Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

Partire Col Piede Giusto


Maury62

Recommended Posts

Quanto è importante partire col piede giusto? Secondo le mie esperienze vissute, molto!

Volevo cominciare col dire che ho fatto molti sbagli e ho avuto anche delle sfortune , ma se dovessi ripartire ancora una volta, partirei come ho fatto nell'ultima settimana:

Prenderei (sia che fossero ibridi o selvatici) tutti i discus da un'unica provenienza e possibilmente in una volta sola, e se ne dovessi aggiungerne degli altri,

un minimo di 2-3 della stessa grandezza e provenienza di quelli in vasca.

Dico questo perchè in passato ho fatto di tutto e di più e l'ho pagata sempre (sempre) cara!

Volevo aiutare per quanto possibile le persone che devono iniziare o ricominciare con i discus a non fare i miei sbagli , sentendo le esperienze positive e NEGATIVE di tutti!

Esorto chi volesse partecipare, ad essere trasparenti e raccontare tranquillamente gli errori commessi (li abbiamo fatti TUTTI!) : qua non c'è nessuno che giudica, ma solo persone che vogliono far crescere questo hobby , fare informazione ed aiutare!

Ciao a tutti! :biggrin:

 

P.S. Io ho parlato solo di un paio di cose che farei se dovessi ripartire , ma l'argomento è vasto quindi anche a voi la parola! :biggrin:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • tatore

    3

  • sane84

    3

  • Maury62

    3

Popular Days

Top Posters In This Topic

Io consiglio di leggere molto. Non solo i forum, ma la letteratura, a partire dalla chimica per finire al soggetto vero e proprio.

Anch'io in passato ('98) per entusiasmo e disinformazione ho mischiato di tutto e di peggio. E la cosa peggiore che possa aver fatto è mettere le mani sui farmaci per un libro che allora era il best-seller dell'acquariologia "Malattie dei pesci d'Acquario" di Untergasser, che mi ha fatto fare le cose peggiori, e mi ha condotto fino alla soglia della nausea.

Cosa avrei dovuto evitare? Apprensione, troppo cibo, farmaci, troppi pesci, fretta, mischiare provenienze e varietà.

Più facile una temperatura adeguata, un layout fresco e sobrio, pesci tutti di una taglia, e capire che prima di essere un esemplare da esposizione, il discus è un animale, un ciclide, e come tale va trattato. Se lo avessi capito dall'inizio a quest'ora avrei avuto più soldi da parte, e meno esperienze negative. Anch'io, seppur mi ritengo molto fortunato, ho avuto esperienze tremende.

Link to comment
Share on other sites

Questo hobby ha come contro (ma è anche il suo bello) di non dare i risultati sperati subito, ovvero prima di vedere dei pesci in vasca devono passare mesi, e prima che l'acquario sia a posto deve passare un anno, da circa 2 mesi sono alle prese con un amico che si è ritrovato tra capo e collo una vasca da 300 litri e i suoi figli volevano i pesciolini, questo ragazzo di acquari non ne sa nulla e purtroppo non ha ne tempo ne voglia per documentarsi,quindi glie lo sto allestendo io.... Siccome è venuto un giorno in serra e gli son piaciuti i discus li ha voluti, io una volta avvisatolo che non sono i pesci più adatti per un neofita ma dato che lui ha insistito ho ceduto... I problemi di partire col piede giusto per un neofita sono proprio il non vedere i problemi e non documentarsi.... L'ho beccato lavare la vasca interna col detersivo, riempire la vasca oggi e il giorno voler inserire dei pesci.... Adesso ho preso in mano io le redini di quella vasca, glie l'ho fatta svuotare, rilavare, riempire, partire il filtro con i batteri, layout essenziale per i discus (sabbia fine e tronchi) e la settimana scorsa gli ho messo qualche discus di scarto per far rodare l'acquario, con l'idea di non mettere nient'altro per un altro mese... fino ad ora non ha avuto perdite... Con questa esperienza ho capito quant'è difficile allestire un acquario per un neofita, e quant'è difficile far capire allo stesso che non è come avere un cane che basta che gli dai da mangiare e tenerlo pulito, qui devi ricreare il suo habitat, un pò come allevare cani sulla luna... Il mio consiglio è quello di Salvo che riassumo in uno schema:

1) Farsi un idea generale di cosa è un acquario e cosa sta dietro

2) scegliere il tipo di acquario da voler ricreare

3) informarsi bene sui valori delle specie che si vogliono allevare e le loro abitudini

4) far partire l'acquario, avento pazienza per far maturare il filtro a dovere

5) non smettere di documentarsi, senza però credere alla prima cosa che si legge su internet e senza aver fretta di fare...

Link to comment
Share on other sites

Senza dubbio hai ragione Andrea,ma forse mi sono spiegato male su cosa intendevo far emergere con questo topic: davo per scontato che si parlasse di Discus e di solito (ma tu mi hai appena smentito) una persona che passa al "re" ha già avuto altre esperienze con l'acquario.

Quello che intendevo è questo : che cosa fareste o non fareste se doveste allestire un acquario di discus di nuovo? (io ho parlato di provenienza ma ci sono sicuramente altre cose) sign0098.gif

Link to comment
Share on other sites

Ah ok Maury, scusa non avevo capito... Questa è la tipica domanda da 1000000 di euro... cosa farei io? inanzi tutto scelgo la vasca, almeno 300 litri con filtraggio doppio rispetto a quanto mi certificano le case (nel senso, la fabrica X mi dice che col suo filtro ABV 300 posso gestire un acquario fino a 400 litri? allora ne prendo 2), poi mi faccio la domanda: selvatici o ibridi??? per i selvatici predisporrei il fondo senza substrato fertile, solo sabbia finissima chiara, tanti legni, un buon termoriscaldatore che mi tenga la temperatura nel periodo più freddo a 29° senza problemi, ma con la garanzia che me la alzi a 33, mi porto i valori dell'acqua simili a quelli in natura (soprattutto per le varietà Symphysodon discus = Heckel e per la varietà Aequifasciatus= green), torba a volonta (meglio torbare l'acqua in fase di stabulizzazione e non direttamente in acquario) e poi comprare il gruppo di discus, meglio qualcuno in più del numero finale che voglio avere nel caso che se ne morisse uno o due non mi ritrovo con meno pesci del desiderato, se tutti mi sopravvivano qualcuno disposto ad ospitarli si trova sempre. Ovvio che prenderli tutti dalla stessa fonte nello stesso momento si evitano molti problemi di trasmissione di malattie....

Nel caso degli ibridi l'unica variante sarebbe mettere qualche pianta...

 

Questo a mio avviso sarebbe il modo migliore, anche se non l'ho mai fatto ma ho sempre pasticciato un sacco prendendo pochi pesci per volta da fonti diverse.... Ma da adesso in poi faccio il bravo ragazzo :devil: :devil:

 

Spero di averti risposto.... Raccogliamo tutte le info e poi maury possiamo scrivere la Bibbia del discus 72.gif 72.gif

Link to comment
Share on other sites

Ripartendo dai selvatici ho fatto un pò come ha detto Andrea.

4 discus inizialmente..nemmeno i più facili (heckel), e piccoli di dimensioni/età. Frequentavo il Discusportal, e la mia decisione di prendere gli heckel era dettata da due cose che avevo capito leggendo i vari forum in giro: la prima era che se si prendevano tutti dalla stessa fonte ed in una unica mandata mi sarebbe andata da dio, e che, anche se erano heckel (ossia valori estremi), comunque non erano animali da trattare, pretrattare, imbottire di farmaci ecc... non era necessario. Mi scandagliavo tutte le varie sezioni malattie dei forum del mondo (Simplydiscus, Discusasahobby, dph.nl) e tutti in sez. malattie avevano altro che selvatici.

 

Avendo in passato avuto grossi problemi coi farmaci (e di conseguenza coi discus)l'inquietante verità erano che i selvatici pareva fossero la soluzione migliore per iniziare. E non me ne sono mai pentito. Dovevo solo farmi una cultura pratica su come gestire valori e periodi. Ma è stato tutto naturale. Non ho mai visto questi animali come fette di salame tagliate da un unico tronco, e quindi tutti uguali e stesi su di un piatto. Giammai.

 

Forse è questo: pensare ai discus da discus. E' tutto più facile.

Cosa non farei mai?


     
  • Mettere loricaridi (per il loro bene)
  • comprare discus nei garden
  • Adottare discus perché malconci
  • dare sempre lo stesso cibo
  • Fare cambi con acqua nuova(!)
  • Pensare a cosa piace a me, trascurando le esigenze dei pesci
  • mischiare varietà con esigenze diverse

Link to comment
Share on other sites

 

Cosa non farei mai?


  •  
  • Mettere loricaridi (per il loro bene)
  • comprare discus nei garden
  • Adottare discus perché malconci
  • dare sempre lo stesso cibo
  • Fare cambi con acqua nuova(!)
  • Pensare a cosa piace a me, trascurando le esigenze dei pesci
  • mischiare varietà con esigenze diverse

 

Eccolo qui, è bravo Salvo,senza tante giochi di parole, ecco le regole di un esperto!!!! quoto in pieno, anche se sarai consapevole che con questa lista hai scatenato un nido di vespe e molte domande, calcolando che questo topic vuole essere un abbecedario per gli acquariofili che vogliono fare il salto di qualità, te ne anticipo qualcuna io....

 

1) Come mai niente loricaridi??' so che gli ancistrus si attaccano ai discus (e anche gli otocinlus, visto di persona!!!), ma esemplari più tranquilli quali peckoltia e pleicostomus??

 

2) Per acqua nuova intendi acqua appena uscita dal rubinetto, quindi non stabulata???

 

3) non bisogna comprare discus nei garden, come nessun altra specie del resto, quindi dove consigli di acquistare i pesci?

Link to comment
Share on other sites

 

Cosa non farei mai?


     
  • Mettere loricaridi (per il loro bene)
  • comprare discus nei garden
  • Adottare discus perché malconci
  • dare sempre lo stesso cibo
  • Fare cambi con acqua nuova(!)
  • Pensare a cosa piace a me, trascurando le esigenze dei pesci
  • mischiare varietà con esigenze diverse

 

Eccolo qui, è bravo Salvo,senza tante giochi di parole, ecco le regole di un esperto!!!! quoto in pieno, anche se sarai consapevole che con questa lista hai scatenato un nido di vespe e molte domande, calcolando che questo topic vuole essere un abbecedario per gli acquariofili che vogliono fare il salto di qualità, te ne anticipo qualcuna io....

 

1) Come mai niente loricaridi??' so che gli ancistrus si attaccano ai discus (e anche gli otocinlus, visto di persona!!!), ma esemplari più tranquilli quali peckoltia e pleicostomus??

 

2) Per acqua nuova intendi acqua appena uscita dal rubinetto, quindi non stabulata???

 

3) non bisogna comprare discus nei garden, come nessun altra specie del resto, quindi dove consigli di acquistare i pesci?

 

1- da me i loricaridi (eccetto gli ancy) li ho visto sempre sofferenti, e davvero poco idonei a condividere biotopi estremi insieme ai discus. Ma penso di essere l'unico, perché se vedi i loricaridi di Titi te ne innamori subito.

 

2- Esatto: non c'è nemico peggiore per la cute e la fisiologia del pesce l'essere introdotto in acque appena prodotte dall'impianto idrico, o fare cambi con tale acqua a crudo. Io l'ho visto e palpato il malessere o semplicemente il disagio. Coi selvatici...non ne parliamo. Considerando che stanno in acque in cui lo spettro ionico è inesistente, trovarsi a combattere con tonnellate di agenti chimici è già una bella prova di resistenza, e mettici pure l'aggressività dell'acqua di rete...addio. L'acqua va stoccata, aerata, torbata, e alla fine cambiata.

 

3- Da fonti sicure, accreditate, note e che amano difendere la loro reputazione. Sono coloro i quali ti daranno meno noie, anche se in qualche caso si fanno pagare qualche bigliettone in più. Alla fine i risultati li vedi, o semplicemente porti a casa pesci che non ti daranno mai brutte sorprese. I pesci meno trasbordi subiscono e più sono sicuri. Parlo della loro salute.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.