Jump to content

Dopo 10 anni, dal 22 dicembre 2023,  sarà possibile iscriversi per i nuovi naviganti, fare il login per gli utenti storici,  commentare tra i post esistenti o aprirne di nuovi per ripristinare le interazioni che sui social network sono diventate caustiche, sporche e mai in linea con le richieste. Avendo constatato il livello spazzatura delle pagine malfrequentate, speriamo, anche con lento ripristino, di rifare quello che eravamo stati in grado di costruire un tempo glorioso. Buona navigazione a tutti

 

dc.png

admin admin

I Giangreen Non Stanno Bene........


fabrizio sanelli

Recommended Posts

ciao a tutti, la nostra coppia " green F1" dopo la riproduzione avvenuta in novembre non si è piu' ristabilita. poi in questo ultimo periodo li vedo deperire giorno dopo giorno,in piu' si nota una corrosione delle pinne. la coppia da un paio di mesi è ospitata in una vasca di comunita di 200 lt insieme a una ventina di red melon. i due mangiano regolarmente e non si nascondono pero sembrano due scheletri. i valori dell'acqua (poi Andrea completera' i test) sono Us 410, ph 6.7, temp. 29° i cambi sono regolari e la pulizia a livelli maniacali,lo dimostrano gli altri inquilini che godono di ottima salute.

prima di spostarli nella vasca di comunita' avevamo eseguito termoterapie e poi terapia con flagyl visto che gli escrementi erano bianchi e gelatinosi. vi era stato un miglioramento.

 

post-1334-0-62014000-1297860548_thumb.jpg

 

post-1334-0-63068200-1297860558_thumb.jpg

 

post-1334-0-65102000-1297860565_thumb.jpg

 

post-1334-0-23954800-1297860579_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Da quello che mi sembra di aver capito quando sono venuto da voi sono MOLTO vecchi, credo che sia normale che si stiano lasciando andare.

Link to comment
Share on other sites

Non capisco come mai stanno avendo questo crollo in verticale.

Comunque mi sembra che dopo l'ultima ripro ce l'hanno messa tutta...e non gli rimane linfa per vivere. Ma è comunque abbastanza inconsueto. Ho avuto un pesce che, a pari dignità di vita, i fratelli crescevano come i matti, e alla fine l'esemplare ha avuto una regressione che mi ha fatto paura. Brutto, emaciato e magro mangiava e cercava di tenere alto l'orgoglio, ma non ce la faceva assolutamente. Dopo circa un anno di stenti, non volendo trattare tutti per lui, l'ho soppresso. Contaminazioni però zero. Apparentemente.

Normalmente è un emoflagellato che combina i pesci (solitamente selvatici) così, e appartiene al genere Cryptobia. Si nutrono delle cellule del tessuto ematico.

Non teneteli con altri, Fabrizio. Separali e porta i valori a range più bassi: 200 µS/cm, pH acido (5.5-5.8) e alza lentamente la temperatura fino ai 32-34 °C. Affamali e poi passa al metronidazolo (anche se ho i miei dubbi che possa sortire risultati contro i flagellati del genere menzionato (posto che siano loro).

 

Fammi sapere. Comunque questa verticale in negativo è spaventosa.

Link to comment
Share on other sites

la corrosione delle pinne penso sia dovuta ad un calo delle difese immunitarie..ma mancano di riflesso di fuga e nuotano lentamente? visto che siete un allevamento nn avete un microscopio per analizzare il sangue e vedere se si tratta di emoflagellati? io una cura contro i parassiti intestinali la farei visto che flagellati e vermi intestinali vivono in simbiosi

Edited by tony81
Link to comment
Share on other sites

Si, anche perché il sangue secondo me nemmeno arriva a servire le aree periferiche. Se fosse batteriosi (classico dello sfrangiamento delle pinne) anche gli altri pesci starebbero come loro. Ma il dimagrimento è predittivo di attacco da endoparassiti che non li lasceranno vivere. Sono troppi.

Link to comment
Share on other sites

la corrosione delle pinne penso sia dovuta ad un calo delle difese immunitarie..ma mancano di riflesso di fuga e nuotano lentamente? visto che siete un allevamento nn avete un microscopio per analizzare il sangue e vedere se si tratta di emoflagellati? io una cura contro i parassiti intestinali la farei visto che flagellati e vermi intestinali vivono in simbiosi

 

non sono belli svegli e seguono tutto il gruppo. il microscopio è una cosa che non abbiamo,ma mi sa che dobbiamo attrezzarci.

Link to comment
Share on other sites

Non capisco come mai stanno avendo questo crollo in verticale.

Comunque mi sembra che dopo l'ultima ripro ce l'hanno messa tutta...e non gli rimane linfa per vivere. Ma è comunque abbastanza inconsueto. Ho avuto un pesce che, a pari dignità di vita, i fratelli crescevano come i matti, e alla fine l'esemplare ha avuto una regressione che mi ha fatto paura. Brutto, emaciato e magro mangiava e cercava di tenere alto l'orgoglio, ma non ce la faceva assolutamente. Dopo circa un anno di stenti, non volendo trattare tutti per lui, l'ho soppresso. Contaminazioni però zero. Apparentemente.

Normalmente è un emoflagellato che combina i pesci (solitamente selvatici) così, e appartiene al genere Cryptobia. Si nutrono delle cellule del tessuto ematico.

Non teneteli con altri, Fabrizio. Separali e porta i valori a range più bassi: 200 µS/cm, pH acido (5.5-5.8) e alza lentamente la temperatura fino ai 32-34 °C. Affamali e poi passa al metronidazolo (anche se ho i miei dubbi che possa sortire risultati contro i flagellati del genere menzionato (posto che siano loro).

 

Fammi sapere. Comunque questa verticale in negativo è spaventosa.

 

cominciero' a fare come dici tu anche perchè era quello che piu' o meno avevo in mente,domani li separo.

Link to comment
Share on other sites

Te lo consiglio, Fabrizio.

Perché se malauguratamente segui il protocollo della termoterapia e c'è un corso un problema di natura batterica non rischi tutto ma rischi solo sui due esemplari.

In ogni caso è sempre bene isolare i due, perché anche i flagellati hanno come momento intermedio quello delle feci, che i discus purtroppo scambiano spesso per granulato. Così facendo il contagio si propaga.

Link to comment
Share on other sites

Eh si, Fabrizio, se il crollo è così vertiginoso allora devi agire per altre vie..anch'io li terrei in un vasca a parte con pH molto basso in modo tale da abbassare la carica batterica.

Non ti rimane che il metronidazolo + termoterapia, sperando che questa volta sia quella buona. Anche se la situazione mi sembra troppo strana!

Link to comment
Share on other sites

Ciao Fabrizio, cavolo che crollo precipitoso che hanno avuto :dft004:

anche secondo me è una multiparassitosi che si è gia' diffusa nel sangue e come sintomo da indebolimenti e batteriosi delle estremita poco raggiunte dal sangue. MMM... io ti consiglierei di isolarli per evitare il contagio di altri esemplari e di eseguire questa cura che sembra ben dettagliata e avere anche un suo perche':

 

http://www.discusfriends.org/sver.html

 

onestamente la vedo dura... ma si sa che quando ci si affezziona si fa di tutto per riprenderli. :unsure:

ciao

Link to comment
Share on other sites

Azz mi dispiace davvermo molto1!!!! sembano simili al piccolo che ho io !!!!

Vi auguro che riusciate a recuperali!!!!! vi capisco benissimo come vi potete sentire!!!!

Link to comment
Share on other sites

grazie ragazzi,Andrea è gia al lavoro per lo spostamento dei pesci. e vero Giulio mi sono affezzionato a quei pesci,forse perchè per ora nella nostra serra sono l'unica qualita' un po' fuori dalla norma.

Link to comment
Share on other sites

solo per informazione(senza trovar da dire ad alcuno) quando circa un'anno fa li abbiamo ritirati erano piu' o meno in queste condizioni,con tanta pazienza e cure li abbiamo recuperati,pero' adesso di nuovo................che siano un po' debolucci?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




  • Risposte

    • LorenzoBrigant3
      Valori ottimali ma due discussioni non mangiano e presentano feci bianche. ho fatto trattamento con flagelli cp senza beneficio. Ora ho preso anti fluke wormer avete esperienza nel trattamento con questa sostanza 
    • Gio79
      Mi chiamo Giovanna e vivo a Udine, da un pò di anni mi sono appassionata al mondo degli acquari. Dopo le prime esperienze "basic" mi sono innamorata del mondo degli Oranda, più precisamente dei Shogun e testa di leone. E' stata una bella scuola per quanto riguarda ogni forma di malattia......attualmente ne possiedo otto, in salute, di circa 14 cm in un acquario dedicato unicamente a loro. Da settembre dell'anno scorso ho deciso di lanciarmi in una seconda sfida, Discus. Attualmente possiedo sei Stendker di taglia 12-14 cm. La maggiore difficoltà è stata quella di entrare in simbiosi con il loro carattere e timidezza (nettamente opposta agli oranda). Ho fatto buoni progressi .. spero di continuare così 🙂! Chiedo il vostro consiglio per una situazione atipica..uno dei Discus, fin dal primo giorno rifiuta ogni forma di mangime granulare (provati tutti) vuole solo artemia dalla mia mano!  Ho necessità di abituarlo come il gruppo a mangiare anche altro, sto valutando di dare solo il cibo che gli altri mangiano regolarmente (artemia, granulare all'aglio, spirulina + vitamine, original stendker granulato, askoll diet blu/rosso ..ecc..) e vedere se dopo qualche giorno di digiuno cede.  Cosa ne pensate? quanti giorni può stare senza cibo senza rischiare la salute? Inoltre due volte alla settimana doso Seachem Discus Trace perchè ho paura che mangiando solo artemia (imbevuta con vitamine o aglio) non abbia tutte le sostanze nutritive necessarie.  Spero mi possiate aiutare, grazie Giovanna 
    • Gattosilvestro
      Con la scusa vi mostra la coppia 😁
  • Images

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.