulio è vero ,ma io voglio fare un'altra analisi (solo mia personale) :devil: >:D

Il fatto che il discus mangi ogni stagione qualcosa di diverso è appunto dettato dalla stagionalità e quindi di "o mangiare questa minestra o saltare dalla finestra" quindi è una necessità!

Ma se avesse a disposizione dalla natura tutto insieme?!? Qui non c'è una risposta.

Analizziamo l'uomo: una volta anche noi dovevamo alimentarci in base alle stagioni, perchè non c'era la possibilità di conservare o avere cibi da altre nazioni.

Addirittura molti cibi erano prerogativa di un popolo ed altri avevano i loro. Per quanto ne so la vita era breve (non solo per il cibo) e molte malattie erano per la malnutrizione.

Nella vita moderna si stà imparando l'importanza del VARIARE preferendo alcuni cibi invece di altri per l'importanza crescita-sviluppo-manutenzione.

Questo (mio) pensiero non potrebbe essere applicato ai Discus?

Link to comment
Share on other sites

Ciao Maury, sto riflettendo su quello che hai scritto.

Il motivo per cui secondo me quanto scritto da te sull' alimentazione umana varia NON è applicabile ai discus è uno principalmente.

I Discus hanno un apparato digerente molto piccolo e semplice rispetto alla loro massa totale, quindi faticano a ricreare enzimi sempre diversi che assorbano cibi diversi. Il nostro apparato digestivo è in percentuale alla nostra massa corporea piu grande e complesso.

Per questo penso che sia giusto variare ma non nel breve periodo ma nel lungo periodo come detto sopra, cambiando alimentazione ogni 20/30 giorni, ho fatto caso che alla fine di ogni periodo (es. al 30° giorno di un ciclo alimentazione)mangiano anche il granulato come fossero piranha.

 

ciao :dft010:

Link to comment
Share on other sites

A parte che in natura il variare del cibo è estremamente legato al variare delle stagioni, e quindi ai cicli dei...ciclidi, quello che dite entrambi ha del vero in tutti i casi.

Convinto e convinco soprattutto che però i discus selvatici non devono assumere proporzioni di "abbacchi" con le pinne, mettetevelo in testa, che peggio di un discus malnutrito c'è solo un discus obeso. E ne ho visti selvatici spessi due dita, che a stento mantenevano l'assetto 'a piombo', e dico a stento.

Comunque rinnovo l'invito a consultare le varie "torte" nel Bleher's Discus, con le specifiche per specie e stagione. Vedrete come alcune popolazioni, esempio gli Heckel, hanno una base detritivora e vegetale molto grande. Detriti che non possiamo ricreare in vasca. E durante la piena i tre (gree, blue/brown e heckel) invece mangiano proteico perché la natura glielo fornisce.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.